Collezionismo: L’Uomo Ragno

00c-Scaedi14891

1970 inoltrato. Il panorama del fumetto italiano sta per conoscere quello che sarà un personaggio amatissimo da diverse generazioni. Infatti in Aprile l’Editoriale Corno distribuisce in tutte le edicole il primo numero de “l’Uomo Ragno“. E’ la prima testata Italiana che ne ospita che avventure e lo fa con un formato spillato, piuttosto insolito, di dimensioni 17 x 26. Inizialmente le pagine sono in parte a colori e in parte in bianco e nero, ma dal numero 50 il colore prende il sopravvento e ci rimane fino alla conclusione della prima serie.

M1

Gli albi escono ininterrottamente dall’aprile 1970 fino al marzo 1981, con cadenza quattordicinale per un numero complessivo di 283 numeri. La collana ha proposto le storie tratte direttamente della serie americana uscita qualche anno prima e precisamente da The Amazing Spider-Man, Marvel Team-Up e Peter Parker, the Spectacular Spider-Man.


Spider-Man: 1
L’Uomo Ragno
L’uomo ragno: conseguenze inattese
Spider-Man. Le storie più belle 1962-2002. Con uno scritto di Wu Ming
The amazing Spider-Man

Editore Editoriale Corno
Autori Stan Lee – Steve Ditko
Prima pubblicazione 1962 Marvel Comics
Prima edizione italiana 1970 Aprile
Formato 17 x 29
Numero pagine 48
Poster Presente un poster nella pagina centrale
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione 600/700 con poster e in condizioni pari al nuovo

COSA DEVI SAPERE:

Non è difficile imbattersi in un numero 1 dell'Uomo ragno se si fa una ricerca su internet o alle mostre del fumetto, poiché ancora non ha raggiunto livelli elevati di rarità. Certo è che per averlo si deve essere disposti a sborsare una cifra abbastanza importante. Se si è interessati all'acquisto dobbiamo tenere conto di un paio di semplici considerazioni. Il prezzo è determinato dalla presenza del poster all'interno, che deve essere ancora attaccato alle grappette. Inoltre bisogna assicurarsi che l'albo non sia una resa e quindi di busta, con la classica colorazione rossa. Come ultimo consiglio bisogna prestare attenzione ad una ristampa anastatica abbastanza simile, ma assai lontana dall'originale, realizzata con autorizzazione. Si riconosce dalle scritte in copertina differenti e dalla numerazione molto più grande nella ristampa, inoltre non è indicato il prezzo originale di L 200.
Ricordati inoltre che la serie ha molti altri gadget all'interno (poster, adesivi) e quindi numeri apparentemente comuni possono diventare piccoli tesori di carta.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.