Recensione: America’s got powers

Editore Panini Comics
Autori Storia: Jonathan Ross – Disegni: Bryan Hitch
Prima pubblicazione 2015
Prima edizione italiana 2015
Formato 17×26 Brossurato
Numero pagine 48

Prezzo € 3,50

america's-got-powers

INTRODUZIONE

Benvenuti ad America’s got Powers! Il più grande programma televisivo della Terra, dove i giovani super potenziati hanno la possibilità di guadagnarsi fama e gloria. Tutto quello che devono fare è vincere: sopravvive solo il più forte, veloce e potente! È questo l’incipit della storia di America’s got Powers, fumetto che prende direttamente spunto dalla realtà quotidiana e il riferimento al talent show statunitense è tutt’altro che casuale: America’s got Talent è solo uno dei tanti programmi TV in cui persone che non sono del mondo dello spettacolo si trovano davanti alla telecamera per misurarsi in diverse attività. Siano esse cantare, ballare o cucinare.

america got powersLA STORIA

18 Anni fa un cristallo enorme è caduto dal cielo di San Francisco, risplendendo di un bagliore che ha investito tutta la città. In quello stesso  momento tutte le donne in stato interessante nelle vicinanze, hanno dato alla luce i loro figli, non importa a che mese di gravidanza fossero. Tutti i bambini erano in ottima salute, anzi più che ottima: l’era dei superpoteri era appena iniziata.

Anni dopo, la nuova generazione di adolescenti super potenziati partecipa al talent show più importante del globo, in cui possono usare a piacimento i loro poteri e scontrarsi fino a quando non ne rimarrà solo uno!

GLI AUTORI

A realizzare il comic troviamo un team di autori d’eccezione: la star della TV inglese Jonathan Ross ai testi e l’apprezzatissimo Bryan Hitch alle matite. Chi meglio di un presentatore televisivo poteva descrivere fedelmente le dinamiche di un talent show? Leggendo il comic si capisce subito come Ross si trovi a suo agio con le tematiche trattate. La storia scorre senza forzature o buchi di scena e in questo primo volume sono introdotti i protagonisti della storia, impariamo qual è stato l’evento che ha sconvolto il mondo intero facendo nascere un’intera generazione di esseri super potenziati.

Per quanto riguarda la parte visiva, l’arte di Bryan Hitch non ha certo bisogno di presentazioni. Come è suo solito, anche in questo comic il disegnatore fa largo utilizzo del formato cinematografico 16:9 per la realizzazione delle tavole. Questo elemento addizionato alla cura meticolosa nei particolari e alla grande capacità di conferire movimento alle figure sulla carta, descrivono appieno l’azione nella storia. Dando al lettore la sensazione di assistere a un vero e proprio match di football americano (ovviamente aggiungendoci una buona dose di superpoteri e violenza).

america's got powersIN CONCLUSIONE

La versione proposta da Panini è ben realizzata, con una soddisfacente introduzione iniziale che mette al proprio agio anche il lettore occasionale. Un elemento che ho apprezzato è l’inserimento in calce dei disegni in bianco e nero di Bryan Hitch e delle copertine variant,  proposti su doppia pagina in modo d’ammirare al meglio l’arte dell’autore.

Il comic non è diretto al solo pubblico esperto di supereroi o ai molti estimatori del tratto di Hitch, anzi è pienamente apprezzabile anche per quelle persone che magari sono attratte dal famoso logo di America’s got Talent e sono incuriositi alla lettura.


America’s Got Powers 1
Turf
Ultimates. Marvel Omnibus
I più grandi del mondo. Fantastici quattro. Mark Millar collection: 1
Il maestro di Destino. Fantastici quattro. Mark Millar collection: 2

C4 MATITE:

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.