Recensione: Copperhead #1 – Un nuovo sceriffo in città

Editore SaldaPress
Autori Jay Faerber, Scott Godlewski, Ron Riley e Thomas Mauer
Prima pubblicazione 2015
Prima edizione italiana 2016
Formato 16,8 x 25,6 cm
Numero pagine 116

Prezzo 14,90 euro

– Puoi chiamarlo Boo.
– Preferirei di no.
– Ciao, Boo!

Se Copperhead fosse una serie tv, sarebbe perfetta da lasciare in sottofondo mentre si lavora.

STORIA

La trama ha un qualcosa che conosciamo: una mamma single appena trasferitasi in una cittadina sperduta pronta a costruirsi una nuova vita, un sidekick grosso e un po’ orso, burbero ma buono e leale, un villain mellifluo e un bambino che scorge la realtà delle cose al di là delle apparenze.

L’ambientazione? Western spaziale alla Firefly.

CONCLUSIONI

È un fumetto scorrevole, disegnato bene, con battute un po’ scontate da film d’azione ma sinceramente è rincuorante. Non ci si appresta alla lettura di Copperhead aspettandosi un capolavoro, una svolta nel panorama fumettistico o un’epifania intellettuale; l’intento è di intrattenere e il volume esegue il suo sporco lavoro senza intoppi o scivolate. L’unico rischio è che alla lunga potrebbe annoiare, ma il primo episodio ci ha dato quello che ci era stato promesso.

La trama riesce quindi a scrollarsi di dosso un vestito banale per ora, mostrandosi con un outfit azzeccato di un disegno supereroistico con visi un po’ appuntiti che intrigano e invitano la lettura.


Un nuovo sceriffo in città. Copperhead: 1
Airboy: 1
Injection: 1
Guerra bianca
In ombra. Trees vol. 1/A



LA NOSTRA PAGELLA: 5/10



Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.