Collezionismo: Venus

A OCCHI CHIUSI

VenusAvrete trovato prima o dopo chi a tavola vi ha invitato ad assaggiare qualcosa di stravagante, curioso, palesemente poco invitante. Ecco credo che Venus possa essere riassunto in questa semplice maniera. Questo è un fumetto da considerare esclusivamente in termini collezionistici, come un prodotto esclusivamente per palati preparati ed esperti. Siamo nell’ambito degli sperimentali anni ’60, quando tutto stava diventando lecito, cavalcando l’entusiasmo della trasgressione, così Venus, un fumetto esplicitamente riservato ad un pubblico adulto, vede la luce nel 1966. Venus è all’apparenza una donna, bellissima, affascinante, intelligente, arguta, sensuale, con un solo piccolo difetto: è una creatura proveniente da un altro pianeta. Dotata di incredibili e misteriosi poteri vive sulla terra mischiandosi tra gli umani, vivendo avventure particolari, mettendo continuamente alla prova le reazioni e le debolezze di chi ha la fortuna-sfortuna di avere a che fare con lei.

I disegni sono molto particolari, di una semplicità disarmante, e non è in questo caso un complimento, bensì una velata critica che va a evidenziare una certa rilassatezza, anche se tutto si ammorbidisce sotto il pensiero dell’età del fumetto. L’opera conta 11 uscite, anche se, ne viene pubblicizzata una dodicesima che mai vede una realizzazione editoriale. Le copertine tutto sommato godono di una certa ricercatezza che invita alla scoperta, a capire se di fronte si ha un impianto grafico studiato o se è solo frutto di una eccellente combinazione. Nota finale: il tutto si circonda di un gusto erotico tipico del tempo, audace per certi versi, clamorosamente ingenuo agli occhi di un pubblico odierno.

Editore Vittorio Schiavi
Autori Vittorio Schiavi
Prima pubblicazione 1966
Prima edizione italiana 1966
Formato cm 12 x cm 17
Numero pagine 132 b/n
Poster nessuno
Adesivi nessuno
Gadget nessuno
Reperibilità
Quotazione La serie completa in ottime condizioni si attesta intorno ai € 500/550

COSA DEVI SAPERE:

Di difficile reperimento, questo resta un titolo di nicchia. Sconosciuto ai più, oggetto del desiderio solo per quelli che nella propria collezione hanno davvero tutto e si dirigono alla ricerca di qualcosa che ancora possa incuriosire. Chi comunque decide di avvicinarsi a questa piccola serie di 11 numeri deve preparasi a spendere, mediamente ogni albo, in perfette condizioni, si colloca su un prezzo medio di 30/50 euro, con eccezione per il numero 1 che può arrivare a valere fino a 70 euro.

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

4 Risposte

  1. stefano ha detto:

    per chi fosse interessato ho trovato le tavole originali di due numeri e di 4 copertine di Venus, tra l’altro perfettamente conservate chi fosse interessato mi contatti.
    Stefano Schiavi

  2. Riccardo ha detto:

    Sono felice di leggere che c’è qualcuno che apprezza quello che scrivo, specialmente su prodotti di nicchia come questo. Ogni volta che avrai voglia di parlare di fumetti qui troverai gente disposta a farlo. Un saluto

  3. stefano schiavi ha detto:

    Buongiorno, verissimo è difficile reperirlo per tutta una serie di motivi non ultima la censura di quei tempi. Mio padre, l’inventore e l’editore di Venus purtroppo non c’è più ed io che sono l’erede ho proseguito sulla sua strada, ora sono anche editore ma non di fumetti, ma sono soprattutto e principalmente un giornalista professionista, già inviato di guerra e specializzato in politica estera. Ovviamente sono in possesso di alcune copie di Venus. Fa piacere vedere chela sua opera è comunque apprezzata ed è un modo, per me, di ricordarlo. Chi volesse parlare con me può scrivermi. Un caro saluto a tutti.
    Stefano Schiavi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.