Recensione: La quarta variazione

La quarta variazione banner

Editore Bao Publishing
Autori AlbHey Longo
Prima pubblicazione Ottobre 2016
Prima edizione italiana Ottobre 2016
Formato 17 x 23 cm in brossurato
Numero pagine 144
Prezzo 16,00 euro

But you know it’s the people…
They hold you down…
But you know they hold your crown

Concrete Gold – Wu Lyf

La quarta variazione 1Marco è un ragazzo come tanti, sta frequentando l’ultimo anno del liceo artistico e nella sua testa rimbomba forte la domanda: “Cosa farai dopo?”. Il disegno è la sua passione e il suo talento lo mette di fronte a una scelta con la quale ognuno di noi si è confrontato almeno una volta. Scegliere la via più “facile”, seguendo le orme del padre nell’ambito della sanità o di un semplice lavoro di ufficio, o seguire i suoi sogni e mettersi contro l’indifferenza comune nei confronti dell’ambito artistico. La sua corsa contro il tempo viene accentuata dalle continue scadenze che lo perseguitano: l’iscrizione all’Accademia delle Belle Arti, l’imminente esame di maturità, un concorso ad una galleria locale (vero e proprio punto di riferimento per giovani talenti da tutto il mondo) e le pressioni dei genitori.

TALKIN’ ‘BOUT…

La quarta variazione 2Marco è figlio della cosiddetta Generazione Y, quella che ha cavalcato l’onda distruttiva delle recessione economica del primo decennio degli anni 2000. Per tutta la durata della sua infanzia si è rifugiato con i suoi amici in una bolla d’aria, il gioco Battaglia durante il quale la realtà lascia spazio all’immaginazione e a tutte le sue improbabili creazioni, e con il quale è potuto evadere dalle incombenze che adesso lo tormentano. Ad aiutarlo a sciogliere i suoi dubbi arriverà però un soccorso inaspettato, quello di Sofia, capace di traghettarlo con sicurezza verso una decisione concreta.

Proprio i ragazzi, con le loro continue incognite irrisolte, sono gli assoluti protagonisti. Ognuno di loro cerca di plasmare la vita al servizio di ciò che più lo appassiona, qualche volta arrivando a conciliare il proprio estro artistico con quello lavorativo. Probabilmente una delle cose che più salta all’occhio prendendo tra le mani questo ottimo volume brossurato, ultimo arrivato della collana Le città viste dall’alto, è il commento che il lapidario Zerocalcare ha riservato a uno dei suoi artisti più amati, un secco “Avercene”.

Con il celebre autore romano si possono trovare molteplici punti di contatto, che ci permettono di accostare La quarta variazione ad alcune opere della produzione prima dell’autore di Un polpo alla gola La profezia dell’armadillo. Oltre al naturale accostamento per le tematiche millenials e dalle forti tinte punk, si possono trovare somiglianze anche in un tratto fortemente pop che dà il meglio di sé nelle pagine di “sfogo” in cui i mostri vengono liberati e le pennellate prendono il sopravvento in pagine intere.

La quarta variazione 3…MY GENERATION

In conclusione questo volume segue la scia del forte imprinting delle opere inedite della casa editrice milanese, che porta sotto la stella cometa di Cliff nuove voci del fumetto italiano capaci di imporre un nuovo metodo nella narrazione a fumetti. Chi vi scrive da questo lato della tastiera è fin troppo coinvolto a livello emozionale (e non solo) per non rimanere colpito dal tema toccato da questo giovane autore, classe ’93. Riporre i propri sogni nel cassetto al servizio di una conformazione sociale prestabilita è una scelta con cui ognuno della mia generazione viene troppo spesso a contatto, con risultati più o meno dolorosi. AlbHey Longo riesce a trattare l’argomento in maniera elegante, evitando di scadere in inutili retoriche. Il risultato finale è un volume che risulta come uno specchio in cui tutti noi abbiamo paura a rifletterci, ma come nel caso di Marco, i confronti con la Battaglia, con la vita vera sono dietro l’angolo quando meno ce lo aspettiamo.


La quarta variazione
La quarta variazione – Ebook
Ricomincia da qui
Come quando eravamo piccoli
Al sole come i gatti




LA NOSTRA PAGELLA: 7.2/10



Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 12 novembre 2016

    […] durante Lucca Comics & Games 2016 ha fatto il suo esordio nel mondo della grande editoria con La quarta variazione. Nell’intervista abbiamo analizzato il suo percorso in questo mondo, partendo dal suo […]

  2. 30 novembre 2016

    […] questa occasione vi mostriamo il disegno che AlbHey Longo, di cui potete leggere la recensione di La quarta variazione (suo primo lavoro con Bao Publishing) e un’ampia intervista, che lo stesso Pietro ha […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.