Recensione Cinecomic: Dick Tracy

Regia Warren Beatty
Paese – Anno – Durata Usa – 1990 – 103 minuti
Stagioni/Episodi
Sceneggiatura Jim Cash, Jack Epps Jr.
Produzione Touchstone Pictures
Genere Noir, Azione

UN COLORATO OMAGGIO

Dick TracyOggi andiamo negli anni ’90, precisamente nel 1990 quando il mitico Warren Beatty scrive, dirige e interpreta Dick Tracy, basato sull’omonimo fumetto creato da Chester Gould nel 1931  in America. Il film soprattutto grazie alle coloratissime scenografie e costumi risulta essere un vero e proprio omaggio al fumetto di Gould ma anche al mondo dei comics in generale. Quando l’ho visto da bambino sono rimasto letteralmente stregato proprio dai colori sgargianti della pellicola e dall’aspetto caricaturale dei cattivi, caratteristiche specifiche del film che mi hanno calato perfettamente nell’atmosfera di un vero e proprio fumetto animato.

Buoni, ragazzi. Mettete cappelli e cappotto, si fa un giretto.
da “Dick Tracy”

IL DETECTIVE INFALLIBILE DALLA LUNGA VITA

DT118-01Spietato con i criminali che bracca e acciuffa in maniera implacabile, Dick Tracy è il poliziotto infallibile che combatte i malavitosi americani a partire dagli anni ’30. Le sue storie divennero ben presto un cult dell’epoca, portando il detective con l’impermeabile giallo ad essere un punto di riferimento per tutti i futuri fumetti polizieschi. dick_tracy_mw_page2A testimonianza del successo di questo personaggio basta pensare che le sue strisce sono in uscita ancora oggi, il detective è cambiato nei vari anni e nelle varie edizioni così come sono cambiati i suoi autori dopo il ritiro del suo creatore nel 1977. Prima gli seguirono Max Allan Collins e Rick Fletcher, poi  Mike Killian, Dick Locker, Jim Brozman e infine nel 2011 Mike Curtis e Jason Staton. Non a caso è stato anche premiato agli ultimi Harvey Awards come vi abbiamo annunciato qui.

Credono in me. Farò di tutto per non tradire la loro fiducia.
da “Dick Tracy”

AL CINEMA E IN TELEVISIONE

Dick TracyMa Dick Tracy non si è fermato solo ai fumetti, fin da subito si dimostrò un perfetto personaggio cinematografico. Nel 1937 infatti la Republic Pictures, realizzò quindici episodi da venti minuti ciascuno che vennero proiettati nelle sale dapprima singolarmente e poi raccolti in 4 film, Nel Regno Del Ragno, La Morte Corre Nei Cieli, Battaglia Tra Le Nuvole e La Pista Del Ragno. Successivamente nel 1945 fu realizzato un vero e proprio lungometraggio intitolato Dick Tracy diretto da William Berke, primo di una quadrilogia sul detective dall’impermeabile giallo intitolataDick Tracy The Dick Tracy Amazing Adventure, composta da: Dick Tracy contro Cueball di Gordon Douglas del 1946, Il dilemma di Dick TracyDick Tracy e il gas misterioso entrambi diretti da John Rawlins nel 1947. Negli anni ’50 Tracy sbarcò anche sul piccolo schermo con la serie televisiva Dick Tracy composta da 33 episodi andati in onda dal 1950 al 1953. Una menzione speciale se la merita l’attore Ralph Byrd chiamato ad interpretare l’infallibile detective in tutte queste produzioni tranne che nel film del 1945 dove fu interpretato da Morgan Conway.

C’è un solo Napoleone, un solo Washington, un solo me!
da “Dick Tracy”

UN NOIR COLORATO FEDELE AL FUMETTO

Dick TracyLa storia del film di Beatty risulta essere molto fedele alle atmosfere del fumetto di Gould, la prova evidente è l’aspetto molto caricaturale dato ai cattivi. Nel fumetto originale i malviventi erano infatti raffigurati come mostri deformi caratterizzati da un aspetto molto particolare e distintivo che non a caso ne definiva il soprannome. Il film è una tipica gangster story anni ’40 dove, come nel fumetto, Dick Tracy è chiamato a risolvere un caso spinoso che coinvolge i mafiosi della città. Le atmosfere sono da tipico film noir dell’epoca, ma in maniera completamente opposta invece di andare nel buio e nel chiaroscuro (di lì la definizione noir) tutte le scene sono caratterizzate da un trionfo di colori che rimanda direttamente al mondo dei comics. Dick TracyUn altro elemento di rimando ai fumetti di Gould lo vediamo nella differenza che c’è tra malviventi e detective. Se i cattivi, guidati dallo spettacolare Al Pacino che interpreta Big Boy Caprice, sono mascheroni deformi, il Dick Tracy di Beatty è statuario, incorruttibile, spietato con il crimine e amabile con le donne e i bambini.
Dal punto di vista tecnico vediamo una  regia semplice e fluida, come deve essere per un prodotto di questo tipo, Dick Tracyda applausi sono invece la fotografia curata da Vittorio Storaro, i costumi di Milena Canonero, La scenografia di Richard Sylbert e Rick Simpson e il trucco curato da John Caglione Jr. Doug Drexler. Non a caso il trucco e la scenografia vinsero l’Oscar nel 1991 insieme al premio per la miglior canzone Sooner or Later scritta e composta da Stephen Sondheim ed interpretata niente meno che da Madonna la quale nel film è la protagonista Mozzafiato Mahoney.

Portateli via questi cattivacci, mi fanno paura
da “Dick Tracy”

CINEMA E FUMETTO A BRACCETTO

Dick TracyUn cast stellare composto tra gli altri dà Al Pacino, Madonna, Dick Van Dike e Dustin Hoffman. Una regia classica e pulita che rispetta il fumetto. Scenografie e costumi colorati e fantastici. Sono tutti elementi che fanno di questo film, non un capolavoro, ma un esempio bellissimo di come cinema e fumetto possano andare tranquillamente a braccetto. Consigliatissimo per tutta la famiglia.

TI È PIACIUTO IL FILM ? ALLORA TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Fumetti 

Dick Tracy – Tutto quello che riuscite a trovare.

Road to Perdition – di Max Allan Collins e Richards Pyer Rayners, un’altra gangster story di cui parliamo qui.

Film

Il Mistero del Falco – di John Huston, uno dei capostipiti del film Noir con il mitico Humphrey Boghart.

Chi Ha Incastrato Roger Rabbit – di Robert Zemeckis, fantastico film del 1988 dove un detective è chiamato ad indagare sul fantastico mondo dei cartoni nella Hollywood anni ’40.


Dick Tracy – Blu-Ray
Dick Tracy – DVD
The Complete Chester Gould’s Dick Tracy: Dailies & Sundays 1931-1933
The Complete Chester Gould’s Dick Tracy 2: Dailies & Sundays: 1933-1935
The Complete Chester Gould’s Dick Tracy: Dailies & Sundays 1935-1936

LA NOSTRA PAGELLA: 8/10

Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.