Recensione: Liberty Meadows volume #1 – Eden

lyb 1

Editore SaldaPress
Autori Frank Cho
Prima pubblicazione 20 marzo 1997
Prima edizione italiana 1997
Formato 27×24,5 cm cartonato
Numero pagine 160
Prezzo 20,00 euro

“Pittoresca” non direi proprio. Liberty Meadows è sempre stato un posto tranquillo. Non capita mai niente di eccitante da queste parti…
– Ralph

Nonostante debba parlare dell’opera in sé, preferisco prendere qualche riga per esprimere una mia opinione: adoro Frank Cho.
Adoro il suo finto machismo, adoro la sua pagina Facebook, adoro il suo stupido umorismo, adoro il caos che riesce a produrre coi suoi disegni e il percepirli comunque innocente evasione, nonostante il mondo intorno a lui esploda in critiche (talvolta spudoratamente sterili).

Non si dica quindi che non avverto dicendo che sono un fanboy!

lyb 2

Se il mio sentimento è possibile, e se il suo esprimersi lo è, il merito è di Liberty Meadows.
Senza perdere troppe parole, Liberty Meadows è un fumetto interessante.

LIBERTY MEADOWS

Liberty Meadows è il rifugio per animali presso cui lavorano il timido Frank, veterinario, e la sensuale e procace Brandy, psicologa per animali. In cura dai due professionisti, il più folle gruppo di animali delle strisce sindacate: la rana toro Leslie, l’orso nano Ralph, il maiale Dean, il bassotto Oscar e l’anatroccolo Truman, ognuno con un problema da risolvere e parecchi da provocare.

I problemi da risolvere o i guai provocati saranno il motore della maggior parte delle strisce, attraverso cui Cho antroporfizza i suoi personaggi animali fino a renderli parodie, citazioni pop, oggetto di satira sulle dipendenze o su qualunque argomento possa interessare l’autore.

lyb 7

I personaggi umani servono da contraltare per i pensieri dell’autore, per manifestare tutti quei sentimenti che tutti, almeno una volta, abbiamo provato in situazioni analoghe e, magari, non abbiamo saputo manifestare.

In generale, Cho spinge i limiti contenutistici delle strisce, trattando temi generalmente scansati da altri autori sindacati quali le dipendenze, la violenza e il sesso, trattando tutto con fare cartoonesco che, in qualche modo, rende la lettura leggera e allegra, sempre.

In generale si può affermare tranquillamente che Liberty Meadows sia una satira della società americana che si prende poco sul serio, in un esperimento dai contenuti liberi e, volutamente, anarchici, non sembrando rispettare regole e autorità.

Punto forte di Cho, e primo elemento di attrazione nell’albo, è sicuramente il tratto nel disegno. Cho ama le linee curve e le fa amare allo stesso modo.

lyb 5
L’artista spazia liberamente fra tratti realistici – quando mette in scena i personaggi umani o fantasie – a tratti lyb 8cartooneschi per i suoi personaggi animali o per le incursioni meta fumettistiche dell’autore.

Il risultato è un fumetto attraente, veloce da leggere e da comprendere, in cui le scene sono ben costruite e difficilmente annoiano o stancano, per via della estrema mutevolezza dei contenuti o del tratto.

IN CONCLUSIONE

Liberty Meadows non è un fumetto che definisco imperdibile, ma è sicuramente particolare e unico nel panorama delle strisce sindacate.
La volontà dell’autore di distaccarsi dalle major di settore (dopo 5 anni di lavoro) per dedicarsi prima all’autoproduzione, poi alla produzione per l’etichetta Image, ha portato a una rivisitazione e a una riconcettualizzazione dell’opera a livello contenutistico che apre spiragli interessanti nell’ambito del genere.

Da parte mia non posso che consigliarlo, fosse solo per i disegni di Cho – da lui stesso definiti il suo “stato dell’arte”.

L’attuale riedizione dell’opera, da parte della saldaPress, può quindi essere una buona occasione per leggere le opere del “primo” Frank Cho e per considerare l’idea di visitare con noi di C4Comic quell’incantevole rifugio chiamato Liberty Meadows.

lyb 3


Eden. Liberty meadows: 1
Tana dolce tana. Liberty meadows: 2
L’estate dell’amore. Liberty meadows: 3
Cuore di ghiaccio. Liberty meadows: 4
Women. L’arte di Franck Cho




LA NOSTRA PAGELLA: 8/10



Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.