Recensione: M (Katsura)

Editore Star Comics (Italia) – Shueisha (Giappone)
Autori Masakazu Katsura
Prima pubblicazione 1996
Prima edizione italiana Marzo 2012
Formato Brossurato con sovracoperta (18×25 cm, bianco e nero e colore)
Numero pagine 67

Prezzo 7,80 euro

La sofferenza.
Il più grande dei piaceri.
L’estrema forma dell’amore.
– da “Il labirinto dei ricordi”

StarComics raccoglie nella sua edizione di M di Masakazu Katsura tre opere del sensei: la prima (Il labirinto dei ricordi) e l’ultima (a virgin) occupano una decina di pagine in totale, mentre la seconda (M) è quella che occupa lo spazio maggiore del volume. Nel loro complesso, comunque, le storie sono collegate da un tema comune, affrontato largamente nella storia centrale; la prima delle tre, inoltre, si può considerare quasi un brevissimo riassunto di quella che la seguirà.

E.M.

Le due lettere che danno il titolo al paragrafo sono le iniziali dei nomi dei due protagonisti di M: Eiji Matsuda, un giovane ragazzo piuttosto timido, e Emi Mutsuki, di cui egli è innamorato da tempo. Eiji, trovando improvvisamente il coraggio dentro di sé, decide di dichiarasi alla ragazza, la quale accetta di iniziare una relazione ponendo, però, una condizione ben precisa e piuttosto dura: i due non potranno mai fare sesso. Questo avrebbe lo scopo di evitare, a detta sua, che la passione iniziale possa smorzarsi e portare al termine del loro rapporto. Il giovane accetta, da subito convinto di riuscire a spezzare questo patto; lei, da parte sua, inizia un sadico gioco di tentazione e negazione che mette a dura prova la volontà del suo amante il quale, in un impeto di passione, arriva quasi a violentarla.

Nel corso del volume lo stesso Eiji, dapprima restio, si trova risucchiato in questa spirale di frustrazione: anche il ragazzo, infatti, inizierà a provare piacere per questa condizione, rifiutando di approfittare anche delle poche occasioni che la ragazza gli concede per provare del piacere fisico.

La storia si conclude con un finale triste e amaro che arriverà a svelare l’illusione di eternità che i due ragazzi avevano costruito con le loro azioni.

Finalmente ti ho raggiunta!
– Eiji Matsuda

“M” COME…

m masaku katsuraLe storie raccolte in M fanno parte del genere ecchi, che prevede la presenza di ragazze alquanto svestite che assumono spesso atteggiamenti piuttosto lascivi. Nessuna delle tre, se non la terza che osa un po’ di più, può essere catalogata come hentai vista l’assenza di scene sessuali esplicite. Il volume, in ogni caso, è adatto esclusivamente a un pubblico maturo e poco impressionabile a causa delle sollecitazioni psicologiche raccolte al suo interno. Se, infatti, il sensei Katsura non affronta mai il sesso in termini espliciti a livello fisico, sviscera profondamente l’aspetto mentale della relazione tra i due ragazzi.

Certamente qualcuno può subire il fascino del gioco sado-masochistico instaurato dai protagonisti, però molte persone potrebbero risultare perfino disturbate dalle situazioni narrate dal mangaka. La stessa carica erotica presente nel volume è trasmessa non tanto dalle immagini, quanto dall’insieme dei momenti di avvicinamento a un rapporto fisico che sarà immancabilmente negato.

Nel corso dell’opera non si trova praticamente mai del fan service gratuito: ogni tavola disegnata dall’autore, anche quella più esplicita, ha un preciso posto nel racconto della tortura psicologica messa in atto dalla ragazza. Ancora una volta, inoltre, Masaku Katsura si conferma un abilissimo disegnatore del corpo femminile, con una pulizia e una precisione del tratto riscontrabili in pochi altri disegnatori.

Matsuda-kun, sei un M…
– Emi Mutsuki

m masaku katsura

UN’EDIZIONE LUSSUOSA

StarComics ha confezionato l’opera come meglio non avrebbe potuto. Le pagine sono lucide e con una stampa praticamente perfetta; l’elevata grammatura, inoltre, arricchisce un volume impreziosito anche dalla sovraccoperta e dalle numerose pagine a colori. Il prezzo piuttosto elevato (7,80€) può sicuramente essere giustificato considerando questi pregi e il formato più grande del normale (18×25 cm), nonostante il numero di pagine non sia così alto.

è una raccolta che senza ombra di dubbio può essere apprezzata dai fan di Katsura; per tutti gli altri la cosa non è così scontata: se vi aspettate una storia con poca trama e molte situazioni esplicite come avviene in un hentai potreste rimanere delusi. Per i motivi spiegati, l’opera non è adatta a tutti i palati ma solo a quelli che ricercano una storia più studiata e approfondita dal punto di vista psicologico.


M
One piece: 1
Dragon Ball. Evergreen edition: 1
Detective Conan: 1
Fairy Tail: 1



LA NOSTRA PAGELLA: 7/10



Nicola Manocchio

Da sempre grande appassionato della carta stampata, libri o fumetti che siano. Da piccolo consumava più Topolino e romanzi fantasy che pane, da grande allarga gli orizzonti alle più svariate tipologie. Tra una lettura e l'altra occupa il tempo giocando alla cara "Play" e guardando serie tv. Pubblica video su youtube con lo pseudonimo di DrNicman. Studente freelancer per quel che resta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.