Recensione Game: Mythomakya

HEADER_2

Editore Pendragon Game Studio
Autori Luca Feliciani e Mirka Andolfo
Anno di pubblicazione 2015
Numero giocatori 2-6
Durata 20-40 min
Contenuto della confezione 90 carte mito, 14 carte divinità e 6 carte mele
Prezzo 17,50 euro

Impugnare gli Dei dell’Olimpo, imbrigliare il potere dei semi-dei o delle creature magiche: chi non l’ha mai sognato? Ora si potrà fare, e tutto per un pugno di mele (Maestro Morricone, dove va? Maestro Morricone?). Mythomakya, nato da un’idea di Luca Feliciani, illustrato dalla mano fantasiosa e piacevole di Mirka Andolfo e prodotto da Pendragon Game Studio, è stato lanciato allo scorso Lucca Comics&Games e oggi è arrivato a noi per una prova su tavolo.

DEI & EROI

Adobe Photoshop PDFDue sono le modalità possibili: Il trionfo degli eroi e La sfida degli dei. In entrambi i casi si utilizzano solo sessanta delle novanta carte mito disponibili: nella prima tipologia quelle con un simbolo a sinistra del nome, nella seconda quelle con il simbolo a destra; sia in gioco uno che in gioco due, sono da usare le carte con tutti e due i simboli. Scopo de Il trionfo degli eroi è conquistare il maggior numero di mele d’oro (povero giardino delle Esperidi!) utilizzando carte più forti dell’avversario. Si pongono quindi alcuni mazzetti in tavola, variabili a seconda del numero di giocatori, con solo la prima carta scoperta, le uniche giocabili di volta in volta. A dare più brio al tutto vi sarà la moira, un colore dominante dei cinque disponibili, con la quale sarà possibile catturare la mano in tavola. La sfida degli dei complica invece questa meccanica di base: gli sfidanti partono già all’inizio con una dotazione di due mele d’oro nel proprio tesoro, nonché con il potere di tre divinità da non rivelare agli altri, ognuna dotata di un’abilità giocabile prima o durante il turno; si potrà sovvertire così la moira, eliminare carte avversarie o annullarne gli effetti.

12140663_1055455571165580_3388830903833913792_nLA PROVA SU TAVOLO

Veniamo al nostro test. Spiace dirlo ma, alla prova su tavolo, Il trionfo degli eroi si è rivelato essere una sorta di briscola a carte parzialmente scoperte, buona per i bambini e per chi non ha mai provato il gioco originale, ma non divertente per chi ha già pratica dello stesso. Infatti la conoscenza delle carte in tavola rischia di favorire un solo giocatore che, prese le redini del gioco, lascia in balia delle sue idee e strategie gli altri sfidanti. Avvincente invece la seconda modalità, La sfida degli dei, in cui i concorrenti si danno grandi mazzate per accaparrarsi i frutti dorati, con strategie non indifferenti e ben pensate, capaci di cambiare del tutto la direzione della partita. Mythomakya quindi è promosso, ma è consigliata solo il gioco due.


Asterion 0389 – Mythomakya, Edizione Italiana, Multicolore
Asterion 0460 – Gioco Raccontami Una Storia
Asterion 0252 – Stay Away Revised Edition, Edizione Italiana, Multicolore
Asterion 0360 – Waterloo Enemy Mistakes, Edizione Italiana, Multicolore
Asterion 0327 – Gioco Cthulhu Realms




LA NOSTRA PAGELLA: 7.8/10



Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.