Recensione: Funziona una volta sola

Editore Bao Publishing
Autori Paul Pope
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2014
Formato Cartonato 18×25
Numero pagine 288

Prezzo 29 euro

Ma, Tubby… è sbagliato rubare a dei ladri?

CHI È PAUL POPE

Paul Pope.

Paul Pope

Non è possibile affrontare la recensione di un volume di Paul Pope senza avere una minima idea di chi sia e di quali siano le caratteristiche principali dei suoi lavori. D’altra parte, non è affatto semplice riassumere in poche righe la personalità poliedrica dell’artista statunitense.
Per gli elementi più strettamente biografici vi rimando al nostro articolo per Lucca Comics & Games 2014, che trovate QUI.

Pope è un talento fuori dagli schemi; è facile trovare nel fumetto odierno chi è debitore del suo tratto, molto più difficile individuare gli artisti del passato che lo ispirano. Kirby, Toth, Pratt, Giardino e Hergé sono solo alcuni dei maestri che lui stesso riconosce tra le proprie influenze.

Un segno inconfondibile il suo, spesso descritto come a metà tra lo stile manga e l’europeo, ma che deve così tanto a generi tipicamente americani come il pulp, da risultare, in ultima analisi, assolutamente non catalogabile. Lo storytelling, così come il disegno, è inquieto, dinamico ma al tempo stesso preciso nella struttura.

The One Trick Rip-Off + Deep Cuts-158
La lettura di un’opera dell’artista di Philadelphia non è mai un’esperienza tranquilla, non pensate di potervi accomodare in poltrona e farvi cullare dalle sue immagini. Pope vi coinvolgerà dalla prima all’ultima pagina, catturerà la vostra attenzione e non vi mollerà finché non vi avrà fatto precipitare attraverso tutte le sue vignette, in una continua perdita di equilibrio visiva. 

Negli anni in cui realizza le storie contenute in questo volume, Paul Pope è in piena sperimentazione stilistica e narrativa, passa da un’etichetta all’altra, viaggiando da un capo all’altro del mondo, fino a lavorare con la casa editrice giapponese Kōdansha, uno dei principali produttori di manga del Paese del Sol Levante.

Lorie ormai non vede più il mio volto sfigurato.
Per lei, io sono solo Paul Pope.

002FUNZIONA-UNA-SOLA-VOLTAPOESIA PER IMMAGINI

Funziona una volta sola contiene diverse storie, quindici, per la precisione. Il racconto che dà il titolo alla raccolta, che occupa circa mezzo volume, può però essere considerato la nostra bussola, la cartina al tornasole di tutto quello che ci aspetta nelle pagine rimanenti.
Ci rendiamo conto allora che Paul Pope non è qui in veste di costruttore di storie, non tesse trame che fanno dell’originalità e dei colpi di scena il loro punto di forza né tantomeno aspira a essere un abile prosatore. Il lungo graphic novel che apre il volume, infatti, è una crime story all’apparenza molto lineare: due giovani innamorati vogliono cambiare vita, fuggire dalla mediocrità, essere liberi ed essere ricchi. Per farlo, dovranno fregare i One Trick, una delle gang più violente e pericolose di Los Angeles.

004The One Trick Rip-Off + Deep Cuts-171Tutto ciò che manca a Pope come master plotter, però, viene ampiamente compensato dalla straordinaria capacità dell’artista nel creare suggestioni, emotive o visive che siano. I testi dell’americano sono essenziali, ma si vanno a incastonare alla perfezione dove ce n’è bisogno, in perfetta simbiosi con il suo tratto sporco e ipercinetico.
Ogni volta che sfogliate pagina, c’è il rischio di rimanere storditi dal nero delle chine, dalla violenza verbale e fisica dei personaggi perfettamente delineati da Pope… ma può anche succedere che veniate investiti all’improvviso dalla sua poesia, di assistere a un caldo tramonto urbano e di leggere quell’unica riga, quelle poche parole che ti restano impresse a fine lettura e che, in un modo o nell’altro, fanno già parte di te.

Le restanti quattordici storie sono dei piccoli, a volte piccolissimi, gioielli. Gli argomenti trattati sono spesso quelli cari all’autore, l’amore e l’amicizia portati ai rispettivi estremi: il tradimento, il perdono e le riflessioni sull’identità, il tutto accompagnato qua e là da una spruzzata di fantascienza o di elementi autobiografici.

003rip-off kiss

PER FARLA BREVE

004Bao Paul Pope

L’apprezzatissimo e maniacale lavoro di lettering dei grafici Bao

Il volume è un meraviglioso cartonato formato comic book, centimetro più centimetro meno. Quasi trecento pagine dietro le quali si nasconde il lavoro certosino cui ormai ci ha abituato BAO Publishing. In questo caso particolare, poi, il reparto grafico della casa editrice milanese si è spinto oltre i limiti, riuscendo a riprodurre in italiano in maniera estremamente fedele il folle lettering di cui Pope fa largo uso.

Un libro per chiunque voglia imparare a conoscere questo straordinario esponente del fumetto indipendente americano, per leggere alcuni dei suoi primi lavori e per apprezzarlo mentre affinava le tecniche che lo avrebbero reso famoso in tutto il mondo. Non fidatevi del titolo, questo volume funzionerà ogni volta che deciderete di rileggerlo.

A supporto di quanto vi ho raccontato, non mi resta che lasciarvi con l’anteprima del volume, una manciata di pagine illustrate e l’intera prefazione di Charles Brownstein.


Funziona una volta sola
Battling boy: 1
Saga: 4
Il settimo splendore
Dimentica il mio nome



LA NOSTRA PAGELLA: 8.5/10



Marzio Petrolo

Appassionato e lettore di fumetti da più di un decennio. Affamato di fumetti intelligenti, bizzarri, magici, ermetici o almeno esoterici. Debitore a vita di Neil Gaiman e della sua prosa.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.