Collezionismo: Boom! La nona arte in asta a Roma

LA STRADA CHE CONDUCE A SOGNARE

Schermata 2015-04-08 alle 09.56.33Il salotto buono del collezionismo italiano (e non solo), si è appena ripreso dalla freschissima 32° asta, cha di fatto mantiene ancora i lotti invenduti (pochi) fino al prossimo 21 aprile, che già è costretto a ritrovare un comodo posto per assistere ad un nuovo spettacolo davvero promettente. Per chi ancora non ne fosse a conoscenza, la rinomata casa d’aste Little Nemo, specializzata in fumetti da investimento e collezione, tavole originali, stampe e libri di pregio, organizza eventi unici e irripetibili per palati fini e soprattutto tasche allenate al movimento della sottrazione danarosa. La consueta sede storica di via Ozanam 7 a Torino, presso lo Spazio ART&Co.MIX si è spostata eccezionalmente nella capitale. L’asta numero 33 “BOOM! la nona arte in asta a Roma” avrà sede di esposizione presso CArt Gallery, via del Gesù 61, per poi spostarsi in sede d’asta presso Grand Hotel de la Minerve, Piazza Minerva 69. Sciolte le informazioni di base arriviamo al sodo, alle notizie che fanno venire l’acquolina alla bocca.

NOMI E GROSSI NOMI

Schermata 2015-04-08 alle 09.57.18Se amate i cataloghi e goderne ogni volta che ne avete voglia, è acquistabile direttamente del sito la copia cartacea. Se invece vi accontentate di vederlo sul vostro tablet o pc, esiste la versione PDF scaricabile gratuitamente direttamente dal sito Little Nemo.it. Se certi nomi come Mignola, Manara, Toppi, Zaniboni, Bonvi, Jacovitti, Stano, Frezzato, Pazienza, Crepax, Pratt vi fanno saltare il cuore fuori dai binari rigidi della respirazione normale, preparatevi a gustarvi immagini uniche, emozionanti, tavole davvero impressionanti, sconosciute che prima di scomparire tra le pieghe oscure di gelosissime collezioni private si mettono in mostra, ondeggiando i fianchi come modelle formose durante la settimana della moda. Ma non solo, cogliere l’occasione per avvicinarsi a nomi meno masticati ma pur sempre nel novero dei giganti, è un allenamento che non deve mancare. Resta pur sempre una godibile carrellata ampiamente spiegata da didascalie chiare, descrittive, complete di misure e tecniche realizzative. Nota da non trascurare sono le cifre riportate in calce, numeri che stanno ad indicare le reali quotazioni di mercato. Troverete infatti a conclusione di ogni descrizione due numeri tipo 2900/3500, dove il primo fa riferimento alla cifra in cui l’asta parte e la seconda la cifra presunta di chiusura. Divertitevi a seguire il movimento perpetuo della nona arte, quella che da qualche tempo a gomitate reclama un posto alla chiara luce del sole, e che poco per volta sembra affermarsi ad altissimi livelli.


Il gioco
Tutto ricominciò con un’estate indiana
Corto Maltese. Una ballata del mare salato
Sturmtruppen Volume 1 – Uffizialen e gentiluomo (Fumetti Magazzini Salani)
Il gatto stregato. I randagi

Editore Il catalogo è a cura di Little Nemo
Autori vari autori
Prima pubblicazione primi anni 2000
Prima edizione italiana primi anni 2000
Formato variabile
Numero pagine variabile
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione Per le valutazioni è possibile scaricare anche la lista delle aggiudicazioni per vedere le cifre delle tavole vendute

COSA DEVI SAPERE:

La nota finale doverosa è rivolta a chi da anni gestisce il rigoglioso movimento degli artisti che si sono prestati al fumetto. La casa d'aste Little Nemo fa dell'esperienza pluridecennale il marchio di fabbrica indiscutibile e di assoluto prestigio. Da anni Sergio Pignatone, il fondatore, porta avanti con passione e competenza il delicato sistema delle esposizioni con asta; presente presso le maggiori mostre mercato di fumetti, mantiene personalmente un rapporto vivo con gli autori, gli editori e i collezionisti di tutte le età. Se avrete piacere di conoscerlo capirete che è un uomo assolutamente disponibile a qualsiasi spiegazione, estremamente semplice e dotato di quella umiltà sana che rende ogni collezione valida, poiché è la passione che ognuno di noi infonde verso la propria raccolta a farla diventare preziosa.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.