Recensione Cinecomic: Suicide Squad

suicide squad cover poster

Regia David Ayer
Paese – Anno – Durata USA – 2016 – 122′
Stagioni/Episodi
Sceneggiatura David Ayer
Produzione Atlas Entertainment, DC Entertainment, RatPac-Dune Entertainment
Genere Azione – Super eroi

SCRIVERE UN FILM DI SUPER EROI DECENTE? È UN SUICIDIO

Mentre il Marvel Cinematic Universe si espande seguendo i criterisuicide squad poster della ragione morale, la controparte Dc Comics è partita con una critica al giudizio estetico e un attentato alla metafisica del cinema pop, smembrando spettatori e amanti del cinema (c’è differenza!) con la sua entrata a gamba tesa sulla scena, quel Batman v Superman: Dawn of Justice che ha fatto sorgere l’alba di un nuovo universo ammantato di colori saturi e plumbei. E siccome i buoni hanno fallito, è giusto che a farla da padrone siano i cattivi, gli squilibrati, gli emarginati della classe superomistica.

Suicide Squad è un progetto interessante che, leviamoci subito il dente, sopravvive al lancio delle patate e delle angurie ed esce a testa quasi integra dal confronto con il mondo. Le aspre critiche della stampa estera che lo hanno introdotto non hanno intimorito le file di spettatori che fin dal primo spettacolo di ieri pomeriggio erano già presenti a frotte davanti al botteghino.

suicide squad

Appena il film ha inizio le cose vengono subito messe in chiaro: gli sceneggiatori sono stati reclutati nelle prigioni segrete del governo statunitense. Al diavolo la trama, si può trovare avvincente una Divinità che vuole distruggere il mondo “perchè si“? Che spara un raggio di diversi centimetri di diametro nell’atmosfera per… e un gomblotto ordito da agenti con l’anima nera come la pece? Io salterei volentieri. Ma il fatto che l’unica speranza di salvezza siano degli scalcinati figli di buona donna dall’umorismo ambiguo e dalle vite devastate, quello sì che è interessante.

BELLI E DANNATI

Suicide Squad ha senso proprio per il team negativo che ribalta l’ordine dei soliti eroi, non è una storia nuova ma la scelta del cast è senza dinsane-fan-art-simon-delart-luke-butland-are-already-psycho-for-suicide-squad-batte-541569ubbio valida. Deadshot e l’amante del Joker, Harley Quinn, interpretati da due mostri di talento come Will Smith e la divina Margot Robbie sono in sella al carisma e il resto della truppa ne beneficia. La caratterizzazione dei due è molto ben studiata e le interpretazioni perfette, tant’è che non riuscirete a staccare gli occhi di dosso da entrambi. Il film si apre con un primo atto al servizio della presentazione dei personaggi principali, e fin qui va tutto bene proprio perchè non si parla ancora di trama. Nel secondo atto i nodi s’incastrano nel pettine e nel terzo vengono strappati via a rallentatore (l’influenza di Zack Snyder non abbandona la Warner) in un finale che non ha nulla da invidiare a una puntata dei Power Rangers.

Allora cosa c’è di buono in Suicide Squad? Il fatto che si parli di disadattati in modo nobile, che si racconti nei flashback la loro umanità. In alcuni passaggi il film rischia persino di risultare profondo, In altri tocca alti punti di trash.

suicide-squadposter-xlarge

Si nota che qualcosa nel montaggio finale è sfuggito: ci sono scene staccate o chiuse in modo frettoloso e qui pesa lo spettro del cut selvatico in post-produzione che ci riporta alla polemica sulle extended edition per rimettere a posto i buchi visti al cinema.

IL SOLITO PAZZOIDE…

E via con un altro Joker. Un look inquietante, un outfit pacchiano e un doppiaggio di palta. Qualcosa manca a questo Jared Leto psicopatico, il suo personaggio è stato scritto più come un dandy del crimine su di giri che come un terribile maniaco del caos ma si merita il rinvio a giudizio in un film che lo riguardi più da vicino. Tuttavia il rapporto morboso con la sua regina è attraente come sulla carta e sarebbe interessante saperne di più.

suicide squad

Suicide Squad è un film medio con un’eccellente campagna pubblicitaria alle spalle che ha pompato fin troppo le aspettative. I cattivi ragazzi sono pur sempre degli esseri umani, i veri malvagi sono le alte sfere del governo col pallino del controllo, per cui si finisce per simpatizzare per gli antieroi. Non si scade in una storia cruda e realistica ma in un  giocattolone colorato, accompagnato da una colonna sonora ultra-pop che sdrammatizza e scimmiotta Guardiani della Galassia.

La Warner e la Dc devono ancora scegliere che linea dare a questo universo ma ci siamo comunque ripresi dalle brutture di Superman che frigna e questo è già qualcosa. La differenza tra il rigore e la compostezza della Marvel e il caotico agglomerato di scene e personaggi a caso della Dc Comics si acuisce sempre di più, ma in fondo ci fa anche piacere.

suicide-squad-una-cascata-clip-dal-film-v3-267651-1280x720

P:S: rimanete seduti dopo i titoli di coda. C’è una sorpresa che riguarda un certo miliardario in calzamaglia.


Suicide Squad – Digibook (Collectors Edition) (Blu-Ray)
Suicide Squad (Blu-Ray)
Funko – Figurine DC Heroes Suicide Squad – Joker Pop 10cm – 0849803086596
Funko – Figurine DC Heroes Suicide Squad – Harley Quinn Pop 10cm – 0849803084011
Suicide Squad Hard Snap-On Protective Case Cover For Iphone 6 / Iphone 6S

LA NOSTRA PAGELLA: 7.5/10

Orzo Nimai

Mi chiamo Nimai. E' il mio vero nome. Sul serio! Scrivo storie e un giorno vorrei farlo diventare un lavoro. Uno dei miei sogni è accumulare abbastanza materiale per riempire almeno una pagina su Wikipedia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.