Collezionismo: Kriminal

kriminalUna delle serie più ambite dai vecchi e nuovi collezionisti di tutti i tempi, racchiude in se molti spunti e pretesti che rendono estremamente collezionabile questo titolo. Personaggio creato dalla coppia instancabile Luciano Secchi (Max Bunker) e Roberto Raviola (Magnus) nel 1964, ricalca il successo ottenuto da altre testate che corrono su binari paralleli come Diabolik. Satanik infatti fa parte di quella categoria che identifica il genere con il nome di “nero”. “Il suo nome significa morte!” è lo slogan che lega i lettori  alle avventure del protagonista, Antony Logan, che amareggiato per la perdita del padre, decide di vestire le spoglie spettrali dello scheletro in tuta, mutandosi in uno spietato criminale. La veste di antieroe diventa credibile e ficcante, supportata dalle chine nere del maestro Magnus che sembra trovarsi a suo agio. La serie si fregia di ben 419 numeri con cadenza variabile, coprendo uno spazio temporale che abbraccia dieci anni dal 1964 al 1974. La casa editrice che porta in seno questo eccellente prodotto è la lungimirante casa editrice Corno, attivissima in quegli anni.  Di rilievo sono le spettacolari e spesso veramente ispirate copertine di L. Corteggi, inarrivabile comunicatore, sintetico quanto basta e visionario pittore prestato all’arte del fumetto.


Kriminal: 1
Kriminal: 2
Kriminal: 3
Kriminal: 4
Kriminal: 5

Editore Editoriale Corno
Autori Luciano Secchi (Max Bunker) e Roberto Raviola (Magnus)
Prima pubblicazione Agosto 1964
Prima edizione italiana Agosto 1964
Formato 12 cm x 17 cm
Numero pagine 128 pag + copertina
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione € 1200/1500

COSA DEVI SAPERE:

"Il re del Terrore" apre la serie come numero 1. Trovare questo esemplare in ottime condizioni è un'impresa di non facile riuscita. Il tempo, la carta di poco pregio e un riconoscimento arrivato tardivo relegano questo esemplare tra i più difficili da reperire. Le condizioni perfette esigono colori vivi, spigoli saldi, costolina integra e intatta. Ogni manchevolezza abbassa drasticamente la valutazione. Al centro di aste di settore non rimane mai tra gli oggetti invenduti; molto difficile poter vedere da vicino un esemplare di livello presso fiere e mostre del fumetto. Tutta la serie gode comunque di quotazioni medie rilevanti, con un occhio particolare per quei numeri che portano in dote gadgets:
– n° 100-252-253-254-255-275-276-277-278-279-280-287-289-290-291-292-293-294-295-296-297-298-301-302-303 (adesivi)
– n° 300 (manifesto)
i numeri sopra elencati possono raggiungere valutazioni che oscillano tra i 50 e i 100 euro.
La serie completa dei 419 numeri + tutti gli allegati, può arrivare a cifre di tutto riguardo, in un ordine indicativo di € 10.000/15.000.
Per i più pignoli e amanti della completezza esistono del personaggio diversi gadget extra serie, come portachiavi, medaglie, poster cinematografici dei due film realizzati.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 26 settembre 2016

    […] del Lucca Comics & Games di quest’anno è stato presentato il numero 0 del ritorno di Kriminal, in tiratura limitata a 2.000 copie. Per tutti coloro che non siano riusciti ad acquistarne una […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.