Recensione: Dampyr #183 – Dittatura infernale

Editore Sergio Bonelli Editore
Autori Mauro Boselli (soggetto e sceneggiatura) – Maurizio Rosenzweig (disegni) – Enea Riboldi (copertina)
Prima pubblicazione Giugno 2015
Prima edizione italiana Giugno 2015
Formato Bonelli 16×21 cm
Numero pagine 98

Prezzo 3,20 euro

No! Sarà la nostra forza a convincerli!… Se, con la nostra forza, noi dei livelli inferiori contribuiremo a scacciare gli stranieri che ci hanno invaso, anche i nobili dovranno fare i conti con noi! E allora le cose davvero cambieranno!

Con l’albo #183 si conclude la doppia storia ambientata nella Dimensione Nera scritta da Mauro Boselli e disegnata da Maurizio Rosenzweig. Un doppio filo lega Harlan Draka e il Conte Straygor, nuovo dittatore della Dimensione Nera. Entrambi allievi del Professor Vapula, dovranno ora confrontarsi in modo cruento e l’esito non sarà così scontato.

LIBERTÀ E OPPRESSIONE

14673_1585078531730863_4125903964567078175_n

Al termine dell’incursione del Dampyr, nell’albo #182 per salvare le Sentinelle Nere ribelli condannate a morte, il Conte Straygor ha imposto ai sacerdoti dell’Alto Consiglio di accettare lui e il Generale Zefon come nuovi dittatori della Dimensione Nera, in cambio della stabilità dello status quo della casta dominante. Una proposta/imposizione che non ammette opposizioni e che apre così le porte alla possibile invasione, mascherata da supporto, delle armate infernali del Principe Alastor. La mossa di Harlan, Ryakar e Layselan potrebbe quindi aver portato più rogne che vantaggi alla causa ribelle. Ma, in guerra, la strategia migliore può dominare sulla forza dei numeri. E sia Harlan Draka che il Conte Straygon hanno avuto un ottimo insegnante, il Professor Vapula (Speciale Dampyr #9). Maestro della Scuola Nera, l’Università dell’Inferno, e Maresciallo dell’Armata Infernale, Vapula ha insegnato a entrambi le tecniche di combattimento, di strategia militare, ma soprattutto l’onore in battaglia. Il rispetto verso il venerato maestro e il rancore per l’odiato avversario saranno alla base del confronto tra i due ex allievi. Uno scontro per dimostrare anche chi sia davvero il migliore tra i due e il discepolo prediletto. Ma il Generale Zefon è consapevole che il tempo deve essere sfruttato al meglio per il vantaggio politico-strategico di essere il governo in carica e far arrivare le Armate Infernali per annientare ogni resistenza e impadronirsi della Dimensione Nera. Un progetto che non contempla la sopravvivenza di alcuna specie, ma solo l’assoggettamento di quel mondo alle mire espansionistiche infernali. Un mondo che per troppo tempo ha visto le caste dominanti di sacerdoti e nobili assoggettare i sudditi. E Khaled, lasciata la Terra e tornato nel suo mondo, tenterà di smuovere gli animi dei suoi simili e unire tutto il popolo contro l’invasione nemica per un nuovo possibile futuro di libertà e uguaglianza.

L’ONORE IN BATTAGLIA

de - Copia

Nel numero 183 di Dampyr, Dittatura Infernale, i disegni di Rosenzweig accompagnano egregiamente la sceneggiatura scritta da Boselli. Le tavole del duello nell’arena sono un’incalzante sequenza che tiene incollati i lettori e trasporta gli appassionati della serie lì sulle tribune, insieme ai demoni delle caste inferiori. Il rapporto tra mentore e allievo, già accennato nel precedente albo, trova in questa storia la massima espressione con l’intreccio tra Vapula, Harlan e Straygor. Ma la storia richiama anche antichi valori cavallereschi come l’onore, il rispetto per l’avversario e per le regole di un duello. Regole che, infine, anche il Principe Iblis dovrà far rispettare per non violare la Legge dell’Equilibrio. Inoltre, Boselli conduce i lettori non solo all’interno dell’azione, ma letteralmente trasporta il pubblico dentro la psiche dei personaggi, catapultati negli incubi di Kurjak e Harlan, attraversando le inquietudini che i nostri due eroi portano come bagaglio delle dure battaglie che fin qui hanno affrontato. La copertina di Enea Riboldi, con il Dampyr protetto dalla corazza, armato e sanguinante, racchiude magistralmente il momento topico della storia.

Dopo aver letto tutto d’un fiato l’albo #183, non resta ora che attendere la prossima avventura del Dampyr, in edicola da venerdì 3 luglio, scritta da Diego Cajelli e disegnata da Fabrizio Russo, I dimenticati.

Letture consigliate per approfondire temi, luoghi e personaggi di quest’albo: Dampyr #65, Dampyr #121, Dampyr #127, Dampyr #157, Dampyr #173, Dampyr #174, Dampyr #182, Speciale Dampyr #9


Dampyr
DAMPYR MAXI N.1 – Maxi Dampyr n° 1
Dampyr 71
Dampyr 106
Dampyr 111

C4 MATITE:

Francesco Trione

Laureato con lode in Scienze Politiche, Mediatore Culturale e...blablabla...grande appassionato di fumetti, cinema, narrativa, illustrazione e dell'arte in ogni sua forma.

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 1 luglio 2015

    […] Stavolta è il turno di Mauro Boselli, uno degli autori di punta di casa Bonelli attivo su Tex, Dampyr e Zagor, che scriverà non una ma ben due Storie che usciranno rispettivamente nei due mesi estivi, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.