Collezionismo: Jonny Logan

91vYjsRn46L._SL1500_La fortuna crescente che cavalcava all’inizio degli anni ’70 Alan Ford, portò a credere che si potesse in qualche modo ricreare una situazione simile con personaggi analoghi ma allo stesso tempo ben distinti. Se da un lato l’ambientazione, al tempo, avveniristica di una New York crepuscolare impressionava il pubblico, per Jonny Logan (al secolo Giovanni Loganetti) si scelse una più moderata e attuale Milano. Purtroppo da sempre JL non è mai riuscito a scrollarsi di dosso l’etichetta di figliastro, non riuscendo a decollare mai veramente; si presentò al pubblico come fumetto satirico, come una sbalestrata accozzaglia di cacciatori di taglie urbani, goffi e maldestri.

JONNY-LOGAN028Le somiglianze forse sembrarono un po’ troppe e evidenti col “cugino” targato Editoriale Corno, così da rimanere nell’ombra e svilupparsi per una vita breve che conta in tutto 77 numeri tra prima e seconda serie. Fu comunque un fumetto insolito, partorito nel 1972 da Romano Garofalo e Leone Cimpellin, che affondava direttamente le proprie risorse nelle difficili tematiche di quegli anni di piombo, non era difficile infatti ritrovare ambientazioni rivolte al divorzio, le tasse, l’immigrazione e l’infiltrazione mafiosa nella politica. I disegni risultano piacevoli e leggeri, conditi da una vena sarcastica e cinica che rende scorrevole e attuale ancora oggi la lettura.

Editore Edizioni Dardo
Autori Romano Garofalo & Leone Cimpellin
Prima pubblicazione luglio 1972
Prima edizione italiana luglio 1972
Formato
Numero pagine
Poster Allegato al numero 9
Adesivi Presenti ai numeri 4-5-8-11-12-14-15-16
Gadget Presenti ai numeri 4-5-8-11-12-14-15-16
Reperibilità
Quotazione Collezione completa prima serie € 250/300 seconda serie € 150/200

COSA DEVI SAPERE:

La raccolta completa di Jonny Logan si compone di due serie, la prima di 56 numeri va dal luglio 1972 al marzo 1977 e ha un formato tascabile brossurato tipo Diabolik in bianco e nero. A livello collezionistico si va tranquilli sui primi numeri fino alla fascia centrale, dove l'ottimismo era solo secondo all'abbondanza di copie stampate, ma è verso la fine della serie che la tiratura scende e trovare gli ultimi 5/6 numeri è un po' più complicato. Non si raggiungono mai cifre da far accapponare la pelle ma in certi casi si va tranquillamente sopra la decina di euro. Si deve comunque fare una distinzione, nella prima serie ci sono numeri che contengono adesivi (costume degli anni '70) come nei numeri 4-5-8-11-12-14-15, o un allegato pubblicitario nel 24 (per la coppa del mondo di calcio del 1978) o il poster allegato al numero 9; questi numeri se ricercati in eccellente stato e completi di tutto hanno quotazioni che salgono di qualcosa toccando cifre fino ai 25/30 euro.
La seconda serie è a colori e cambia di formato e si presenta non più in brossura ma è spillata. E' una serie abbastanza breve, composta da 21 numeri. Consiglierei di acquistarla completa evitando ricerche difficoltose ed estenuanti

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.