Report: Più libri più liberi 2014

Luogo Palazzo dei Congressi, EUR, Roma
Data Dal 4 all’8 Dicembre 2014
Prezzo del biglietto 7,00 € (Convenzionato 5,00 €/Ridotto 4,00 €)
Games No
Sito web ufficiale http://www.piulibripiuliberi.it/menu2009/HOME.aspx

20141206_105805È tempo di leggere

Negli ultimi giorni ne abbiamo parlato tantissimo. Qui abbiamo trattato dei principali appuntamenti riguardanti il fumetto, qui ci siamo soffermati su quelli Bao Publishing, poi è stato il turno di IFIX con le sue iniziative e infine abbiamo fatto un recap generale. Inoltre, il nostro redattore Nicola Manocchio ci ha raccontato la sua esperienza del primo giorno di fiera, trovate l’articolo a questo link.
Cerchiamo di capire perché noi, appassionati di fumetti, dovremmo dedicare così tanto spazio e tempo ad una fiera che si occupa di piccola e media editoria in generale.

Spazio espositivo e affluenza

20141204_141900Premessa necessaria: ho partecipato a due dei cinque giorni di fiera, Giovedì e Sabato, per aver modo di vivere l’esposizione in momenti diversi e poterne valutare meglio l’affluenza.
In attesa dei dati di quest’anno, vi dico che Più libri più liberi ha registrato nel 2013 circa 54.000 presenze (se volete fare un confronto, Romics 2014 ha staccato circa 150.000 biglietti e Lucca Comics 2014 ben 240.000). È facile allora capire la scelta del Palazzo delle Esposizioni: una location non immensa, ma distribuita su due piani e in grado di accogliere espositori e pubblico in perfetta comodità e sicurezza.
Nonostante il fisiologico aumento di partecipanti nei giorni di Sabato e Domenica, tanto Giovedì quanto nel weekend ogni ambiente interno della fiera è stato perfettamente agibile. Nessuna fila, niente ingorghi e spintoni che caratterizzano i “giorni caldi” delle principali fiere del fumetto nostrane.
L’aria che si respira camminando tra gli stand è quella rilassata di una normale libreria, con il vantaggio di essere a contatto diretto con editori, espositori e ospiti vari.

Ospiti e stand

20141204_151953Degli ospiti abbiamo abbondantemente parlato negli scorsi interventi, ma vale la pena sottolineare ancora una volta quanto si siano mostrati tutti disponibilissimi a firmare e dedicare volumi presso i rispettivi stand, da Giorgio Pontrelli e Stefano Piccoli per Tunué fino a Zerocalcare, Nicolò Pellizzon e tutti gli ospiti Bao, senza scordare le conferenze organizzate per la nona arte da parte della manifestazione nel ciclo tematico Bravo, ma fuori tema.

Oltre alle già citate Bao, Tunué e alle altre importanti realtà editoriali a fumetti presenti, Coconino Press e BeccoGiallo, mi fa piacere evidenziare la presenza (e, da parte mia, la scoperta) di alcune produzioni meno conosciute, soprattutto perché si tratta spesso di case editrici “minori” che dedicano al fumetto una parte limitata del loro catalogo.

10 Lune, Vol. 1 Preistoria. Bel-Ami Edizioni.

Dieci lune, Vol. 1 Preistoria. Bel-Ami Edizioni.

Scendiamo nel dettaglio, prendete appunti e segnatevi questi nomi: IFIX, editore specializzato in comunicazione visiva, si appresta a diventare una delle più interessanti realtà del centro Italia per quanto riguarda l’autoproduzione, anche e soprattutto grazie alle collaborazioni con etichette indipendenti come GRRRz Comic Art Books, Delebile, Teiera e tante altre.
Bel-Ami Edizioni, che grazie alla guida di Marco Taddei e Simone Angelini ha dato il via a diverse collane a fumetti, si fa avanti con volumi interessantissimi che spaziano dall’illustrazione delle teorie neuroscientifiche di Matteo Farinella (co-autore di Neurocomic) fino all’esplorazione di sconfinati paesaggi preistorici in compagnia di tanti autori emergenti italiani.
Round Robin Editrice, infine, dedica ben tre collane a fumetti e graphic novel a temi sociali e di denuncia.

Insomma, per quanto mi riguarda, Più libri più liberi ha centrato il suo obiettivo di far conoscere nuove realtà e prodotti di nicchia, ma non per questo meno validi dei loro fratelli maggiori più conosciuti.

20141204_141905Prezzi e materiale

Qui la farò breve. Il prezzo d’ingresso è assolutamente economico, soprattutto se confrontato con la quantità di stand (circa 400) e di libri che è possibile trovare all’interno della fiera. Inoltre, per avere diritto alla riduzione di 2 euro è sufficiente presentare un biglietto dei mezzi timbrato in giornata.
Tutto ciò senza mettere in conto che, in giro per la capitale, era possibile trovare addetti della manifestazione intenti a distribuire biglietti speciali, validi come omaggio per i giorni di Giovedì e Venerdì e come convenzionati (cinque euro) per i giorni restanti.
Per quanto riguarda il materiale, Più libri più liberi è la fiera della piccola e media editoria, ciò implica che le case editrici coinvolte, nella quasi totalità dei casi, hanno a disposizione il loro intero catalogo.

Conclusioni

Parte del materiale esposto presso lo stand Bao Publishing

Parte del materiale esposto presso lo stand Bao Publishing

Un’esposizione da visitare da soli o con la famiglia, un evento da esplorare con calma e attenzione, per non lasciarsi sfuggire un gioiello nascosto fra gli stand.
Un rapporto qualità/prezzo che trova difficilmente pari fra le fiere dedicate al solo fumetto, per motivi così numerosi e vari che analizzarli tutti richiederebbe un approfondimento a sé.
Difetti? Se proprio vogliamo puntualizzare l’ovvio, dal punto di vista di appassionati del fumetto, possiamo sicuramente sperare in una presenza maggiore di case editrici specializzate nei prossimi anni: Magic Press, BD Edizioni, 001 Edizioni, Editoriale Cosmo o Rizzoli Lizard sono solo alcuni dei nomi che mi vengono in mente che non avrebbero assolutamente stonato in questa splendida isola di pagine, parole e immagini.

Un ultimo pensiero prima di lasciarvi a qualche immagine: un sincero ringraziamento da parte di tutta la redazione di C4 Comic all’organizzazione della fiera per averci concesso l’accredito stampa e a tutte le case editrici che ci hanno accolto con un sorriso e tanto entusiasmo.

Di seguito trovate una galleria con alcune foto scattate alla fiera, per immergervi ancora di più nelle atmosfere descritte poco fa.

 

 

C4 MATITE:

Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.