Recensione: La strana biblioteca

Editore Einaudi
Autori Murakami Haruki (testo), Lorenzo “LRNZ” Ceccotti (Illustrazioni)
Prima pubblicazione 2005
Prima edizione italiana 2015
Formato Copertina rigida
Numero pagine 88

Prezzo 15,00 euro

NELLE DIMORE DEL SAPERE

la strana biblioteca 2Certe biblioteche sono luoghi dove il tempo non scorre, capaci di esercitare un fascino magnetico in grado di attirare al loro interno chiunque abbia una smodata passione non soltanto per la lettura, quanto per la cultura nella sua accezione più ampia. Dal Cimitero dei Libri Dimenticati alla Biblioteca di Hogwarts, da quella di Alessandria alla British Library, stiamo parlando di luoghi dove reale e immaginario si fondono in un ambiente nel quale tutto è più grande di noi. Soprattutto lo è l’aura di conoscenza che ci circonda, di cui assaggiamo golosamente uno spicchio ogni volta che apriamo un libro, consapevoli della nostra piccolezza e della vastità del sapere, del piacere di leggere e dell’impossibilità di conoscere davvero tutto.
In quest’atmosfera si apre La Strana Biblioteca, narrazione in soggettiva di un bambino che esce per portare indietro due libri e in un crescendo kafkiano si trova intrappolato in una situazione surreale e onirica, che si sviluppa su un piano diverso rispetto a quello della realtà che saltuariamente torna a sfiorare.

ART FOR ART’S SAKE

Il fulcro della narrazione di Murakami non è orientato verso il cosa accadrà, ma piuttosto verso il come. Non sappiamo se i personaggi che incontriamo oltre la stanza 107 esistano davvero, così come neppure il bambino, per sua stessa ammissione, saprà mai se abbia vissuto un’esperienza reale. Anche il linguaggio della narrazione fa gioco in questo senso, ostentando inizialmente similitudini quasi iperboliche per poi districarsi in dialoghi che ci riportano alla letteratura dell’assurdo, dove ben poco di quanto viene detto e del modo in cui le situazioni vengono affrontate sembra derivare dall’applicazione della consueta logica di causa ed effetto.
la strana biblioteca 3Murakami Haruki racconta un viaggio sul piacere della lettura fine a se stesso, senza voler dare una conclusione univoca a una vicenda che di fatto neppure potrebbe averla: quasi un esercizio di stile sulle potenzialità della lettura, che nasce in medias res e svanisce nel vago senza che nessuno possa sapere che cosa ci sia di vero in ciò che accade. Haruki intrattiene narrando una storia sul piacere di leggere quella stessa storia, in un’operazione di metaletteratura che si specchia in se stessa senza tuttavia apparire inconcludente, rappresentando invece un esperimento che mi ha ricordato – con le dovute differenze – il Calvino di Se Una Notte d’Inverno un Viaggiatore. Il bambino, così come il lettore, sarà ora se stesso, ora il personaggio del libro che legge, senza lasciarci intendere se tutta la storia non sia soltanto un suo viaggio mentale per evadere dalla realtà fatta di una madre sofferente, di un padre mai menzionato e di un unico grande affetto, un piccolo storno.

UN’EDIZIONE COI FIOCCHI

la strana biblioteca 3Una storia impreziosita dalle illustrazioni di uno dei migliori artisti italiani, un Lorenzo Ceccotti capace di prenderci per mano e accompagnarci dall’una all’altra scena con la discrezione e l’umiltà dei più grandi, capace di rispettare e anzi accrescere con i propri disegni il pathos della storia raccontata senza mai voler prendere il sopravvento, ma riuscendo a fare da sfondo a ciò che stiamo vivendo. Confezionato da Einaudi in un’elegante edizione in copertina rigida, sovracoperta e carta patinata che premia le fantastiche illustrazioni di Ceccotti e ne giustifica assolutamente il prezzo elevato per il ridotto numero di pagine, La Strana Biblioteca non è dunque un libro per tutti. Quella che Murakami Haruki propone è una pubblicazione per chi non cerca una storia convenzionale, ma piuttosto una riflessione sul piacere della lettura: una storia di straordinario impatto emotivo che si rivelerà, per citare proprio l’illustratore dell’edizione italiana, uno di quei preziosi libri “in grado di portarci dove nessuno ci ha mai portato prima”.


La strana biblioteca
La strana biblioteca (Supercoralli) E-book
Annientamento. Trilogia dell’Area X: 1
Autorità. Trilogia dell’Area X: 2
Accettazione. Trilogia dell’Area X: 3



LA NOSTRA PAGELLA: 7.8/10



Nicholas Venè

Leggo, scrivo, gioco, guardo, commento. Osservo e prendo appunti, provando a fare cose.

1 Risposta

  1. 13 gennaio 2017

    […] The Dark Side of Tte Sun, i libri a fumetti Golem e Astrogamma, illustrazioni e copertina per La strana biblioteca di Haruki Murakami. Sta ultimando il progetto Monolith per Sergio Bonelli Editore (film live action […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.