Collezionismo: I racconti del terrore / dell’impossibile

COME UN LAMPO NELLA NOTTE

i raccontiL’editoriale Corno di Milano è attivissima negli anni ’60 del secolo scorso, impegnata su diversi fronti con soluzioni di natura molto differente, spaziando in assoluta libertà dal genere satirico con Alan Ford, a western con El Gringo, alla fantascienza con Gesebel, al nero con gli immortali Kriminal e Satanik. La politica dei vertici sembra non accontentarsi mai, sempre concentrata sulla ricerca di nuovi e prolifici segmenti di mercato. A volte la scelta è decisamente vincente altre volte (spesso) rivolge le proprie energie su prodotti raffazzonati o comunque poco incisivi, nonostante dietro questi progetti editoriali si nascondano personaggi di livello assoluto. Nel biennio 1966-67, nelle edicole era possibile trovare il fumetto contenitore “I racconti del terrore“, che ospitava materiale tratto dalla rivista inglese V.V. artist London. Il primo esperimento cede subito, dopo solo 8 numeri, fino al novembre 1966, per lasciare il passo a “I racconti dell’incubo” che però non vedrà mai la luce; dovremo aspettare almeno fino al luglio del 1967 per vedere la naturale conclusione della serie intitolata “I racconti dell’impossibile” (per 10 numeri).

25224808_1_x


Alan Ford. TNT edition: 1
EL GRINGO N.14 1966
GESEBEL N.14
Kriminal: 1
Satanik

Editore Corno
Autori Vari autori
Prima pubblicazione 1966
Prima edizione italiana 1966
Formato cm 11,9 x cm 16,8
Numero pagine 196 pag b/n + copertine
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione Le due serie complete e in perfetto stato si aggirano sui 500/600 €

COSA DEVI SAPERE:

Il prodotto di per sé non ha molto richiamo per i collezionisti classici della casa editrice Corno, i disegni non appartengono alla scuderia dei fedelissimi che hanno consegnato alla storia questo genere di fumetto. Ma bastano le sontuose copertine dell'impareggiabile Luigi Corteggi, anche se si notano degli alti e bassi notevoli, resta comunque uno degli autori più amati di sempre. Rimarchevole comunque il confezionamento dell'oggetto, se considerato che venivano eseguiti in tempi record, in questo caso con cadenza quindicinale e settimanale

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna Risposta

  1. Sig.Anonimo ha detto:

    Se ho ben capito, l’ultima serie “I racconti dell’impossibile”, dovrebbe contenere dei titoli appartenenti anche alle altre collane da te citate?

    Perchè ho visto, per esempio, che l’episodio “Il Dio dell’odio” è presente in 2 collane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.