Recensione: Come una pietra

Editore SaldaPress
Autori Joe Casey (storia) e Charlie Adlard (disegni)
Prima pubblicazione 2012 (Stati Uniti)
Prima edizione italiana 2016
Formato Brossurato
Numero pagine 112 in bianco e nero

Prezzo 12.90 euro

LA TRAMA

Come una pietra cover“Come una pietra”, risponde al singolare e inedito quesito: cosa faresti se un giorno il tuo corpo si trasformasse inesorabilmente in pietra? Non stiamo parlando della mutazione che ha subito la Cosa dei Fantastici Quattro, divenuto un supereroe vivendo innumerevoli avventure al fianco dei suoi amici. In questo graphic novel le vicende narrate sono molto più vicine alla realtà di tutti i giorni.
Il protagonista è Thomas Dare, un uomo ordinario che come me (e magari anche voi), ama la musica, ogni tanto si fa un paio di birre con i suoi amici e ha problemi con le donne.
Ma un giorno la monotonia della sua vita è spezzata da qualcosa di nuovo: un dito della sua mano ha uno strano colore grigiastro ed è completamente insensibile. Inizialmente Thomas ci passa sopra senza pensarci troppo, ma dovrà poi ricredersi, quando dal dito l’effetto comincia a espandersi sul resto del corpo.

I CONTENUTI

Chi si avvicina a “Come un pietra”, cercando una commedia o un’avventura sbaglia. Il graphic novel è un dramma a tutti gli effetti.

rockbottom_p1

Joe Casey, conosciuto nel comicdom soprattutto per i suoiX-Men, racconta la storia di un male incurabile. Analizza i pensieri, i sentimenti e le azioni del malato, ma non si ferma qui, perché considera anche i famigliari e gli amici che rimangono. La vita va avanti, non si ferma davanti alla tragedia personale: ci sono cose da fare, problemi legali da risolvere, azioni quotidiane da sbrigare. Probabilmente l’idea del corpo che si pietrifica è solo un’analogia per descrivere una malattia reale, come ad esempio un cancro, che nello stesso modo parte da una zona circoscritta infestando poi tutto il corpo.
I disegni sono affidati a Charlie Adlard, famoso per aver creato assieme a Robert Kirkman i terribili zombi di The Walking Dead. Lo stile molto realistico e “asciutto” che utilizza per questo fumetto permette al lettore di concentrarsi completamente sulla trama, senza incappare in nessuna distrazione. A differenza della maggior parte dei comics americani, “Come una pietra” è in bianco e nero, fatta eccezione per il grigio pietra, il colore in cui si sta trasformando il protagonista.

come-una-pietra-dettaglio

L’unico colore presente nel fumetto è il grigio

IN CONCLUSIONE

Personalmente i contenuti presenti nel graphic novel non sono quelli che di solito cerco in un fumetto, mezzo che mi piace usare per fuggire alle questioni del vivere quotidiano. Nonostante ciò ho trovato la lettura molto stimolante e interessante, la storia funziona e riesce a comunicare al lettore quali sono i drammi della malattia.
Elemento assente, che invece secondo me sarebbe stato importante inserire, è la dimensione intimista di Joe Casey: ci viene raccontato molto su cosa accade intorno a lui, ma ben poco di cosa avviene dentro lui.
In conclusione “Come un pietra” è un graphic novel ben realizzato sia nei testi sia nei disegni, manca però del giusto approfondimento per un argomento così importante e coinvolgente come è quello della malattia incurabile.

come-una-pietra-splash-page


Come una pietra
Guerra bianca
The walking dead: 1
The Walking Dead vol. 1 – Giorni perduti
The walking dead. Chromium edition: 100



LA NOSTRA PAGELLA: 6/10



Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.