Report: BAOtique 2.0 day 19 – Incontro con Zerocalcare

Luogo BAO Boutique Christmas Bookshop – Milano – Via Vigevano, 6
Data 20 dicembre 2014
Prezzo del biglietto Ingresso gratuito
Games //
Sito web ufficiale http://www.baopublishing.it/
La fila dei fan di Zerocalcare all'apertura della BAO Boutique.

h15.00: la BAO Boutique ha appena aperto le porte e questa è la fila all’esterno.

la-copertina-del-nuovo-dimentica-il-mio-nomeCi siamo. È arrivato l’evento clou di questa seconda edizione della BAO Boutique Christmas Bookshop: l’incontro con Zerocalcare. Chi ha già avuto modo di partecipare a incontri e sessioni di firme e dediche (i famosi disegnetti) con l’autore di Dimentica il mio nome, sa perfettamente cosa comporta esserci: affrontare folle oceaniche e file che nemmeno quando esce l’ultimo iPhone. Ben consapevole di ciò che mi aspetta, mi avvio con un certo anticipo sull’orario di apertura della Boutique. Arrivato davanti alla saracinesca, ancora abbassata, la fila è già lunga qualche decina di metri. Dopo poco arrivano Michele Foschini e Daniela (che ci teniamo a ringraziare per la disponibilità) e si aprono le danze. Si inizia la distribuzione dei foglietti numerati che determinano l’ordine con cui verrà smaltita la fila per le dediche. Dopo meno di dieci minuti si è già superato il numero 70, una cifra destinata a raddoppiare nel corso del pomeriggio. Sarà una giornata lunga. Molto lunga.

L'arrivo alla Boutique di Zerocalcare.

L’arrivo alla Boutique di Zerocalcare.

Zerocalcare arriva alle 16 e prima che si sieda al tavolo abbiamo l’opportunità di fare una domanda veloce. Quale? Vi basta guardare il video qui sotto per saperlo!

Disponibile, umile, gentile e divertente. Gli aggettivi per descrivere Zero non sono mai – credetemi – esagerati. Subito l’artista romano si mette al lavoro e come al solito non si alzerà dal tavolo finché non avrà finito. E non perché in BAO torturano i propri autori (tutt’altro), ma perché lui è fatto così. Non si risparmia. Mai. Intanto si chiacchiera con i ragazzi della redazione BAO e con i presenti. Le occasioni non mancano: c’è chi ottimizza il tempo in fila e si siede a studiare biologia e c’è chi racconta, come Silvia, Giulia e Giulia (il trio che ha avuto il piacere di aprire le danze con le dediche), di essersi messe in fila davanti alla Boutique da mezzogiorno! La musica punk (con Zerocalcare è d’obbligo) fa da piacevole colonna sonora e, mentre i Comeback Kid martellano le orecchie, scattiamo qualche foto.

L’atmosfera è bellissima, c’è nell’aria un’elettricità contagiosa e non potrebbe essere altrimenti, perché l’amore per il fumetto dei presenti – pubblico, autore, editore – è palpabile. Il clima è quello dei grandi festeggiamenti, ed è una festa che proseguirà anche oggi, a partire dalle ore 15 in via Vigevano nr. 6, per celebrare i cinque anni di vita di BAO Publishing. Noi di C4Comic ci saremo, come sempre, ben felici di raccontarvi tutto.

Marcello Bertonazzi

Newser e recensore milanese. Ha passato due terzi della sua esistenza a drogarsi di fumetti, libri e a collezionare dischi. Entra ed esce in continuazione dal tunnel delle serie tv. Pare purtroppo non ci sia più niente da fare. Felicemente irrecuperabile.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 27 dicembre 2014

    […] lo sanno anche i sassi: Dimentica il mio nome di Zerocalcare è stato proclamato libro dell’anno dagli esigenti ascoltatori del programma radiofonico […]

  2. 8 gennaio 2015

    […] vero, da qualche anno a questa parte, ogni volta che si parla di un lavoro di Zerocalcare, è inevitabile parlare dell’enorme successo che il giovane romano riscuote. Le file […]

  3. 17 gennaio 2015

    […] molti di voi già sapranno, a Novembre Zerocalcare si è recato a Kobane, cittadina al confine turco-siriano. Gli abitanti del luogo non vivono […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.