Recensione: Futures End #5

Editore RW Edizioni
Autori Azzarello, Lemire, Giffen, Jurgens, Jeanty, Hamner, Zircher e Eaton
Prima pubblicazione Giugno 2015
Prima edizione italiana Giugno 2015
Formato Brossurato a colori, 16,8×25,6
Numero pagine 96 Pagine

Prezzo Euro 10,50

futures end

Piccole creature. Benvenute sul mio mondo.
Benvenute sulla Luna di Sangue

INTRODUZIONE

La DC Comics ha da sempre amato giocare con i suoi molteplici mondi alternativi e futuri possibili. La saga Futures End ne è proprio la massima espressione, dato che la storia è ambientata su molteplici linee temporali, nello specifico 35 anni e 5 anni nel futuro e i protagonisti hanno le loro origini da una Terra parallela o provengono da un futuro divergente.

LA STORIA

La storia inizia 35 anni nel futuro. Dimenticate un domani roseo e pacifico alla Star Trek. In questo tempo l’umanità è quasi completamente estinta, decimata da un nemico apparentemente imbattibile: l’intelligenza artificiale Brother Eye. I più attenti già lo avranno riconosciuto e probabilmente ricorderanno il nome del satellite artificiale creato da Bruce Wayne. Le intenzioni di Batman seguivano la sua eterna paranoia e necessità di dover tenere tutto sotto controllo: i nemici, ma gli amici ancora di più! Brother Eye prende coscienza di se stesso e diventa una minaccia, che i super eroi DC già hanno sventato nella saga Crisi Infinita. 35 anni nel futuro l’intelligenza artificiale fa il suo ritorno e ha praticamente vinto la guerra, avendo sconfitto quasi tutti gli eroi. L’unica resistenza rimasta è capitanata da Batman, artefice di un folle piano: andare indietro nel tempo, prima della creazione di Brother Eye e cancellare la sua esistenza. Purtroppo qualcosa va storto, Bruce rimane nel futuro ed è il suo pupillo, Terry McGinnis, a viaggiare nel tempo, ma riesce a spostarsi solo di 30 anni, arrivando 5 anni nel futuro delle storie che stiamo leggendo proprio in questi giorni sulle testate regolari DC Comics.

Futures-End

Ai poco avvezzi ai viaggi nel tempo sarà scoppiato un fortissimo mal di testa, ma vi assicuro che la lettura scorre veloce e piacevole. Dal primo catastrofico numero, parte una saga corale che avrà come suo protagonista principale un Batman più avvezzo al piccolo schermo che alla carta stampata, ovvero Batman Beyond, l’uomo pipistrello del futuro, star dell’omonima serie animata. Dopo 5 uscite italiane, corrispondenti a 23 spillati americani, è possibile fare un primo bilancio della storia. Devo ammettere che dopo una partenza adrenalinica, i numeri successivi sono un po’ noiosi e vuoti, probabilmente perché gli autori hanno avuto bisogno del tempo necessario per introdurre tutti i personaggi e le ambientazioni della lunga epopea. L’azione, infatti, si sposta in continuazione partendo dalle principali città americane, passando per l’Africa, alle isole del pacifico, Terre parallele, fino a finire nello spazio profondo. In questo quinto volume cominciano a prendere forma molte delle vicende raccontate nella saga e soprattutto si scopre chi è il vero pericolo che minaccia il Multiverso intero. Questi elementi portano a un’accelerazione dell’azione e di conseguenza il relativo aumento dell’interesse da parte del lettore.

IN CONCLUSIONE

FUTURES-END-005Secondo il parere di chi scrive Futures End non è un fumetto per tutti. I personaggi sono molti e provengono da diversi settori narrativi del DC Universe, questo rende la lettura un po’ complessa per i meno esperti dei fumetti DC. D’altro canto se amate le storie di Superman & Co. e siete stati dei grandi fan di Terminator (Brother Eye non è altri che Skynet!) allora Futures End fa per voi. Ho un po’ di dubbi sulla versione italiana realizzata da RW Edizioni, per loro imprint Lion Comics. Personalmente amo di più gli spillati, si leggono meglio e sono più longevi nel tempo. Ma quello che manca in questi volumi è un comparto redazionale più dettagliato. Penso che delle note finali con schede e approfondimenti dei personaggi, luoghi e antefatti avrebbero aiutato la lettura ai nuovi arrivati o magari reso più godibile la storia. Ad esempio spiegare il valore che ha avuto l’isola per Freccia Verde, narrare le origini di Brother Eye o descrivere i poteri di Shazam e così via. E infine altra mancanza non trascurabile sono le copertine dei singoli numeri, non fondamentali per comprendere la storia, ma importantissime per tutte quelle persone che amano avere una collezione completa dei propri fumetti.


Futures End: 1
Futures end: 2
Futures end: 3
Futures end: 4
Futures end: 5

C4 MATITE:

Marcello Davide De Negri

L'autore è Marcello Davide De Negri, figlio degli anni '80, cresciuto a pane e fumetti. La sua grande passione sono i supereroi e ci sono ben poche cose che sfuggono alla sua conoscenza quasi maniacale dell'argomento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.