Recensione Cinecomic: Il Corvo

Regia Alex Proyas
Paese – Anno – Durata USA – 1994 – 102 min
Stagioni/Episodi
Sceneggiatura David J. Schow, John Shirley , dal fumetto di James O’Barr
Produzione Crowvision Inc., Edward R. Pressman Film, Entertainment Media Investment Corporation, Jeff Most Productions, Miramax Films
Genere Drammatico – Horror

Un tempo la gente era convinta che quando qualcuno moriva, un corvo portava la sua anima nella terra dei morti. A volte però accadevano cose talmente orribili, tristi e dolorose, che l’anima non poteva riposare. Così a volte, ma solo a volte, il corvo riportava indietro l’anima, perché rimettesse le cose a posto. (Sarah)

AMORE, MORTE E VENDETTA

The_Crow_DVD_CoverIl corvo è un film di culto e nell’ipotesi in cui non l’abbiate ancora visto, dovete vederlo. Applausi, sipario. La recensione del film potrebbe finire qui, e sarebbe perfettamente completa, ma chi non conosce il film, o ancora peggio, chi non conosce il fumetto, rischierebbe di perdersi quello che per anni, e a tuttoggi rappresenta un caposaldo della cultura underground. É balzato all’onore delle cronache per una serie di incidenti che ne hanno funestato la produzione, in particolare la morte del protagonista Brandon Lee, avvenuta al terzultimo giorno di riprese, a causa di una pistola a salve nella quale era rimasto incastrato un vero proiettile. Non mi perderò nella dietrologia e su tutti i commenti e le ilazioni che hanno accumunato la morte di Brandon e quella dell’illustre genitore Bruce Lee, perchè sono chiacchere da bar: si può dire tutto ed il suo contrario ed in qualche maniera sarà tutto sempre vero, almeno in una certa misura. Il fatto che è innegabile è che sia il fumetto che il film sono di fatto impregnati di un aura di morte che ne rappresenta poi la vera forza.  O’Barr scrisse la prima stesura de Il Corvo in occasione della scomparsa della propria fidanzata, uccisa in un incidente stradale, e questo dolore traspare da ogni singola pagina del fumetto, quello stesso fumetto che poi è diventato quasi integralmente, la sceneggiatura del film.

Voglio che dici a quei bastardi che la morte farà loro visita, stanotte. E dì loro che Eric Draven gli manda i suoi saluti. (Eric a Gideon)


LA STORIA

Il_Corvo_Cover-copyEric Draven e Shelly Webster sono due giovani fidanzati che stanno per sposarsi. La notte prima delle nozze, la terribile “Notte del Diavolo”, quattro criminal , T-Bird, Skank, Funboy e Tin Tin, scagnozzi del boss Top Dollar, fanno irruzione  nel loro appartamento ed uccidono Eric gettandolo dalla finestra, poi per finire l’opera, violentano e picchiano a morte Shelly. Con queste premesse, se i vendetta deve essere , la vendetta dovrà essere terribile ed altrettanto violenta. E così sarà : secondo la mitologia di alcune culture, il corvo imperiale avrebbe il compito di trasportare le anime dalla terra al cielo, ma se il cuore della persona morta è particolarmente colmo di dolore e rabbia, allora può decidere di resuscitare l’anima per poter regolare i conti. Ad un anno dalla sua morte, un corvo si posa sulla tomba di Eric ed il giovane resuscita. Certo non si tratta del solito zombie…il nuovo Eric, il Corvo, è  invulnerabile e comincia a cercare gli assassini suoi e del suo amore. Nella sua ricerca troverà, Sarah Mohr, una ragazzina amica di Shelly e Darryl Albrecht,il poliziotto che era assegnato al caso e che è stato vicino alla sua ragazza fino all’ultimo, tentando nel contempo di arrestare Top Dollar e tutta la sua organizzazione criminale. Se purtroppo Albrecht non è stato in grado di acchiappare i responsabili , Eric invece ce la fa, e la morte che dispensa è estremamente spettacolare e sanguinolenta. Il Corvo infatti si getta in un frenetico ed inarrestabile sterminio di cattivi, che si concluderà con lo scontro finale con Top Dollar.

E tu che saresti un clown, un fantasma? …Qualcosa di simile…Sembra di fare il surf altro che skate. Se solo smettesse di piovere!  …Non può piovere per sempre!


IL FILM

x_j-o-barrs-the-crow-0-page02-page03La prima parte del film stabilisce un contatto empatico fra lo spettatore ed i protagonisti, tanto che poi la violenza che segue, che è molta ed efferata, non viene percepita come gratuita, ma anzi meritata e ben amministrata dal protagonista. La fotografia di Dariusz Wolski (Pirati dei Caraibi tutta la serie, Sweeney Todd, Alice in Wonderland di Tim Burton, Prometheus etc etc etc) è perfetta e porta le ombre “liquide” del fumetto, sul grande schermo, illuminate dalle fiamme che sono di fatto una costante in tutto il film. La regia di Proyas, ma in particolar modo il montaggio che è stato adottato, fa della pellicola un super video musicale, frenetico e inarrestabile nella narrazione, tanto che per l’oretta e quaranta di film, non potete distogliere gli occhi. Gli interpreti vanno da se: Brandon Lee è perfetto nell’interpretazione dell’antieroe ed incarna la figura dell’eric cartaceo in maniera inquietante, tanta è la somiglianza. La morte occorsa durante le riprese lo ha catapultato nel mito e questo film ne rappresenta il manifesto. Gli altri personaggi sono comunque comprimari, poichè di fatto non raggiungono mai i livelli di forza e di impatto visivo che Eric, con il suo trucco da pierrot vendicatore, porta sullo schermo. Una menzione va per Michael Wincott/Top Dollar, un bel cattivo serio con una predilezione per il pulp, che sono convinto, Tarantino ama follemente nel profondo del suo cuore.

Me lo diede papà, per i miei cinque anni. Disse: L’infanzia finisce quando scopri che un giorno morirai.

Un film non eccelso in senso assoluto ma di sicuro qualcosa che non vi deluderà mai. Fuori dal tempo, non ha risentito degli anni e se lo vedrete stasera sulla vostra televisione a casa, non vi sembrerà cinearcheologia. La colonna sonora, The Cure, Stone Temple Pilots, Nine Inch Nails, Jane Siberry , da sola vale il costo del dvd. E tanto per non dimenticare, da giugno del 2013, Edizioni BD ha riportato nelle fumetterie il fumetto completo de Il Corvo, in maniera da permettere a chi non lo avesse ancora negli scaffali, di colmare la lacuna. Buona visione e buona lettura.

TI É PIACIUTO IL FILM? ALLORA TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

FUMETTI E LIBRI

Sin City (per un altro fumetto di celluloide)

V per Vendetta (il nome dice già tutto)

Lady Mafia (pulp asiatico da combattimento)

 

FILM

Old Boy (gran film sempre a tema vendetta)

C’era una volta il West (la vendetta nella vecchia america)

A trenta secondi dalla Fine (non voglio dare spoiler… Guardatelo)

  
Il Corvo – Blu-Ray
Il Corvo – DVD
Il Corvo – Fumetto

LA NOSTRA PAGELLA: 8/10

Andrea Cattani

Figlio degli anni '80 (insomma...metà anni 70...), attendo l'arrivo di Daltaniuos per finalmente fuggire da questo pianeta, a mio parere, dominato da mostri. Ecco

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.