La cicatrice: Andrea Ferraris e Renato Chiocca per Oblomov Edizioni

Tremiladuecento chilometri è lungo il confine tra Messico e Stati Uniti, più di un terzo dei quali segnato dal muro. La frontiera. Quella che un tempo era l’icona della conquista dell’occidente, oggi è una ferita della società contemporanea, una cicatrice, attorno alla quale si alternano oscurità e luce, violenza e umanità.

Primavera 2017. Dopo la pubblicazione in America del precedente volume Churubusco, Andrea Ferraris viene invitato dall’ambasciata messicana a Los Angeles per presentare il volume che ha raccontato l’antica guerra con il Messico e Stati Uniti e che portò la California a diventare territorio americano. Quale migliore occasione per spingersi oltre confine, a Nogales, in terra messicana, e visitare la famosa zona dei reticolati che nella notte i diseredati in cerca di fortuna varcano a loro rischio e pericolo?

Su quei territori Renato Chiocca e Andrea Ferraris si sono spinti in prima persona, per guardare i paesaggi, ascoltare le voci e raccogliere le storie di chi vive in prima linea quella realtà. Il risultato è un libro a fumetti che è narrazione e testimonianza, invenzione stilistica e rigore documentario, una fusione di linguaggi per restituire la complessità della frontiera, che pone delle domande di strettissima attualità, tra narcotraffico e migrazione forzata.

La cicatrice – Sul confine tra Messico e Stati Uniti è un volume di Oblomov Edizioni, 40 pp, al costo di 11 euro.

Fonte: Oblomov Edizioni

Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...