Recensione: La casa

casa

Editore Tunué
Autori Paco Roca (disegni e testi)
Prima pubblicazione 2015
Prima edizione italiana Aprile 2016
Formato 24×15 cm
Numero pagine 136 a colori
Prezzo 16,90 euro

Qui ci mettermo una finestra. C’è un panorama stupendo. Si vede il mare.
-da La casa

L’HA FATTO DI NUOVO

Dopo aver letto Rughe mai e poi mai avrei pensato che Paco Roca sarebbe riuscito a emozionare in maniera così genuina con un altro libro. Avete presente i gruppi rock? Ogni  band che si rispetti riesce a tirare fuori la ballata acustica perfetta (una e una sola), senza troppi fronzoli, essenziale e completa al tempo stesso. Questo era stato Rughe e questo è sorprendentemente La casa: un fumetto che vi accompagnerà per mano con un nodo alla gola di malinconia attraverso lo spaccato di una famiglia normale.
La trama di La casa è semplice e solida,  rivelarne anche pochi dettagli rovinerebbe l’esperienza della lettura: si può dire che questo fumetto racconta il vissuto di una famiglia attraverso la storia di una casa, protagonista assoluta della vicenda. Esattamente come Richard McGuire in QUI il mutare aspetto della casa coinciderà con l’evoluzione di chi la abita. La casa racconta attraverso piccoli pezzi di vita quotidiana  le ambizioni, le speranze e i sogni di un uomo normale la cui operosità è tesa a mantenere unita una famiglia. Sarà proprio la normalità a permettere al lettore una totale immersione e identificazione negli scenari descritti. La malinconia delle cose perse, erose dal tempo racconterà più di quanto possano narrare i dialoghi tra i personaggi.

la-casa-avance-page-7UNA CASA PERFETTA

Una delle cose più belle di questo libro è ritrovarsi ad amare ogni crepa e ogni imperfezione dell’abitazione proprio perché vera. Paco Roca riesce nell’intento di farmi innamorare di un luogo e a sentirlo completamente vostro. Anche i personaggi sono caratterizzati in maniera eccelsa, per nulla banali, ognuno di essi ha una sua storia separata eppure legata indissolubilmente agli altri familiari.
Per quanto riguarda i disegni ci troviamo di fronte a qualcosa di estremamente ben riuscito: nonostante  la loro semplicità presentano piccoli dettagli che rendono le tavole una vera e propria gioia per gli occhi. Ciò che davvero non vi farà staccare gli occhi da quest’opera sono i colori: estremamente caldi avvolgenti. Voltando le pagine quasi avrete la sensazione di sentire i profumi della campagna. Il fatto che per la durata totale della lettura vedrete gli stessi luoghi non sarà per nulla disturbante: i colori scandiranno l’umore dei personaggi e il loro cambiare nel tempo. Per quanto mi riguarda questo fumetto avrebbe potuto tranquillamente essere muto, il messaggio di fondo e il senso di appartenenza a casa malinconico che ne risulta sarebbe stato invariato.

la-casa-paco-roca-el-huerto-abandonadoUN’OPERA DA LEGGERE E RILEGGERE

Ci sono storie che leggiamo e ci fanno stare bene per ciò che raccontano, tuttavia una volta finite le riponiamo in libreria e difficilmente ci torneremo sopra, nonostante ci siano piaciute moltissimo. Questo non è il nostro caso: una volta terminata la lettura vi sentirete talmente a casa tra le pagine del fumetto che lo leggerete più e più volte. La casa ha quell’effetto che spesso e volentieri hanno dei giocattoli bizzarri sui bambini: nonostante continuino ad averne di nuovi e più belli finiranno sempre per accantonarli e ritornare a quello imperfetto, quello con cui si sentono più a loro agio. La casa è la malinconica e al contempo rassicurante storia di una famiglia destinata a diventare anche quella del lettore. Paco Roca mette in tavola sentimenti profondi e sinceri senza scadere in patetismi volti a stuzzicare chi ha la lacrima facile.
Consiglio la lettura di questo fumetto a tutti coloro i quali abbiano voglia di stimolare passate memorie e conoscere la storia di una famiglia che amerete alla follia.


La casa
Rughe
Le strade di sabbia
Il faro
Avventure di un uomo in pigiama




LA NOSTRA PAGELLA: 8.5/10



Jacopo Cerretti

Classe '90, cresciuto a pane (tanto) e comics con approccio disinteressato, negli ultimi 3 anni ho sviluppato un vero e proprio amore per il fumetto grazie in primis all'indagatore dell'incubo, i colleghi di casa Bonelli e alle poesie grafiche di Gipi.

Potrebbero interessarti anche...

1 Risposta

  1. 23 settembre 2016

    […] Roca in nomination con La casa nella categoria Miglior autore […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.