Recensione: Crime SuspenStories

Editore 001 Edizioni
Autori Vari autori
Prima pubblicazione 1953
Prima edizione italiana 2015
Formato
Numero pagine 176 pagine più le copertine

Prezzo € 12,00

Lasci cadere il coltello. Non c’è nessuna via di fuga.
Ti hanno messo con le spalle al muro come un animale selvaggio.
E come un animale selvaggio ti metteranno in gabbia.
– da Crime SuspenStories

I FRUTTI BUONI E QUELLI CATTIVI

Crime-suspenstories-03_web-1Ci sono periodi storici difficili, permeati di sentimenti delineati e distinti che calano i lori artigli affilati fin dentro le ossa della gente, segnandole al punto da condizionarne il comportamento, le azioni e il modo di pensare.
Questi periodi generalmente passano alla storia per la loro fase negativa. Prerogativa umana è quella di non ricordarsi mai le cose quando tutto sommato sono buone; restano solo i solchi profondi, visibili, netti, che si depositano tra le parole comuni, nelle fobie quotidiane, nelle credenze più inverosimili. Accade con cadenza geografica, dove certe vicende hanno più presa o dove la popolazione è direttamente coinvolta.
Accadde esattamente così nei primi anni del Dopo Guerra americano, quando lo slancio e l’ottimismo della ripresa lasciarono il posto agli attriti tra i due colossi economici mondiali, U.S.A. e U.R.S.S., coniando nell’immaginario collettivo un nuovo spaventoso concetto, quello della Guerra Fredda, un teatro con un solo protagonista: la bomba atomica. In Italia il tema acquisterà fondamento solamente nei tardi anni ’80, divenendo una silenziosa nazione osservatrice ma altrettanto spaventata.
Comunque è proprio su queste basi vibranti che la creatività trova la sua strada per emergere, per dimostrare che lo spirito è ben oltre qualsiasi gesto malvagio e che, se non può sconfiggerla, l’inettitudine può sempre farla divenire un veicolo.

UNA FUCINA DI GRANDI AUTORI

CRIME-SUSPENSE004La EC Comics nel biennio ’53-’54 del secolo scorso ottimizza al massimo l’umore scuro che fa ombra sul popolo d’Oltre Oceano, speculando sul terrore diffuso dell’avvento dell’Era atomica. Ma è un gioco intelligente, che cavalca l’angoscia per coinvolgere al meglio milioni di potenziali lettori desiderosi di essere stupiti continuamente.
Crime SuspenStories nasce su questo slancio creativo, trovando una sua collocazione precisa, acutizzando quelli che sono i cattivi pensieri che ogni persona fa scaturire quotidianamente dalla propria esperienza, e che tra le pagine di questo fumetto trovano una realizzazione.
Crime diventa un fumetto contenitore, dove autori giovani e motivati in pochissime pagine sono in grado di dipingere acquerelli di china geniali, audaci, provocatori; partendo da vicende comuni, normali ci mettono di fronte alle deviazioni anomale che un’azione può suscitare. I talenti che hanno lasciato il segno in questa imperdibile rassegna sono molti, tra questi ricordiamo Joe Orlando (futuro vicepresidente della DC), Al Williamson (autore di Flash Gordon), Frank Frazzetta,Will Elder, Jack Kamen, Reed Crandal.

UN’IDEA DA SOSTENERE 

COFANETTO-crimeSono trascorsi ben sessant’anni da quando queste storie affollavano le librerie americane, e seppur i disegni mantengono ancora un fascino inalterato, le storie necessitano del supporto vivo del lettore. Ma non dovrebbe essere un compito impegnativo se ancora nel 2015 crediamo agli eroi in maschera, a ogni forma di realtà alternativa, a demoni e vampiri: quindi con onesta dedizione va affrontato il progetto proposto da 001 Edizioni.
Per i lettori un po’ più datati sarà un piacere riscoprire certe atmosfere e certe situazioni riconducibili a quei programmi televisivi come Ai confini della realtà che tanto hanno movimentato i miasmi di una generazione magari ingenua ma dotata di un’autentica purezza intellettuale. Il genere, vessato in patria dalla pesante mano della censura, ha ispirato maestri del cinema come Alfred Hitchock, che nei suoi programmi televisivi ha pescato qui a piene mani. L’avventura editoriale purtroppo avrà breve durata, costretta a chiudere i battenti soccombendo ai colpi sferrati dal giudizio censorio dei soliti benpensanti che vedevano nell’esercito di lettori dei potenziali cittadini spaventati oltre ogni ragionevole misura.


Crime suspenstories: 1
Crime suspenstories: 2
Crime suspenstories: 3
Crime suspenstories
Crime suspenstories : Tome 1

C4 MATITE:

Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.