Recensione: Gabo

Editore Tunué
Autori Óscar Pantoja, Miguel Bustos, Felipe Camargo Rojas, Tatiana Córdoba, Julián Naranjo
Prima pubblicazione 2013
Prima edizione italiana 2014
Formato 17 x 24
Numero pagine 192

Prezzo 19,90 euro

– Meche! Meche!
– Che c’è?
– Ce l’ho! Ce l’ho!
– Cos’è che hai?
– Ho “La casa”. “La casa” finita.
– Quale casa?
– Quella di sempre! Quella del nonno! Quella di papà Lelo! So come comincia. So come far cominciare il romanzo.
(Gabo alla moglie, pag. 16)

IL ROMANZO DI UNA VITA

Quanto tempo ci vuole a scrivere un romanzo? Anzi, il romanzo, quel romanzo che Gabriel García Márquez ha cominciato a scrivere a diciannove anni, senza mai riuscire a dargli un inizio? Diciotto mesi di lavoro assiduo.
Ma gli autori di Gabo, edito in Italia da Tunué, ci dimostrano che forse una vita intera non basta. Perché in Cent’anni di solitudine, il capolavoro che valse a Gabo il premio Nobel per la Letteratura nel 1982, confluiscono rimiscenze della vita di Márquez e frammenti di storia che affondano le radici nella generazione di suo nonno.

gabo2

Óscar Pantoja, Miguel Bustos, Felipe Camargo Rojas, Tatiana Córdoba e Julián Naranjo, ovvero uno sceneggiatore e quattro illustratori per dar forma alla storia a fumetti che celebra una delle voci più importanti della narrativa sudamericana. Un graphic novel che alla Fiera Internazionale del Libro di Buenos Aires del 2014 ha guadagnato il Premio come miglior libro a fumetti dell’America Latina.

 

DOVE TUTTO INIZIA

Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendía si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio. Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche. Il mondo era così recente, che molte cose erano prive di nome, e per citarle bisognava indicarle col dito.

Strada per Acapulco, Messico, 1965. Gabo è in viaggio con la moglie e i figli per una vacanza. Lo scrittore sta vivendo un momento critico della sua carriera: sente che solo la scrittura lo può salvare ma non sa come rimettersi a scrivere.

gabo3
Proprio sulla strada per Acapulco, improvvisa, arriva la folgorazione: l’incipit quel romanzo che da vent’anni esisteva solo sulla carta come racconto: La casa, che dopo diciotto mesi di riscrittura verrà pubblicato come Cent’anni di solitudine.
gabo4Gabo racconta l’intensità della vita del romanziere colombiano scomparso nell’aprile 2014, soffermandosi in particolare sui punti di contatto tra la storia dell’autore e quella del suo romanzo. Un fumetto costruito su piccoli episodi che si dipanano secondo una sequenza non cronologica, quasi tanti tasselli disordinati di un puzzle che alla fine si ricompongono e danno al lettore un quadro completo.

Un fumetto che non può mancare nella libreriadi chi ha letto con partecipazione le vicende della famiglia Buendía. E anche di chi si vuole avvicinare per la prima volta alla lettura di Cent’anni di solitudine.gabo1


Gabo. Gabriel García Márquez. Memorie di una vita magica
L’isola senza sorriso
Il giro del mondo in 80 giorni
Oliver Twist: 1
Rughe

C4 MATITE:

Melissa Bortolotto

Veneziana "di terraferma", dopo gli studi a Padova si trasferisce a Milano per seguire le sue passioni: l'editoria, la cultura, l'informazione. A Milano avviene l'incontro con Martina, che la trascina nell'avventura di c4c come redattrice e corretrice.

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna Risposta

  1. 13 aprile 2015

    […] Sandoval, edito da Tunuè; la casa editrice laziale ha portato a casa altri tre riconoscimenti con Gabo. Memorie di una vita magica trionfante nella categoria Miglior Libro di scuola Angloamericana, Memorie a 8 bit premiato come […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.