Recensione Cinecomic: Scott Pilgrim Vs. The World

Regia Edgar Wright
Paese – Anno – Durata USA – 2010 – 112 min
Stagioni/Episodi
Sceneggiatura Edgar Wright, Michael Bacall
Produzione Marc Platt Productions, Big Talk Films, Closed on Mondays Entertainment
Genere Azione, Fantastico, Commedia

Quando sto con te è come se fossi fatto … non uso droghe, a meno che tu non ne faccia uso, in tal caso mi farei anch’io continuamente
– Scott Pilgrim

Dopo avervelo consigliato nella recensione della scorsa settimana di Kick Ass, eccovi qui la recensione di Scott Pilgrim Vs. The World, la pellicola americana, diretta da il talentuoso Edgar Wright, che è un’autentica esplosione di musica, colori, videogame e fumetti.

TRATTO DAL FUMETTO, PARE UN VIDEOGAME

71II7wtI-EL._SL1500_La pellicola è  tratta dall’omonimo fumetto di Bryan Lee O’Malley, composto da sei volumi incentrati sull’amore adolescenziale del giovane Scott Pilgrim per la bella Ramona Flowers, per la quale sarà chiamato ad affrontare i suoi sette ex, pronti a mettergli i bastoni tra le ruote in ogni modo possibile. La storia raccontata nel film è fondamentalmente la stessa con alcuni marginali cambiamenti, che non vanno a influire sulla tematica di fondo.

Come detto, la regia è affidata al britannico Edgar Wright, che nonostante abbia all’attivo solo pochi film, ha già ampiamente dimostrato il suo talento, tanto che un certo Quentin Tarantino, uno che quando si parla di cinema ha un certo buon gusto, gli ha affidato l’onore di creare il fake trailer Don’t contenuto nel film Grindhouse. Personalmente ritengo che ogni suo singolo film sia fatto molto bene, ed ovviamente per avvalorare la mia tesi non posso non citare il fantastico Shaun of The Dead (L’Alba dei Morti Dementi), pellicola di indiscutibile valore.

Trailer36

Tornando al film, la cosa che salta subito agli occhi è la continua ricerca di trasformare il tutto in una sorta di ibrido tra fumetto e videogame, con continui video inserti che ne fanno un prodotto letteralmente multimediale. Wright tramite un sapiente e creativo montaggio combina incessantemente  musiche, omaggi, split screen e animazioni varie che non ci lasciano un momento.

Ehi! Parlo con te, Scott Pilgrim! L’unica cosa che mi separa da lei sono i due minuti che servono per romperti il culo!
da Scott Pilgrim Vs. The World

UNA FRENETICA STORIA D’AMORE MUSICALE A 8-BIT

dsTutto questo dona ovviamente al film un ritmo frenetico che però non risulta faticoso da seguire, grazie sicuramente anche alla semplicità della trama: il ragazzo deve conquistare la ragazza. La vicenda romantica si sviluppa proprio come nei videogame 8-bit: picchiare duro a scorrimento, come Street Fighter e Mortal Kombat, affrontare un ex (nemico) dopo l’altro per avvicinarsi (salire di livello) alla definitiva conquista della bella Ramona (Vittoria)!

Degna di nota è anche la parte musicale, formata da una bellissima colonna sonora quasi interamente costituita da pezzi indie-rock, che potete trovare qui. Nel film oltre che essere il sottofondo della vicenda, la musica svolge anche un ruolo da protagonista: infatti il nostro eroe Scott suona in una band, la Sex Bob-omb band, di cui seguiamo le vicende per tutto il film, dalle prime  prove iniziali, ad uno dei combattimenti contro gli ex di Ramona durante la mitica sfida tra band.

217700414_640

Senza titolo-1Il cast è giovane e di talento, con Scott Pilgrim interpretato da  Michael Cera (Juno) e la bella Ramona Flowers interpretata da Mary Elisabeth Winstead (Die Hard – Vivere o Morire). Michael Cera forse risulta un po’ forzato in questo ruolo, mentre lei pare azzeccatissima;  gli altri, a partire dal grande Chris Evans (Captain American), sono tutti bravi e strani al punto giusto.

Fermi! Polizia Vegana! Todd Ingram, ti dichiaro in arresto per Infrazione Vegana! Codice 827: “Assunzione di crema di latte”!
da Scott Pilgrim Vs. The World

 UN FILM ORIGINALE, SICURAMENTE DA VEDERE

Edgar Wright riesce a combinare tutti questi elementi senza andare troppo a discapito delle vicende narrate; intendiamoci, a lungo andare forse la storia  perde un po’ di dinamicità e focalizzazione, ma in un film del genere, dove il nostro cervello è letteralmente preso d’assalto da mille luci colori e suoni, ci può stare.
Sicuramente bisogna avere un determinato gusto e una predisposizione adeguata per godersi appieno il film, ma il tentativo di creare un prodotto originale, punto di incontro tra cinema, videogame e fumetto, è lodevole e il risultato raggiunto ottimo; per questo mi sento di consigliare ad ogni appassionato dei generi sopraccitati la visione del film, consapevole però che non a tutti farà lo stesso effetto.

TI È PIACUTO IL FILM ? ALLORA TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Fumetti

Scott Pilgrim – di Bryan Lee O’Malley, ovviamente.

Alla Deriva – di Bryan Lee O’Malley, per chi ama il suo stile.

Film

L’Alba dei Morti Dementidi Edgar Wright, capolavoro.

This is The Enddi Seth Rogen e Jay Baruchel, se vi piacciono I film dei giovani registi in ascesa.

Videogame

Scott Pilgrim Vs. The World: The Game – sviluppato dalla Ubisoft, per rivivere le atmosfere e le vicende del film.


Scott Pilgrim Vs. The World – Blu-Ray
Scott Pilgrim Vs. The World – DVD
Scott Pilgrim – Una vita niente male: 1
Scott Pilgrim vs the World – Vol. 2

C4 MATITE:

Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.