Recensione: L’uomo della legione – Dino Battaliga

Editore Nicola Pesce Editore
Autori Dino Battaglia
Prima pubblicazione 1977
Prima edizione italiana 1977
Formato 21 x 30 cm cartonato
Numero pagine 64 a colori

Prezzo 14,90 euro

Un legionario mangia quando può, marcia quanto può e si corica solo per morire.
– da L’uomo della legione

Siamo nel 1977 e Sergio Bonelli preme per dare vita a una nuova collana, da lì in poi conosciuta come Un uomo un’avventura. Sulle pagine dei 30 volumi cartonati che compongono la collana, trovano spazio le matite di decine di artisti italiani ed esteri del calibro di PrattCrepaxBattaglia insieme a molti altri. Proprio di Battaglia parleremo oggi, maestro del fumetto riconosciuto a livello mondiale il cui percorso artistico è stato quanto meno travagliato. Ma di questo avremo modo di parlarne col tempo…

ALGERIA

Siamo nel 1921 e la rinomata Legione Straniera francese, formata da immigrati in cerca di cittadinanza e reietti in cerca di redenzione, viene mandata in Algeria per una guerra che durerà molto più delle 46 pagine di cui è composto il fumetto. Non abbiamo un vero protagonista, nel senso strettamente tecnico, piuttosto seguiamo la legione stessa. Senza dubbio i personaggi che risaltano sono Moreau e il capitano Desay, abilmente sfruttati da Battaglia come marionette parlanti, uniti da un passato di viltà e vergogna. La spedizione sarà pericolosa, probabilmente insoddisfacente ed estremamente difficoltosa ma la Legione non ha che la guerra da vivere.

Battaglia rende il lettore partecipe di una leggenda, una storia da camerata la cui morale fa rabbrividire la giovane recluta. Non ci sono buoni o cattivi ma leoni e conigli.

IL MAESTRO CONTROCORRENTE

Leggendo il volume non si può fare a meno di notare – personalmente col sorriso sotto i baffi – quanto Battaglia voglia a tutti i costi oltrepassare quelli che sono i limiti imposti dall’editore: “Maestro è molto semplice, la storia deve avere un uomoun’avventura. Battaglia non ci sta, non inserisce un vero e proprio uomo come deus ex machina e racconta un’avventura ben diversa dagli standard dell’epoca. Addirittura i colori, inseriti dall’editore, sono costretti nelle vignette del maestro, vincolati da ombre e chiaroscuri invalicabili e imposti dall’autore. A proposito dei colori, apprezzo la scelta di NPE di portare l’opera nella sua forma originale e non in bianco e nero come le precedenti edizioni. Il colorista ha colto perfettamente la poetica visiva di Battaglia e ha contribuito a rendere infiniti i deserti, cupe le notti e profondi gli sguardi.

Ecco, quindi, che il racconto diventa un’occasione per narrare i luoghi, i sapori, gli odori di una regione remota che riesce ad essere accogliente nella città ed estremamente pericolosa nel deserto. Esemplare il contrasto tra la prostituta della città e l’algerina soldato che simboleggia perfettamente questa distinzione locale. Il tempo è continuamente dilatato e sul campo di battaglia questo significa morte. Battaglia sfrutta il linguaggio del fumetto in modo che la storia si racconti da sola, con didascalie che si estraniano dai dialoghi e onomatopee forti di vita propria. Potrei analizzare per dozzine di pagine ma lascio a voi il piacere di scoprire ogni dettaglio.

ESPERIENZA INTEGRALE

Nicola Pesce Editore ci porta un volume di pregio che rende perfettamente l’esperienza di lettura originale. L’edizione è curata nel dettaglio, ottima l’impaginazione, ricca di un’approfondita analisi di Daniele Barbieri. A tal proposito devo però annotare che si tratta di un redazionale di contorno che, per chi conosce il maestro e la sua poetica visiva, difficilmente offrirà qualcosa di nuovo alla lettura. Avrei preferito un parere più personale dall’autore, ma nulla toglie che chi si approccia solo ora al maestro troverà illuminante il testo che precede la lettura dell’opera. Funge inoltre da transizione tra i due volumi di assoluta libertà narrativa di Linus e questo.

In conclusione: la nuova ristampa de L’Uomo della Legione è soddisfacente e, probabilmente, è il modo più economico e qualitativamente migliore che potete trovare in circolazione per godere dell’opera del maestro. Consigliato anche se non avete preso i volumi precedenti: se siete amanti del fumetto d’autore apprezzerete sicuramente.

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=c4co03-21&o=29&p=8&l=as1&asins=8888893881&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=c4co03-21&o=29&p=8&l=as1&asins=8897141919&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=c4co03-21&o=29&p=8&l=as1&asins=8897141900&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=c4co03-21&o=29&p=8&l=as1&asins=8897141978&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=c4co03-21&o=29&p=8&l=as1&asins=8888893903&ref=tf_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr
L’uomo della legione
Maupassant
Edgard Allan Poe
Fairy tales di Oscar Wilde. L’usignolo e la rosa e altre storie
Il vecchio e il mare



LA NOSTRA PAGELLA: 8.5/10



Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.