Recensione: Caterina da Siena

Editore Kleiner Flug
Autori Andrea Meucci e Giorgio Carta
Prima pubblicazione 2017
Prima edizione italiana 2017
Formato 21 x 28,5 cm
Numero pagine 64

Prezzo 13,00 euro

Credo che quella di Caterina, in fondo, sia una storia d’amore. E come tante storie d’amore, è anche una storia di morte.
– da Caterina da Siena, pag. 4

UNA STORIA D’AMORE…

Caterina da Benincasa, detta Nina, rimasta nella storia come Caterina da Siena, è come tutti sanno la santa patrona d’Italia insieme a Francesco d’Assisi. Una figura straordinaria, che forse pochi conoscono negli aspetti più intimi e controversi: io stessa, pur essendo medievista di formazione, ho letto il volume edito da Kleiner Flug con curiosità e sorpresa.

Molto si sa sulla vita della santa, grazie ai racconti e alle leggende che sono state tramandate nei secoli; la fonte più vicina e attendibile resta la Legenda Maior del beato Raimondo da Capua, confessore di Caterina negli ultimi anni della sua vita, nonché voce narrante nel fumetto. In Caterina da Siena troverete tutti gli episodi più famosi della vita della mistica, tappe importanti nel suo personale percorso d’amore e devozione che faranno emergere una figura eccentrica, carismatica e controversa nel travagliato panorama religioso del quattordicesimo secolo (pensiamo solo alla cattività avignonese, per avere un riferimento).

…E DI MORTE

Il racconto di Andrea Meucci infatti indaga a fondo la psicologia di Caterina, più che la sua figura pubblica. Il suo lato umano e spirituale emergono con nitidezza e nel rispetto delle fonti; Caterina è una ragazzina sicura di sé, testarda, ribelle, decisa a seguire i propri ideali pur sapendo di andar contro il volere della famiglia e i benpensanti del paese: i perfetti “sintomi” di una ragazza innamorata. Perfettamente allineati i disegni di Giorgio Carta: molto realistici, introspettivi e allo stesso tempo espressivi, sono lo sguardo e l’aspetto fisico della santa. Spero che vi possano bastare le immagini contenute in questa recensione per farvi un’idea.

Apparenza o realtà? Gioia o dolore? Piacere o sofferenza? Verità o menzogna? Amore o morte? Sono alcune delle dicotomie insolubili che convivono nella figura di Caterina da Siena. Accusata di blasfemia, pazzia, ipocrisia e al contempo osannata come portatrice di grazia e miracoli: lungi dagli autori volerci dare una risposta. Prendete tra le mani il volume e trascorrete una piacevole oretta a scoprire una figura che è patrimonio della nostra storia e che, credo, abbia ancora molto da dirci. Anche solo per capire che nella vita è giusto puntare verso i propri obiettivi con perseveranza e convinzione. Buona lettura!


Caterina da Siena
Stradivari. Genius loci
Benvenuto Cellini
Renato Serra
Donatello

C4 MATITE:

Melissa Bortolotto

Veneziana "di terraferma", dopo gli studi a Padova si trasferisce a Milano per seguire le sue passioni: l'editoria, la cultura, l'informazione. A Milano avviene l'incontro con Martina, che la trascina nell'avventura di c4c come redattrice e corretrice.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.