Recensione: Il vecchio e il mare

Editore Nicola Pesce Editore
Autori Andrea Laprovitera e Ludovico Lo Cascio
Prima pubblicazione Novembre 2016
Prima edizione italiana Novembre 2016
Formato 21 × 30 cm, cartonato
Numero pagine 96 in bianco e nero

Prezzo 14,90 euro

L’uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto ma non sconfitto.
Ernest Hemingway

LA TRAMA

Il graphic novel Il vecchio e il mare, edito da NPE, è tratto dall’omonimo romanzo di Ernest Hemingway. La storia si svolge sull’isola di Cuba nel 1950. Santiago, il protagonista, è un vecchio pescatore che non riesce a pescare niente da mesi. Manolin è un giovane pescatore che si prende cura di Santiago spronandolo a non arrendersi anche nei periodi di magra. Un giorno il vecchio, intenzionato a dimostrare ai pescatori dell’isola il proprio valore, si spinge in mare aperto con la sua piccola barca a vela. Dopo una lunga attesa al suo amo abbocca qualcosa di grosso, si tratta di un enorme marlin con il quale Santiago inizierà un’estenuante lotta fino al momento in cui…

L’ADATTAMENTO

Andrea Laprovitera, lo sceneggiatore di questo graphic novel, ha avuto il difficilissimo compito di adattare al fumetto un romanzo di fama mondiale che è diventato una pietra miliare della letteratura moderna. A mio avviso la trasposizione è stata molto buona, la narrazione scorre lineare tra le onde del mare e la mente di Santiago. I testi e i dialoghi, come nell’originale di Hemingway, sono essenziali e ridotti il più possibile. I disegni di Ludovico Lo Cascio hanno un tratto primordiale, quasi grezzo, che trasmette al lettore l’inquietudine del protagonista e si sposa perfettamente con l’ambientazione cubana di metà XX secolo. Una sorta di tratto incerto, poco pulito, dà il giusto contributo alla storia che si svolge per la maggior parte in mare. La scelta di lasciare le tavole in bianco e nero giocando con il chiaro e lo scuro la trovo azzeccata e molto appropriata.

CONCLUSIONI

Il volume proposto da NPE è un fumetto ben riuscito che racconta con l’ausilio dei disegni un romanzo che spesso i giovani tendono a non leggere. La scelta di tradurre con il linguaggio dei balloon famose opere del passato è saggia poiché permette ai ragazzi di avvicinarsi ai classici e ai più maturi di vedere alcune storie da un’altra prospettiva. L’edizione è molto bella, un volume cartonato con in copertina Santiago e sul retro il marlin quasi a creare il fronte e il rovescio di una medaglia. La dicotomia e l’imprevedibilità della vita emergono in quest’opera pagina dopo pagina e gli spunti di riflessione non mancano di certo. Un graphic novel da leggere e rieleggere, un must per la propria libreria.

Era troppo bello per durare.
Santiago


Il vecchio e il mare
Moby Dick
Natale in casa Cupiello. Il teatro di Eduardo De Filippo a fumetti
Fairy tales di Oscar Wilde. L’usignolo e la rosa e altre storie
Guna

C4 MATITE:

Marco Rubertelli

Appassionato di fumetti e informatica. Dopo essere stato un fedele abbonato a Topolino per anni, un giorno, per caso, legge l'albo #224 di Dylan Dog, Sul filo dei ricordi, e inizia a leggere tutta la serie. Presto l'interesse si estende a qualunque tipo di fumetto, soprattutto graphic novel. Nel novembre 2013 fonda insieme all'amico Nicholas il portale C4 Comic.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.