Collezionismo: Topolino contro Wolp

UN DESIDERIO IMPOSSIBILE

Nella moltitudine di collezionisti dell’universo Disney sono in pochi, anzi pochissimi, quelli che posso fregiarsi di pezzi rari e inarrivabili. Ma se scomodiamo il numero uno della banda Disney a rimanere al proprio posto sono realmente solo un drappello di eletti. Solo citare il titolo fa tremare i polsi ai più tenaci e preparati del settore, ma è un passaggio doveroso e necessario per tutti coloro che nutrono almeno il desiderio di sapere. 15 ottobre 1933 per un prezzo di copertina di centesimi 50, distribuito dalla Editrice G. Nerbini di Firenze, esce al pubblico un albo orizzontale intitolato “Topolino contro Wolf il terribile brigante del west“. 12 paginette leggere leggere e spillate, disegnate in originale da Floyd Gottfredson. Ritenetevi già ampiamente soddisfatti se un giorno vi capiterà anche solo di vederlo dal vivo, perché pensare di acquistarlo è puramente uno slancio di follia.

topolino vs wolf


Topolino [MiniFumetto]: 1
Topolino. 80 anni insieme
Topolino nella valle infernale
In giallo
Le più belle storie horror

Editore Nerbini
Autori Floyd Gottfredson
Prima pubblicazione 1933
Prima edizione italiana 1933
Formato
Numero pagine 12
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione Perfetto senza difetti parte da una quotazione di € 15.000

COSA DEVI SAPERE:

Come dicevamo, un collezionista dovrebbe già sentirsi ampiamente appagato se solo riuscisse a vederlo dal vivo l'albetto originale. Nel caso in cui la dea bendata caschi in braccio a qualche individuo interessato, è bene sappia di che genere di fumetto si parla: senza troppi giri di parole, questo è un pezzo che vale non meno di € 15.000 (leggi quindicimila) in su. Ad oggi si conoscono 10/11 copie integre in Italia. La valutazione tiene di conto di una copia in perfetto stato di conservazione, bianca senza fioriture, senza lesioni o grappette arrugginite, senza scritte o strappi. Tenuto conto dell'età, del periodo storico nel quale è uscito, nella consistenza delle pagine, reperire un oggetto così è equiparabile alla visione del Sacro Graal. Non occorrerebbe neppure dirlo, perché chi si occupa di pezzi di questo calibro riconosce un falso o una ristampa da un chilometro di distanza, ma è un titolo più e più volte riproposto in ambito editoriale, spesso mantenendo la forma e la dimensione originale

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.