Recensione: Dragonero & Zagor Speciale #2 – Avventura a Darkwood

Editore Sergio Bonelli Editore
Autori Stefano Vietti (Testi) e Walter Venturi (Disegni)
Prima pubblicazione Luglio 2015
Prima edizione italiana Luglio 2015
Formato 16 x 21 cm
Numero pagine 128 a colori

Prezzo 6,00 euro

… Perché la realtà è molto peggiore.
(Zagor)

DALL’ERONDÀR A DARKWOOD

Avventura a Darkwood -CoverLa storia inizia con Dragonero, Gmor e Myrva alla ricerca di Oram Thais, tecnocrate che sta preparando un esercito per combattere l’Impero.

Per fare ciò, Oram ha aperto una porta per un altro mondo nei sotterranei di una cittadella abbandonata. Questo varco conduce a Darkwood dove Zagor, lo Spirito con la Scure, è preoccupato per gli strani eventi che stanno accadendo nel suo mondo. Ian e Gmor, al fine di riportare la pace nell’Impero, attraversano il varco e si ritrovano a Darkwood con Zagor e Cico.

Insieme cercano di scoprire la causa dell’invasione di Ghoul e Giganti, ma soprattutto cosa sono i lampi di luce che illuminano il cielo.

-Abbassa l’arco!
– Via la mano da quell’arma!
(Zagor e Dragonero – Primo incontro)

DRAGONERO INCONTRA ZAGOR

Avventura a Darkwood - 3Il primo incontro tra i due personaggi Bonelli è rocambolesco. Ian e Zagor non parlano neanche la stessa lingua e una pacifica convivenza sembra impossibile. Grazie a un amuleto, che funge da traduttore simultaneo,  Dragonero e Gmor riescono a capire e a farsi capire da Zagor e Cico.

Tra i due guerrieri, superate le incomprensioni dovute alla lingua, si instaura subito un rapporto di fiducia e rispetto. Anche Gmor e Cico riescono a trovare un punto d’incontro: il cibo. Entrambi infatti sono sempre alla ricerca di qualcosa da mangiare.

Questo team-up riesce a fondere due personaggi, ma soprattutto due generi diversi. Dragonero completa Zagor e viceversa. Ian si ritrova in un mondo dove la magia è inesistente e dove le armi da fuoco sono la normalità. Zagor, invece, scopre cosa può fare la magia e aiuta Ian al fine di riportare la tranquillità sia a Darkwood sia nell’Impero.

CONCLUSIONI

Stefano Vietti è riuscito a fondere due mondi in modo eccellente, rendendo la storia fluida e piacevole da leggere. Ho trovato questa idea molto azzeccata e penso che possa essere, ovviamente con i giusti rinnovamenti, un ottimo modo per far scoprire personaggi nuovi a chi è fossilizzato a leggere sempre le stesse testate da anni o semplicemente non sa come affrontare l’inizio di una nuova serie.

Walter Venturi è una garanzia, il suo tratto rappresenta alla perfezione sia le ambientazioni fantasy sia i paesaggi di Darkwood. L’arduo compito di mischiare due generi è pienamente riuscito e le tavole dove si combatte sono uno spettacolo per gli occhi.

La copertina, realizzata da Michele Rubini, dà subito un’idea di ciò che si andrà a leggere e le tavole a colori, curate da GFB Comics, rendono la lettura più piacevole e favoriscono una completa immedesimazione del lettore all’interno della storia.

Spero vivamente di poter continuare a leggere un albo speciale dedicato a due personaggi perché questa storia mi è piaciuta e penso che molti lettori saranno della mia stessa opinione.


FUMETTO DRAGONERO E ZAGOR
Dragonero Speciale 1 La Prima Missione 128 pagine a colori
Dragonero Numero 1
Zagor
Zagor. Hellingen ritorna!

C4 MATITE:

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.