Recensione: Great Pacific #1, #2 e #3

great pacific

Editore Saldapress
Autori Joe Harris, Martin Morazzo
Prima pubblicazione Maggio 2013
Prima edizione italiana Febbraio 2015
Formato Brossurato
Numero pagine 168 a colori
Prezzo 15,90 euro a volume

Ho cercato di conquistare e di cercare rifugio in una terra che esiste solo perché l’uomo ha rovinato quella che Dio gli ha dato.
– da Great Pacific #1

OCEANO DI PLASTICA

Secondo l’ultimo rapporto del World Economic Forum, fondazione senza fini di lucro che ogni anno si occupa delle problematiche più importanti che affliggono il nostro pianeta, nel 2050 l’oceano conterrà più plastica che pesci. Partendo da questa considerazione potrete meglio apprezzare Great Pacific, la serie a fumetti edita da Saldapress scritta da Joe Harris per i disegni di Martin Morazzo.

NASCITA DI UNA NAZIONE

great pacific2Nei tre volumi che compongono questa mini serie, assisteremo alla nascita e allo sviluppo di una piccola nuova nazione, il New Texas. Il tutto è frutto della mente visionaria del giovane protagonista, Chas Worthington. Dopo aver ereditato un immensa fortuna dalla compagnia petrolifera di famiglia, il ragazzo decide di mollare tutto e di fondare una nazione sull’immensa isola di rifiuti che galleggia in mezzo all’Oceano Pacifico, nota come Pacific Trash Vortex.

great pacific4Grazie ai suoi soldi cercherà di mettere un freno al problema ambientale che questa chiazza di immondizia sta generando e, al tempo stesso, proverà a far diventare grande il New Texas per farsi riconoscere dalla comunità internazionale sia come nazione sia come portatore di una nuova visione del mondo. Ma la strada verso il successo non sarà tutta in discesa, infatti si troverà di volta in volta ad affrontare problematiche diverse. Pirati, capi di governo, strane creature e molte altre cose si alterneranno nei tre volumi che ci raccontano Chas e il suo sogno.

AMBIENTALISMO E FANTA POLITICA

great pacific3Se questa tematica ambientalista legata a doppio filo con una vicenda di fantapolitica è sicuramente una nota originale e quindi positiva, la storia in sé però non convince pienamente. Il protagonista Chas non brilla certo per simpatia e il lettore difficilmente riuscirà a provare empatia per lui e per il suo microstato. I vari fronti narrativi che vengono di volta in volta aperti non sempre trovano una vera conclusione e i salti temporali che ci sono tra ogni volume contribuiscono a dare un senso di confusione generale, che ovviamente va a discapito di una lettura che non risulta coinvolgente.  I disegni di Morazzo sono caratterizzati da un tratto essenziale e stilizzato, certamente il suo stile non sbalordisce ma personalmente mi è piaciuto e sicuramente si pone un gradino sopra alla scrittura della storia.

UNA LETTURA DIVERSA DAL SOLITO

In definitiva quindi possiamo dire di trovarci di fronte ad un operazione interessante ma che non ha sfruttato a pieno le potenzialità della storia comunque originale. Un fumetto sicuramente più adatto a un pubblico maturo, non per la violenza, ma per le tematiche trattate. Consigliato a coloro che vogliono affrontare una lettura diversa dal solito o che sono appassionati di ambientalismo, con la consapevolezza però di non trovarsi di fronte ad un’analisi profonda dei problemi che in questa storia vengono solo accennati. Buona l’idea quindi, meno la realizzazione.


Rifiuti! Great Pacific: 1
Costruire una nazione. Great Pacific: 2
GREAT PACIFIC N.3 – CACCIA GROSSA
In ombra. Trees vol. 1/A
Sei tra amici. Revival: 1




LA NOSTRA PAGELLA: 5.5/10



Alessandro Di Giulio

Il mondo del fumetto l'ho sempre amato da quando mia madre mi portò al primo Lucca Comics della mia vita, penso che ora si odi per questo; da allora li compro li leggo e li colleziono e non me ne sono mai pentito. Ho 31 anni mille passioni e una vita sola per poterle coltivare; questo è il cruccio di molti di noi. Cosa c'è di meglio allora di scrivere di una di queste grandi passioni?..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.