Recensione: John Doe volume 1

Editore Bao Publishing
Autori Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni
Prima pubblicazione Maggio 2016
Prima edizione italiana Maggio 2016
Formato 17 x 23 cm brossurato
Numero pagine 416

Prezzo 20,00 euro

Tu usi la gente, John. Se poi è gente che ti vuole bene, allora è solamente tutto più facile
John Doe

LA MORTE

johnQuando il tuo nome è nessuno, nemmeno la Morte può aver il controllo su di te. John Doe, golden boy dal carisma eccezionale come pochi ne nascono in una generazione, manipolatore e donnaiolo incallito, torna in una nuova veste editoriale proposta da Bao Publishing, in sei volumi che raccolgono quattro episodi l’uno della prima stagione, pubblicata dalla fu Eura Editoriale nel lontano 2003. Il personaggio, nato in una notte (secondo quanto dicono gli autori) dalla mente fervida di Roberto Recchioni e del compianto Lorenzo Bartoli, portò il concetto di serialità nel fumetto italiano, proponendo una trama suddivisa in stagioni in cui di volta in volta tutto cambiava. Si tratta quindi di un successo editoriale che viene riproposto a chi magari non ha mai potuto fruirne o a tutti coloro che, come il sottoscritto, lo lessero, lo amarono e ora ne vogliono far sfoggio nella propria libreria con volumi di pregio, ricchi di contenuti extra.

MITOLOGIA & CULTURA POP

eura_doe2bNon è facile parlare di John senza fare spoiler, dal momento che proprio il primo albetto della serie offre un grosso colpo di scena che condiziona tutta la narrazione successiva. Si può però cercare di mostrare agli occhi del lettore la complessa mitologia dell’ universo in cui il CEO della Trapassati Inc.,  la versione capitalista della morte, si muove: un mondo ricco di citazioni e sincretismi, dove la Bibbia può trovarsi accanto alle favole dei fratelli Grimm, Happy Days, Full Metal Jacket e Moby Dick. Quest’unione di cultura pop e folklore occidentale riesce a catturare l’attenzione di chi si approccia a questa storia, sorprendendolo ad ogni pagina, ad ogni vignetta su cui si posa lo sguardo; John Doe non è la semplice storia di un uomo in fuga, ma di tutto ciò che ruota attorno a lui: mondi metafisici e ristoranti alla fine dell’universo, macchine capaci di muoversi fra le dimensioni, entità eterne dotate di sembianze umane ma che come gli uomini provano sentimenti positivi e negativi e che come tutti noi hanno i loro difetti, i loro vizi.

NARRAZIONE & STILE GRAFICO

in-azione-per-conto-di-john-doe-silvia-califa-L-5yadOXJohn passa da un’avventura all’altra, da una donna all’altra, con costante disinvoltura, grazie a uno storytelling improntato alla lettura veloce, al gusto e attenzione per le mimiche facciali, per i gesti. Nonostante gli stili grafici diversi l’uno dall’altro, visti i cinque disegnatori coinvolti in questo volume, Mammucari, Venturi, Manunta, Farinelli e Bertelé, l’atmosfera che la trama delinea si mantiene compatta, senza disorientare il fruitore. Un plauso particolare fa fatto alla scelta, nell’albo numero 3 dal titolo Legami, di rappresentare i ricordi sotto forma di disegni in pura matita senza l’ausilio delle chine, che dona un tocco vaporoso e dal sapor di passato a ciò che così viene raccontato. In conclusione: John Doe è una storia che è invecchiata bene e, grazie a un ritmo serrato e la prolifica fantasia degli autori dona al lettore una vicenda emozionante, da conservare nel proprio cuore.


John Doe volume 1
John Doe volume 1 – Ebook
Chanbara. La via del samurai
Dylan Dog. Mater Morbi
L’inizio. Orfani: 1



LA NOSTRA PAGELLA: 9/10



Andrea Tondi

Filologo romanzo, vive nel suo mondo fatto di cavalieri e avventure mistiche nella foresta. Quando torna nel mondo reale, scrive di fumetti.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 15 maggio 2016

    […] pomeridiano con Riccardo Burchielli, disegnatore italiano di John Doe e Garrett, prima di diventare il disegnatore dell’acclamato DMZ su testi di Brian […]

  2. 6 settembre 2016

    […] libreria dall’8 settembre il secondo atteso volume dell’edizione definitiva di John Doe, la serie di Lorenzo Bartoli e Roberto […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.