Recensione: Hellvisback

Editore Sony Music Entertainment
Autori Salmo (testi), Fr3nk (testi e disegni)
Prima pubblicazione 2016
Prima edizione italiana 2016
Formato
Numero pagine 40

Prezzo 19,35 euro (con cd)

ELVIS…

Il king dell’hardcore, come a Salmo piace definirsi, è tornato il 5 febbraio con l’album Hellvisback, lanciato dal singolo 1984 e capace imporsi come disco d’oro in una settimana. Per l’occasione, Salmo ha scritto un fumetto insieme a Francesco “Frenk” Liori che fa proprio da introduzione alle tracce dell’album. Si tratta della deluxe edition di un lavoro che vede le collaborazioni di artisti del calibro di Shablo, The Bloody Beetroots e, in ben due tracce, nientemeno che Travis Barker, batterista di Blink-182 e Transplants entrato nella 100 Greatest Drummers stilata da Rolling Stone

bwoy… BACK IN HELL

Salmo è morto e viene sotterrato insieme alla propria maschera. Quando si risveglia dall’altra parte, però, scopre di non trovarsi in quello che ci si aspetterebbe essere l’inferno. Piuttosto nel nulla, che è probabilmente un concetto peggiore dell’inferno stesso e più spaventoso di qualsiasi altro. Se non fosse che all’improvviso da quel nulla sbuca una Cadillac, sobriamente targata “fuck” e “pussy”, guidata da colui che per quelle macchine aveva una passione ed è ricordato come il re del rock and roll. Il buon Elvis si presenta in una versione sovrappeso e ipertatuata, invitando Salmo a salire a bordo: è ora di impedire a Lucifero di scatenare l’apocalisse, e per farlo c’è bisogno della sua maschera.
Tranquilli, non è uno spoiler, così come non lo è rivelare che la condizione necessaria a Lucifero per compiere il proprio piano è… Raggiungere il giusto numero di like sulla propria pagina Facebook. Insomma, l’intento della storia è chiaramente goliardico, andando a smorzare quell’inevitabile velo di presunzione che si crea nel far incontrare Elvis al proprio personaggio e vederlo partire a tutta velocità insieme a lui per consacrare – o meglio, per dissacrare – definitivamente il proprio dominio sulla scena del rap hardcore.

E I FAN RINGRAZIANO

Gli stessi dialoghi sono molto leggeri e senza alcuna pretesa di seriosità, capaci di far sorridere il fan che si appresta ad ascoltare l’album dove i temi di vita e morte, velocità nel condurre la propria esistenza, cultura del lavoro e dell’impegno per arrivare al successo sono sempre al centro delle tracce. I disegni di Fr3nk trasmettono bene l’atmosfera cupa e al contempo divertente nella quale Salmo rifiuta ogni timore reverenziale nei confronti di questo Elvis post-mortem senza prendere troppo sul serio né lui né se stesso. Un volume che si presenta come un buon compendio per i fan di un artista ormai stabilmente al centro della scena rap italiana, un numero zero che non si prende comunque l’impegno di promettere un seguito. Proposto in copertina rigida e stampato su carta di buona qualità, Hellvisback mostra una piacevole attenzione verso l’acquirente confermata anche dai diversi sketch inseriti a fine pubblicazione. Peccato per la paginetta striminzita riservata ai titoli delle canzoni dell’album: trattandosi di una deluxe dedicata ai fan sarebbe stato carino inserire qualche contenuto speciale come ad esempio i testi delle canzoni.
Acquistabile soltanto insieme al cd, Hellvisback è un prodotto evidentemente dedicato ai fan, capace di farsi apprezzare e proposto a soli 2 euro in più rispetto al prezzo d’acquisto del cd. Una chicca che farà felici non pochi appassionati del buon vecchio Lebon.


Hellvisback Deluxe Limited Edition (Numerata) [1 LP + 1 T-SHIRT + 1 CD]
Hellvisback
Hellvisback – Vinile Azzurro
Hellvisback – Album
Hellvisback



LA NOSTRA PAGELLA: 6.5/10



Nicholas Venè

Leggo, scrivo, gioco, guardo, commento. Osservo e prendo appunti, provando a fare cose.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.