Recensione: Detective Conan vs. Kaito Kid

Editore Shogakukan
Autori Gosho Aoyama
Prima pubblicazione 2010
Prima edizione italiana Star Comics 2012
Formato
Numero pagine
Prezzo € 4,50

…Il piccolo Conan Edogawa riuscirà a spuntarla!

UNA SFIDA INFINITA

ConanAbbiamo imparato a conoscere in questi ultimi anni uno dei personaggi più interessanti, longevi e fantasiosi provenienti dal vulcanico territorio del sol levante. La produzione dei fumetti di Gosho Aoyama dedicati a Conan il detective è rigogliosa e verdeggiante come un giardino curatissimo. Star Comics si è presa a cuore fin dal suo esordio questa pubblicazione, accompagnando i lettori, appassionati fin da subito e in seguito raccolti per strada, attraverso una lunghissima collezione di colorati albetti. Come se non fosse sufficiente questa produzione regolare, affiancata da una colossale programmazione di cartoni animati ecco giungere ancora un’altra proposta rivolta all’attenzione del pubblico, giunge sugli scaffali delle librerie specializzate una raccolta di mini avventure che mette in contrapposizione l’intelligenza arguta di Conan Edogawa con l’astuzia e l’abilita del genio del crimine Kaito Kid. La letteratura, il cinema, i fumetti sono stracolmi da sempre di personaggi forti che si contrappongono in un’infinita lotta che non proclama mai chiaramente un vincitore con lo scopo unico di tenere col fiato sospeso un numero crescente di bramosi curiosi che muoiono dalla voglia di sapere chi avrà la meglio.

UNA RISORSA INESAURIBILE

Gli amanti del genere giallo si sentiranno appagati di fronte ad una partita giocata da interpreti diCONAN 1 valore assoluto. Questa raccolta di avventure da la giusta misura di quella che è la vena creativa della mente di Aoyama, un processo artistico articolato e inesauribile. Personalmente ho avuto modo di leggere diversi fumetti della serie appassionandomi a tratti e rimanendo spesso sospeso tra le pagine alla ricerca affannosa di conoscere la verità, nascosta nell’impossibilità si prevedere la complessità dei sentimenti e delle motivazioni che lasciano il campo all’architettura maligna dei personaggi impegnati alle più impensabili macchinazioni. Questo però è un prodotto di nicchia, una porzione di banda risicata che tiene legati esclusivamente i fanatici, ristrettezza che si addolcisce di molto nel cartone animato, allorché le lunghe spiegazioni sono rimandate alla voce narrante dei protagonisti, soluzione assai più scorrevole dei lunghissimi dialoghi scritti in pagine zeppe di dialoghi logorroici e didascalici. Nel caso di Conan vs. Kaito Kid la brevità degli episodi prende sotto braccio il lettore accompagnandolo in un percorso fatto da mille brevi stazioni, dove il famoso modo di dire “letto tutto d’un fiato” non è una pratica faticosa ma è la lunghezza del giro di note necessarie a comporre un ritornello.

MAI MENO DI COSI’

Si possono constatare con tono deciso caratteristiche più o meno piacevoli o più o meno condivisibili di questo fumetto, ma su una dote della quale è inutile sprecare troppe ricerche è la compiutezza del disegno. Non viene mai meno, calando l’intensità, cerca una nota, e, una volta trovata la tiene per tutto il tempo in un’armonica sinfonia di fondo. La qualità è quella di uno che ama il proprio lavoro e mette tutte le proprie convinzioni, nelle propri metodi, nella capacità di saper comunicare attraverso un segno personale e riconoscibile, capace di galleggiare autonomo nel mare magno dei fumetti nipponici.

CONAN 2


Detective Conan Vs. Kaito Kid 1 [ Detective Conan Vs. Kaito Kid 1 (Di 2) ]
Detective Conan Vs. Kaito Kid 2 [ Detective Conan Vs. Kaito Kid 2 (Di 2) ]
Detective Conan: 1
Detective Conan: 2
Detective Conan: 3



LA NOSTRA PAGELLA: 6.5/10



Riccardo Lucchesi

Tutto ha avuto inizio un giorno del 1988; ho comprato il numero 18 di Dylan Dog, Cagliostro! e non ho più smesso. Dylan ancora si trascina stanca, ma nel frattempo mi sono lasciato prendere la mano e ho invaso casa/e, non solo di fumetti ma ci ho messo un po' di sogni, di ricordi, di momenti, insomma ho misurato la mia vita tra pubblicazioni settimanali e mensili. E ora sono qua a scriverne per ricordarmi che ho fatto semplicemente la cosa giusta

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.