Recensione: Hadez #2 – Mezzanotte di fuoco

Hadez #2 banner

Editore Edizioni Dentiblù
Autori Ilaria Catalani e Silvia Tidei
Prima pubblicazione Ottobre 2015
Prima edizione italiana Ottobre 2015
Formato 17x24cm, brossurato con risvolti
Numero pagine 96 a colori
Prezzo 9,90 euro

Perché sei cambiato così tanto?

Nella recensione al primo numero (qui) sostenevo che Hadez fosse un fumetto atipico, se non altro nello sviluppo della trama.

Il secondo numero “porta acqua al mio mulino”.

TRAMA

Hadez 2- 3Poco da aggiungere rispetto quanto detto nella prima recensione.

Il secondo numero introduce la sottotrama riguardante le ragioni di Hadez (rilevante perché presumibilmente si unirà alla trama principale) e segue due trame classiche: amici che si vogliono salvare a vicenda e tradimenti quanto meno attesi.

Il tutto viene comunque gestito bene, senza dare quel senso di déjà-vu che risulta fastidioso; il crescendo degli eventi riesce in qualche modo a rimanere chiaro, nonostante la volontà delle autrici di mettere molto in poco spazio, segno di un buon contemperamento e bilanciamento in sede di scrittura.

Alcune scelte risultano però forzate, proprio per la volontà autoriale sopra esposta, e una minor voglia di mettere carne al fuoco o più spazio espositivo per le idee della serie non avrebbero forse guastato.

DISEGNI

Anche qui c’è poco da aggiungere rispetto la recensione al primo numero; i disegni sono chiari, rendono il fumetto scorrevole e leggibile.

Si nota, ogni tanto, un piccolo cambio di mano, in dipendenza dei diversi punti della trama, e alcune vignette sembrano, come la trama, forzate.

Spiegabile laddove sia necessario dar conto delle reazioni dei personaggi, che potrebbero non essere altrimenti meglio espresse, meno spiegabile in altri punti.

Menzione speciale per l’effettistica: non mi sono piaciuti – ma è la mia opinione – i modi in cui vengono espressi i suoni fuori “nuvoletta” quando fatti con caratteri da Pc.

Hadez 2-2

SFX gradevoli

Molto più gradevoli e azzeccati quando fatti direttamente sul disegno.

CONCLUSIONE

Si rimanda, di fatto, a quanto detto nella prima recensione, con le modifiche opportune: il capitolo centrale in genere è il più debole di una trilogia.

Hadez fa eccezione, portando un capitolo – e un finale aperto – più interessante del primo, che fa ben sperare circa il capitolo finale.


Hadez Volume 1: Il paese dei malocchi
Hadez Volume 2 : Mezzanotte di fuoco
Un, due, tre… strega! Hadez. Ediz. illustrata: 3
Stranger pigs
Sacro/profano. Nel nome del padre




LA NOSTRA PAGELLA: 7.5/10



Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.