Collezionismo: Satanik

949756-satanik_1Satanik ha una vita editoriale di 10 anni, l’equivalente di 231 numeri. È una serie appartenente al genere chiamato “nero” con forti toni horror. Il personaggio scaturisce dalla mente vulcanica di Max Bunker, (è il 1964) e nel panorama storico italiano giunge sul mercato come una fredda lama di rasoio. L’Italia è un paese bigotto, avvolto nel manto rassicurante del buonismo a buon mercato, le donne vivono ancora uno scampolo di permanente medioevo e tutto sembra persistere all’infinito. Ingannevole, ma con una creatura meticolosamente studiata sbarca nel mare magnum della letteratura a fumetti Marny Bannister, una brillantissima e ammirata  laureata in chimica, ma rovinosamente brutta. Così attraverso un composto di sua invenzione si trasforma in una donna risoluta e bellissima, che userà il suo irresistibile fascino per vendicarsi del tanto odiato sesso maschile.

satanik1dOggi questo fumetto assapora una seconda giovinezza, tenuto caro tra gli amanti delle serie Corno e dai seguaci devoti del maestro Magnus, anche se di tempo ce n’è voluto parecchio per riscattarsi e sfilare tra le icone che, viaggiando controcorrente, hanno instancabilmente aperto un varco tra l’opinione pubblica troppo spesso ottusa e volutamente cieca, a dimostrazione di come poco fosse considerato questo fumetto cito un passaggio da ” I Fumetti” di Gaetano Strazzulla, Vol. 2 I personaggi, saggio edito dalla Sansoni nel 1980….. “Satanik ….. è la versione femminile dei deprecabili personaggi dei fumetti sadici, realizzati negli anni sessanta in Italia…… anche se appare come una formosa bionda, generalmente inguainata in un’aderente calzamaglia, in realtà questa diabolica e perversa creatura è una laida vecchia di nome Marny Bannister che, grazie a una magica pozione, ha preso in prestito un giovane e ben tornito corpo, per vendicarsi così degli uomini che la disprezzano


Satanik
Satanik 1
Satanik 2
Satanik 1-4
Satanik – DVD

Editore Editoriale Corno
Autori Luciano Secchi (Max Bunker) & Roberto Raviola (Magnus)
Prima pubblicazione dicembre 1964
Prima edizione italiana dicembra 1964
Formato cm 11,7 x 17
Numero pagine 128
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione 400 € da considerarsi pari al nuovo

COSA DEVI SAPERE:

Il valore di questo fumetto è determinato dalle condizioni in cui si trova naturalmente; avendo una rispettabilissima età di 50 anni è molto difficile scovarlo in ottime condizioni. Come per altri fumetti di questo periodo potrebbe essere stato rifilato, per occultare la tintura rossa o blu dei fumetti di resa restituiti alle case editrici e successivamente reintrodotti in edicola. Il numero 1 "La legge del male" è il numero chiave della serie, non ha adesivi o poster, ma resta pure sempre di difficile reperimento; raramente si trova sulle aste on-line e ancor più difficilmente è possibile vederlo dal vivo a fiere o mostre. Da segnalare che nella serie sono presenti diversi numeri con gadgets che in condizioni perfette possono raggiungere cifre oscillanti tra i 50/100€, i numeri da segnare sono i sottoelencati:
– Adesivi fustellati ai numeri 138, 139, 140, 151, 152, 153, 154, 155, 156, 157, 158, 159, 160, 161, 162, 163, 164, 165, 166, 178, 187 e 201.
– Manifesto al 201.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.