Recensione: Cyborg 009

Editore J-Pop
Autori Shotaro Ishinomori
Prima pubblicazione 1964
Prima edizione italiana 2009
Formato 17 x 12 cm
Numero pagine 230 b/n

Prezzo 7,50 euro

Nel maggio 19xx il paese A e il paese C diedero inizio alla terza guerra mondiale. La lotta, naturalmente, sfociò in un conflitto nucleare e, come risultato, i 2/3 degli esseri viventi si estinsero. In seguito… Trascorso un lungo e buio periodo di tempo… La Terra rivoluzionò il proprio aspetto…

Cyborg009c

LA FORZA DEI RICORDI

Per trovare una buona ragione per affrontare la lettura del manga “Cyborg 009” c’è da lavorare in profondità. La prima è necessariamente legata a considerazioni di natura anagrafica, per tutti coloro che negli anni ’80 hanno avuto la fortuna di vedere il cartone animato, o per quelli che si ostinano in ricerche furiose e curiose alla volta di prodotti datati. Ma non solo, Cyborg 009 è il perfetto esempio di come l’arte di Osamu Tezuka fosse il riferimento per tutti gli aspiranti disegnatori di ogni genere ed età; sono evidenti i richiami stilistici, la composizione della tavola in piccole finestre ora ordinate ora tagliate su misura per amplificare o ridurre il ritmo narrativo. J-pop ci prova, offrendo un grand prodotto, meditato e di forte impatto emotivo; la confezione è ammirevole, gli albi acquistabili singolarmente o a blocchi di tre sono imprigionati in una veste grafica notevole, un toccasana per tutti coloro che amano essere coccolati nel lato composto dai ricordi d’infanzia. Però forse non basta, il manga in Italia non ha goduto del successo raccolto nei decenni in casa propria, datato 1964, e nato dalla penna di Shotaro Ishinomori la squadra dei cyborg è un racconto corale, una storia di gruppo, il classico esempio di come una disgrazia comune possa trasformarsi in una rinnovata forza per pochi. Per cogliere appieno il valore di questa opera è necessario armarsi degli strumenti adeguati, contestualizzare il manga è il primo passo, adeguarsi alla modalità narrativa il secondo e poi un poco di pazienza, trovata l’andatura la lettura sarà piacevole.

FUORI DAGLI SCHEMI

c0091Sarà necessario scrollarsi di dosso quel filo di polvere accumulato nel tempo ma vedrete che il successo in fondo non arriva per caso, alla base
staziona un’idea geniale, che hai tempi non aveva davvero nulla da invidiare a storie posteriori osannate da pubblico e critica. Un’organizzazione criminale chiamata “Black Ghost” rapisce nove bambini di età diverse e in diverse località del mondo, per trasformarli in potentissimi cyborg. Ad ognuno viene consegnato un potere in modo da diventare un’invincibile arma da guerra. La guerra appunto è l’obiettivo dei cattivi, pronti a scatenare conflitti di inaudita ferocia tra i paesi e poi a vendere a caro prezzo le proprie micidiali armi. Ma non tutto va secondo i piani, i nove scopriranno il loro comune destino e una spinta interiore da opporre agli spietati aguzzini. Da qui parte il conflitto tra bene e male, tra pace e guerra, tra giusto e ingiusto, una storia raccolta in 27 volumi. I protagonisti sinteticamente sono: 001 Ivan Whisky originario della Russia dotato di grandi facoltà mentali come telecinesi e telepatia. 002 Jet Link originario degli USA è dotato di una super velocità che gli consente di correre fino a mach 5. 003 Francoise Arnoul proviene dalla Francia possiede udito e vista potenziata che gli consente di attraversare ogni cosa. 004 Albert Heinrich nato in Germania porta in dotazione armi di ogni genere, il suo corpo può sparare e tagliare con sorprendente facilità. 005 Geronimo Jr. è anche lui nato in America ed è dotato di una forza soprannaturale. 006 Chang Chang Ku è cinese, lui sputa fuoco. 007 Bretagna arriva dal regno unito, il suo corpo è in grado di trasformarsi in qualsiasi cosa animata e no esista in natura. 008 Pyunma è nato in Kenia è un perfetto anfibio, resiste in acqua per ore senza aver bisogno di respirare. 009 Joe Shimamura giapponese, il leader, è il soldato meglio riuscito la sua pelle antiproiettile e la super velocità ne sono un esempio lampante.

Cy009


Cyborg 009: 1
Cyborg 009: 2
Cyborg 009: 3
Cyborg 009: 4
Cyborg 009: 5



LA NOSTRA PAGELLA: 7.3/10



Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.