Collezionismo: Dylan Dog, l’Indagatore dell’Incubo

DYLAN DOG N.1 - L'ALBA DEI MORTI VIVENTI_Pagina_01

Dylan Dog nasce da un’idea di Tiziano Sclavi. Sono gli anni ’80, e quelli della mia generazione che in quel periodo vivevano l’adolescenza si nutrivano di tutti i generi di film horror che si riuscivano a trovare. In un terreno così fertile cadeva come il classico cacio sui classicissimi maccheroni. Il successo fu quasi repentino, le tematiche affrontate stuzzicavano ferocemente la curiosità dei ragazzi, che in fumetteria curiosavano tra le riviste americane di Fangoria e Creepshow. Ben presto i numeri divennero esauriti creando un precedente e un caso editoriale unico su tutto il territorio nazionale. Così zombi, lupi mannari, vampiri, licantropi e ogni genere di mostruosità ci tengono compagnia da quasi trent’anni. Anche se adesso sta trascorrendo una fase di passaggio, in cui il personaggio è al centro di un lento e necessario restyling, in un passato mediamente recente svettava in cima alle vendite ogni mese, tanto da rimanere nell’immaginario collettivo come uno status assoluto del panorama fumettistico italiano.


Dylan Dog #1 – L’alba dei morti viventi
Dylan Dog: Cronache dal Pianeta dei Morti
Dylan Dog – Il sorriso dell’Oscura Signora
Tutti gli incubi di Dylan Dog
Dylan Dog – Statua Figure

Editore Sergio Bonelli Editore
Autori Tiziano Sclavi
Prima pubblicazione ottobre 1986
Prima edizione italiana ottobre 1986
Formato Bonelliano
Numero pagine 96
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione 150/200

COSA DEVI SAPERE:

Il numero 1 di Dylan Dog è il numero chiave della serie. Non ci sono altre particolari rarità, anche se i primi 10 albi possono raggiungere cifre un po' più elevate della media. La serie risente un po' della crisi e si sta svalutando. "L'alba dei morti viventi" benché oneroso non è da ritenersi particolarmente raro, in fondo in una qualsiasi mostra o piccola fiera è facile imbattersi in qualche copia ben esposta; anche nelle aste on line si trova con semplicità. Il valore di questo fumetto è determinato dallo stato complessivo, e questo è fin troppo ovvio, ma attenzione a piccoli dettagli: i primi numeri della serie, resi e ridistribuiti in edicola spesso avevano applicato sul prezzo un bollino con un nuovo prezzo (da evitare per i puristi). Inoltre diffidate da certe copie che circolavano regolarmente diversi anni fa, copie non autorizzate e assolutamente false (riconoscibili dalla qualità scadente e dai colori di copertina assai spenti. Curiosità: la serie regolare di D.D. non ha gadgets apparte il numero 60 "Frankestein!" che uscì blisterato e con all'interno una bustina degli stickers dedicati all'indagatore. Al contrario fuori dalla serie regolare esistono svariati oggetti dedicati al personaggio che ne fanno un vero e proprio status symbol, statuette, accendini, cartoline, figurine, oggetti che impreziosiscono le raccolte dei più accaniti fans.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

14 Risposte

  1. 15 novembre 2014

    […] di Broni, dopo aver impresso il suo Dylan Dog sui cuori di migliaia di lettori, è stato invitato ad imprimere sul cemento e nella storia della […]

  2. 2 gennaio 2015

    […] cover è stata realizzata da Angelo Stano per l’albo numero 342 della serie regolare di Dylan Dog. La storia, intitolata “Il Cuore degli uomini“, è stata scritta dal curatore Roberto […]

  3. 3 gennaio 2015

    […] la votazione per assegnare il Grouchino D’Oro al Miglior disegnatore della Serie Regolare di Dylan Dog del […]

  4. 1 aprile 2015

    […] flash per i fan dylaniati: da poche ore è apparsa su facebook la cover del numero 345 di Dylan Dog (sarà nelle edicole tra meno di due mesi). Dalla pagina ufficiale, ci fanno sapere che l’albo […]

  5. 29 giugno 2015

    […] serie dell’Indagatore dell’Incubo, ha annunciato nella quarta pagina del nuovo albo di Dylan Dog, il numero 346 della serie regolare intitolato …E cenere ritornerai uscito sabato 27 giugno, una […]

  6. 11 luglio 2015

    […] l’anticipazione sulle ristampe dei Color Fest di Dylan Dog da parte del quotidiano “La Gazzetta dello Sport“, QUI il nostro articolo, oggi […]

  7. 12 agosto 2015

    […] di Silvia Ziche per un progetto sulle diverse interpretazioni di Groucho, storico assistente di Dylan Dog. Singole storie da 32 pagine per ogni artista, contenute in un albo per Sergio Bonelli […]

  8. 31 agosto 2015

    […] esser stato letteralmente preso d’assalto dai fan smaniosi di ricevere uno sketch di Dampyr o Dylan Dog, ci ha concesso una breve intervista durante la quale abbiamo approfondito alcune tematiche […]

  9. 25 settembre 2015

    […] dalle 21 in poi, Roberto Recchioni, il curatore della serie Dylan Dog, sarà ospite dei microfoni di della radio […]

  10. 30 settembre 2015

    […] 9.36: La Sindrome di Alamo di Roberto Recchioni. Il celebre autore romano e curatore di Dylan Dog invia il suo avatar a fumetti a incontrare uno dei personaggi da lui scritti, Tex. Nel corso […]

  11. 19 ottobre 2015

    […] solo interpretati, da John Doe, Detective Dante, David Murphy a 911, Battaglia, Asso, Diabolik, Dylan Dog, fino al recentissimo successo di Orfani. Emilano Mammucari è il creatore di personaggi, armi, […]

  12. 21 ottobre 2015

    […] bella iniziativa per i fan di Dylan Dog, realizzata dall’agenzia UNICEF. Sono state infatti realizzate delle Pigotte, le ormai […]

  13. 1 dicembre 2015

    […] terminato e, abbandonato un mondo costellato di mostre, eventi e splendidi incontri con autori di Dylan Dog alla soglia del nuovo corso, tornavo a casa con la mia dolce metà, pronto a ripartire e […]

  14. 16 aprile 2016

    […] Silver, creatore di Lupo Alberto, John Ridgway, Alfredo Castelli, Claudio Villa, copertinista di Dylan Dog e Tex, Giuseppe Camuncoli, Paolo Bacilieri, Mirka Andolfo, Simone Bianchi, Alessia Martusciello, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.