Recensione: Cesare – Il creatore che ha distrutto

Editore Star Comics
Autori Fuyumi Soryo
Prima pubblicazione 2005
Prima edizione italiana 2007
Formato Tankobon
Numero pagine 224

Prezzo 7,00€

Cesare – il creatore che ha distrutto è l’opera magna di Fuyumi Soryo, conosciuta al grande pubblico principalmente per altre sue opere shojo. Il manga che ci apprestiamo a recensire si pone l’ambizione di essere “la storia di Cesare Borgia“, una biografia in tutto e per tutto: l’autrice, infatti, si è avvalsa della collaborazione di vari studiosi di storia italiana, tra cui il professor Motokai Hara.

Questa è la storia di Cesare Borgia,
che lottò per riportare la pace e la gloria dell’antico impero in un’Italia divisa.

LA STORIA DI ANGELO…

La vicenda inizia nel Novembre del 1491 nella stanza di un giovane ragazzo fiorentino, tale Angelo da Canossa, in ritardo per il suo primo giorno di lezione. Ci troviamo a Pisa, sede di un’Università seconda in Italia per grandezza e importanza soltanto a quella di Bologna. Il nonno di Angelo era un carpentiere di grande bravura, ingaggiato da Lorenzo de’ Medici per lavori di costruzione e ristrutturazione nelle sue dimore. Per questo aveva avuto modo di frequentare fin da bambino la corte fiorentina, entrando nelle grazie del Sommo; questi, subito prima dell’inizio dell’opera, ha interceduto presso l’Università pisana per permettere ad Angelo di frequentarla.

L’ingresso del giovane nella vita accademica è quanto mai turbolento, anche a causa del suo totale disinteresse per le vicende politiche e mondane: la sua difficoltà viene usata dall’autrice come espediente per descrivere dettagliatamente al lettore le caratteristiche della vita accademica dell’epoca. La peculiarità che risalta maggiormente è, senza dubbio, la divisione del corpo studentesco in vari gruppi a seconda della nazione di origine. Angelo entra a far parte del gruppo fiorentino; in seguito a vari discorsi, però, finisce ben presto per screditare e mettere in ridicolo il personaggio più influente della sua cerchia, Giovanni de’ Medici, figlio di Lorenzo. Angelo, dunque, si allontana dal suo gruppo per avvicinarsi sempre di più a quello spagnolo, alla testa del quale vi è Cesare Borgia.

Cosa? Non sapete niente dell’esistenza dei gruppi studenteschi?
Be’, veramente… Diciamo che sono un po’ inesperto.
– Messer Pasquini e Angelo

… E DI CESARE

cesare il creatore che ha distruttoDal momento in cui Cesare e Angelo si conoscono passa molto poco prima della nascita della loro amicizia. A questo punto l’opera inizia a marciare verso il completamento della propria ambizione: Angelo, un personaggio di fantasia, non è altro che un osservatore esterno necessario per raccontare le vicende della vita di Cesare Borgia.

Il Valentino è rappresentato in maniera piuttosto fedele per quanto riguarda il suo carattere calcolatore, cinico, opportunista e, in certi casi, anche malvagio; in linea col personaggio che la storia ha tramandato, anche il suo bell’aspetto e il fascino che emanava sono stati trasposti su carta dall’autrice. Nel complesso, però, Cesare è stato caratterizzato forse troppo come un personaggio angelico ed eroico: questo stona con la scia di omicidi che il vero Cesare si è lasciato alle spalle; senza contare che il suo fine ultimo era sì l’unificazione dell’Italia e la fine delle rivalità interne alla penisola, ma il tutto sarebbe dovuto avvenire sotto il suo dominio personale.
Angelo, invece, ha un carattere totalmente opposto a quello di Cesare: è molto ingenuo e di indole buona e viene facilmente raggirato in varie occasioni. Nell’economia della storia, dunque, i due si bilanciano e in qualche modo sembrano avere sempre qualcosa da insegnarsi l’un l’altro: Angelo apprende la politica e la vita nobiliare e, nel frattempo, mostra a Cesare la vita del volgo.

Noi Borgia, anche se abbiamo portato prosperità all’economia del mediterraneo favorendo il commercio con l’Oriente, non godiamo di una buona reputazione presso Roma.
– Cesare Borgia

UN MANGA STORICO

Per quanto siano ovviamente presenti elementi di fantasia, su tutti lo stesso Angelo, va sottolineato il grande lavoro di ricerca storica svolto dall’autrice. Già dalla prime pagine traspare un’attenzione quasi maniacale nella riproduzione di edifici e paesaggi, ricchissimi di dettagli che rimandano al Rinascimento. L’accuratezza è evidente in special modo nelle scene interne: le pareti sono piene di particolari che ricordano l’architettura e le decorazioni tipiche del periodo, senza contare la riproduzione praticamente perfetta di quadri realmente esistenti.
Le stesse vesti dei personaggi e le pietanze che vengono consumate sono il chiaro frutto di uno studio che l’autrice ha operato prima di prendere in mano la matita.

Oltre agli aspetti grafici anche gli usi e i costumi, la società, i modi di parlare delle diverse classi e praticamente ogni aspetto della vita dell’epoca sono stati analizzati e riportati su carta. A fine volume, infatti, è riportata la ricca bibliografia, divisa per argomenti, consultata per attingere informazioni.

Nel corso dell’opera, inoltre, vengono mostrati molti personaggi storici: oltre a quelli già citati, i protagonisti avranno a che fare con Michelotto da Corella, braccio destro di Cesare, e con nomi ben più illustri quali Machiavelli, Leonardo, Cristoforo Colombo e Girolamo Savonarola.

Quindi Pisa è divisa tra tre forze politiche?
Sì. La prima è costituita dall’arcivescovo di Pisa, Raffaele Riario. Poi ci sono i Medici. E infine l’Ordine dei Domenicani
– Roberto e Angelo

CONCLUSIONI

In conclusione Cesare è senza ombra di dubbio un’ottima opera sotto il punto di vista dell’attenzione ai dettagli storici. Attenzione che risulta meno evidente per quanto riguarda la vita del Valentino: questo, essendo il punto centrale dell’opera, non può non essere tenuto in considerazione per la valutazione finale.
A livello grafico va sottolineata la pulizia dei disegni anche nelle scene più caotiche, che risultano sempre chiare.

Cesare, dunque è un manga che gli appassionati di storia e di Rinascimento non possono lasciarsi sfuggire; per tutti gli altri una lettura sicuramente interessante, ma se siete in cerca di qualcosa di leggero fareste meglio a guardare altrove.


Cesare. Il creatore che ha distrutto: 1
Cesare. Il creatore che ha distrutto: 2
Cesare. Il creatore che ha distrutto: 3
Cesare. Il creatore che ha distrutto: 4
Cesare. Il creatore che ha distrutto: 5

C4 MATITE:

Nicola Manocchio

Da sempre grande appassionato della carta stampata, libri o fumetti che siano. Da piccolo consumava più Topolino e romanzi fantasy che pane, da grande allarga gli orizzonti alle più svariate tipologie. Tra una lettura e l'altra occupa il tempo giocando alla cara "Play" e guardando serie tv. Pubblica video su youtube con lo pseudonimo di DrNicman. Studente freelancer per quel che resta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.