Recensione: Dizionario dei film brutti a fumetti

dizionario-film-brutti-a-fumetti

Editore Shockdom
Autori Davide La Rosa e Fabrizio “Pluc” Di Nicola
Prima pubblicazione 11 novembre 2016
Prima edizione italiana 11 novembre 2016
Formato 16 x 23 cm in brossura
Numero pagine 128
Prezzo 10,00 euro

LA BELLEZZA DELLA MONNEZZA

La bruttologia è una branca non esatta della scienza che ruota inDizionario a fumetti dei film brutti cover funzione di complesse formule sadomasochistiche e lunghe variazioni nel continuum spazio temporale, tanto da generare assurdi paradossi per i quali anche lo scarto cinematografico meno quotato risulta più gradevole e spassoso di un film di Jean Renoir. Non suona nemmeno così assurdo.

Ma non voglio togliervi troppi minuti di vita perchè il motivo per cui i film brutti abbiano generato una schiera di appassionati così coriacea viene riassunto bene da Andrea Marfori nella prefazione di “Dizionario dei film brutti a fumetti“, opera di Davide La Rosa e Fabrizio “Pluc” Di Nicola edita da Shockdom. Se non sapete chi sia Andrea Marfori questo fumetto fa al caso vostro, altrimenti siete degli intenditori e mi state simpatici.

Un film brutto è sempre eretico… è una deliberata volontà, conscia o inconscia, di trasgredire i limiti del conosciuto.

Per dirla in modo meno poetico, se da piccoli ci facevano ridere le barzellette sporche e la parola “cacca“, i film trash sono l’evoluzione matura di questo istinto.

trash

L’intento degli autori è proprio quello di essere enciclopedici ed elencarci i migliori (?) film della tradizione brutta, introducendo il lettore al putrido mondo del trash cinematografico e televisivo. Non c’è quindi una vera e propria trama se non un escamotage molto simpatico che vede il placido Vincenzo Mollica trasformarsi in un furioso critico che ci traghetta nei gironi infernali del pattume filmico. In sostanza si tratta di una raccolta di schede/recensioni dei vari film narrate con didascalie, con i fotogrammi e i dialoghi riproposti fedelmente nelle vignette.

RECENSIONI E DIZIONARI

C’è una sostanziale differenza con Cinemah di Leo Ortolani. L’autore di Rat-Man recensisce film di enorme popolarità che si prendono sul serio, con l’ambizione di essere apprezzati da un vasto pubblico. Da qui nasce l’irresistibile meccanismo comico che consiste nello smembrare a colpi di battute l’inconsistenza di quelli che dovrebbero essere dei punti di forza.

trash-2

Il ,Dizionario dei film brutti a fumetti, al contrario, non ha bisogno di gag o di testi particolarmente elaborati. Basta la descrizione di una scena e il racconto fedele dello scorrere della trama per far schiattare dalle risate. In fondo, i film brutti sono il fallimento di un impegno, non esistono con l’intento dichiarato di essere comici ma, come da fantozziana tradizione, nascono e muoiono perdenti. Noi spettatori ridiamo delle loro disgrazie. Forse è anche questo il motivo per cui li amiamo così tanto: i multimilionari film di Hollywood sono il riflesso di un’autorità che vorrebbe propinarci il suo gusto perfetto. I film trash sono gli errori, le deformità, i freak dal fascino morboso.

trash-3

MA…

C’è un ingombrante Ma in tutto questo sguazzare nel marciume. Siamo nel 2016 e oramai la cultura del trash video è stata ampliamente sdoganata e diffusa. Primeggia su tutti lo youtuber Karim Musa, in arte Yotobi, che, proprio grazie alle recensioni di questi film, divenne celebre e apprezzato già molti anni fa. Nella rete ci sono ancora e ancora esempi di forum, blog e canali You Tube che si occupano di cinema di nicchia, gestiti e seguiti molto spesso da utenti appassionati anche di fumetto. Gli stessi possibili acquirenti di Dizionario dei film brutti a fumetti sono proprio coloro che avranno già visto e rivisto i capolavori (?) descritti nell’opera e quindi non ci troveranno niente di nuovo. Inoltre le tavole a fumetti, per quanto lo stile degli autori si sposi bene all’argomento trattato, rendono statiche e mute quelle immagini che dovrebbero essere viste sul serio per comprenderne la poetica (?) bellezza.

quattro-carogne-malopasso

Cosa impatta di più nella mente di uno spettatore? Leggere delle battute squallide oppure ascoltarle, sentire la pronuncia improbabile dell’attore e ammirare la sua indegna performance?

Per questo non mi sento di consigliare il volume agli adepti del trash poiché per loro è un acquisto di poca utilità. Tutt’altro discorso per i novizi o per chi è in  cerca di nuovi spunti: se non siete navigatori esperti potrete scoprire qualche chicca niente male da aggiungere alla vostra collezione e se non vi siete mai avvicinati a questo genere usate questo fumetto come guida introduttiva per andarvi poi a vedere gli interi film. Per il contenuto che tratta, il voto è 10+++

Che la monnezza sia con voi!


Dizionario dei film brutti a fumetti
Le cose così
Blue
Paperi – Volume
Gesù. La trilogia




LA NOSTRA PAGELLA: 6.8/10



Orzo Nimai

Mi chiamo Nimai. E' il mio vero nome. Sul serio! Scrivo storie e un giorno vorrei farlo diventare un lavoro. Uno dei miei sogni è accumulare abbastanza materiale per riempire almeno una pagina su Wikipedia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.