Recensione Cinecomic: Tartarughe Ninja (Teenage Mutant Ninja Turtles)

Regia Jonathan Liebesman
Paese – Anno – Durata USA – 2014 – 101 min.
Stagioni/Episodi
Sceneggiatura Josh Appelbaum e André Nemec
Produzione Gama Entertainment Partners, Nickelodeon Movies, Platinum Dunes
Genere Azione, Avventura

COWABUNGA!

IL RITORNO DELLE TARTARUGHE

05Quando venne annunciata la produzione di un nuovo film delle Tartarughe Ninja (Teenage Mutant Ninja Turtles) vi furono pareri discordanti sul coinvolgimento di Michael Bay, noto sopratutto per aver messo mano sul franchise dei Transformers negli ultimi anni.

La regia di Jonathan Liebsman ci offre una visione nuova e fresca del mondo nato dai fumetti di Kevin Eastman e Peter Laird.

06Per chi fosse troppo piccolo per ricordarselo, questa non è stata la prima pellicola delle tartarughe, la saga incominciò nel 1990 col film Tartarughe Ninja alla riscossa, seguito poi da altri due titoli che compongono una trilogia. Secondo la storia del 1984 ,le tartarughe ninja sono risultato di un incidente automobilistico che ha coinvolto delle sostanze chimiche, che colpì le quattro piccole creature, Michelangelo, Leonardo, Donatello e Raffaello trasformandole in enormi esseri antropomorfi. Assieme a loro vi è il maestro Splinter, un uomo che fu costretto a vivere nelle fogne assieme ai ratti, trasformandosi lui stesso in un ratto umano, assumendo un ruolo da sensei e genitore si prese cura delle tartarughe, allenandole nell’arte del combattimento e insegnandoli diversi valori di rispetto, onore e giustizia. Con gli anni le tartarughe hanno trasformato le fogne nella loro casa, uscendo ogni tanto in superficie per affrontare diversi avversari tra cui il Clan del Piede capeggiato da Shredder, un tempo rivale di Splinter.

Nel mondo delle tartarughe ninja esistono vari personaggi che hanno reso celebre la saga, partendo dalla reporter Apri O’neil che diventa l’amica della squadra, Casey Jones il vigilante armato di mazza da hockey.

Quello che abbiamo di fronte adesso è un tentativo di riesumare una saga cult nell’odierno, ricorrendo ad un restyling delle tartarughe, con dei ritocchi alla trama.

03ùLA TRAMA

April O’Neil (Megan Fox) è un’aspirante reporter di punta che cerca di seguire gli atti terroristici esplosi a New York, dietro a questo terrorismo vi è il Clan del Piede, un gruppo composto da soldati armati e mascherati. April cercherà in tutti i modi di far luce sulla motivazione di questi attacchi, ottenendo comunque uno scarso risultato fino a quando una sera durante un attacco del clan, assiste all’intervento di un personaggio misterioso che in pochi secondi riesce a far fronte all’attacco. Sarà dunque questo lo scoop che April sta aspettando, aprendo una piccola porta che si affaccia ad una realtà ben più inimmaginabile.

Tecnicamente siamo tartarughe

CAMBIO DI GUSCIO

04Non ho voluto andare oltre nella trama, ma si può ben capire come sarà lo sviluppo (il titolo in generale lascia poco spazio alla sorpresa).

Quello che si può dire della pellicola è l’inaspettata fedeltà che si ha avuto sulla personalità delle tartarughe, si è deciso di esternare queste quattro personalità differenti dando un un’estetica singola ad ognuna di loro, arricchendole con molte nozioni  di cultura hip hop. Dimentichiamoci delle quattro tartarughe identiche e riconoscibili solo per il colore delle fasce e le armi, in questa pellicola le differenze sono ben evidenziate, dando la possibilità di comprendere i personaggi in modo più rapido nei 1o1 minuti concessi. Molto meno fedele è stato il look di April di cui vediamo solo un accenno di giacca gialla, molto interessante invece è stata la reinterpretazione dell’armatura di Shredder.

Per quanto riguarda la trama è stato molto apprezzato e visivamente ben curato lo spezzone iniziale che introduce sin da subito il mondo delle Tartarughe Ninja, per il resto non spicca di gran originalità il livello dei colpi di scena, preferendo puntare su una serie di battute e momenti comici da divano.

La pellicola a livello visivo è intrigante e reinserisce in maniera provocatoria l’immaginario delle tartarughe che volenti o nolenti si concederà alle nuove piccole generazioni, lasciando gli ex bambini con l’effetto nostalgia misto a dubbi sull’estetica.

02PARERI FINALI

La pellicola è un’ottimo film da vedere per passare il tempo con amici o famiglia, non è assolutamente da prendere sul serio e come commedia funziona abbastanza bene. I nasi tanto criticati delle tartarughe non sono stati così fastidiosi come sembrava e si apprezza un Michael Bay che rinuncia stranamente alle esplosioni che tanto lo hanno segnato (ce ne sarà qualcuna comunque, non temete).

TI È PIACUTO IL FILM ? ALLORA TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Fumetti

Teenage Mutant Ninja Turtles – di Kevin Eastman e Peter Laird, ovviamente.

Film

Tartarughe Ninja alla Riscossa – di Steve Barron, qui la nostra recensione.

Tartarughe Ninja – e i seguiti di questa pellicola.

Howard e il destino del mondo – di Willard Huyck, per continuare sullo stile degli anni ’80.


Tartarughe Ninja Collection (2 Dvd)
Tartarughe Ninja 2 – Il Segreto Di Ooze
Tartarughe Ninja 3
Teenage Mutant Ninja Turtles – L’Alba Delle Tartarughe
Tmnt – Teenage Mutant Ninja Turtles

LA NOSTRA PAGELLA: 5/10

Francis Leo Tabios

Antihero part-time, awesome designer & artist, gamer inside.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.