Recensione: Due cuori e una gatta – Manuale di sopravvivenza per gatti

Editore Shockdom
Autori Stefano “Kaneda” Giordano
Prima pubblicazione Novembre 2016
Prima edizione italiana Novembre 2016
Formato 24 x 17 cm brossurato
Numero pagine 112 in b/n

Prezzo 8,00 euro

Francesco “Kaneda” Gargano, conosciuto per la web-serie Due cuori e una gatta, torna in fumetteria con un volume speciale: una raccolta di regole necessarie alla sopravvivenza, per i nostri amici pelosi.
Nel caso il nome dell’autore e l’argomento vi abbiano già convinti, non perdete tempo e correte in fumetteria a comprare l’albo; in caso contrario, prego, continuiamo…

GATTI IN GABBIA

gatti kaneda 2Non ho gatti ma ci ho convissuto, amo il cartaceo. Conservate in memoria queste due brevi informazioni, ci serviranno.
Il web, un mondo incredibile. I social, in particolare, hanno cambiato il mondo permettendo una comunicazione che difficilmente avremmo immaginato pochi anni prima di Facebook. Pro e contro, sicuramente che, però, hanno oggettivamente aiutato centinaia – azzardo – migliaia di autori a nascere e crescere, per ogni arte conosciuta e non. Il mondo del fumetto, soprattutto in Italia, ha visto l’esordio di dozzine di artisti grazie a Blog, canali Youtube e quant’altro il magnifico mondo binario riesce a donarci. Una categoria decisamente di successo è quella dei vignettisti. Un tempo bisognava lavorare per i giornali o le fanzine, se ti andava bene potevi trovare posto come vignettista per contenitori editoriali all’interno di qualche fumetto popolare. È così da Yellow Kid fino a Charlie Hebdo.
Ma il mondo è cambiato, il mondo va di fretta, e una vignetta su Facebook raggiunge più persone di un colpo di vento. Tutto ciò è incredibile, magnifico, è un passo avanti nel mondo della nona arte.
Era inevitabile: raccolte su raccolte di vignette, screenshot e commenti fantastici, hanno invaso librerie e fumetterie.

FUORI DALLA GABBIA

Kaneda lo sa: funziona. Parti con un paio di vignette, senza immaginare il successo che potrà arrivare, e ti ritrovi autore di fumetti. Poi esce il tuo nuovo libro.
All’interno i tuoi lettori potranno trovare spassosi aneddoti e fantastiche battute sulla vita di un gattaro.
O forse no.

gatti kaneda

Regola numero 51: ragionare prima di impaginare.

La prima parte del volume presenta 51 regole di sopravvivenza, impaginate probabilmente dal gatto stesso, che dovrebbero ironizzare sulle classiche situazioni affrontate da qualunque proprietario di felino. Come dicevo, ho convissuto con un gatto per un’ estate e, l’inverno a seguire, lo visitavo quotidianamente per cibarlo e stare un po’ con la zia, proprietaria.
La seconda parte è composta di 40 pagine contenenti strisce e illustrazioni, questa volta impaginate sufficientemente, dello stesso calibro delle vignette che avete letto e condiviso sui social. 
La terza parte è davvero interessante: una breve raccolta di sketch, accuratamente rieditati, fatti durante le varie fiere, con soggetti parodie nerd gattizzate. 

MEGLIO TORNARE IN GABBIA

Finisco l’albo, lascio passare qualche oretta per raccogliere le idee, e mi accingo a rileggerlo. Niente da fare, l’insoddisfazione rimane, se non maggiore, di prima. La ragione è limpida.
Io amo il cartaceo, ricordate? Ho letto molte web-serie, ho condiviso centinaia di vignette sui social, ho riso, ho pianto, mi sono emozionato anche sul web. E’ vero, lo giuro. Quando sento che un artista nato sul web approda sulla amata carta, la curiosità esplode. So, però, che sarà necessario uno studio accurato, non basta raccogliere delle vignette per assicurare una corposa foliazione al minimo sforzo. L’autore e la casa editrice dovranno studiare un percorso diverso, un percorso editoriale che si basa su una fruizione ben differente da quella su smartphone e fratelli. Ecco quindi che Labadessa crea un volume illustrato, ricco di spunti di riflessione e suggestioni artistiche, Mereu costruisce una raccolta di pillole, un albo che presenta brevi storie su strisce o vignette, e così a continuare. E’ prassi, è una fase essenziale del processo editoriale e del progetto economico.gatti kaneda 3
Non è semplice, di certo no, ma è necessario. Per uscire dal web bisogna cambiare approccio fumettistico.
Il motivo è uno solo: su Facebook puoi permetterti di non essere originale.
Sui social il mi piace non si nega a nessuno. Quandunque si trovi una vignetta già vista, l’utente, non si sente disturbato. È questione di secondi, mi piace e scorro avanti. Ho apprezzato mnemonicamente la vignetta, fugace e piacevole. Su carta è ben diverso. Cliché narrativi, trovate grafiche poco originali e scopiazzamenti sono all’ordine del giorno; rimane, però, l’identità dell’autore che cerca di raccontarci una o più storie, di suggestionarci: che questo significhi ridere, piangere o quant’altro. 

CONCLUSIONI

Insomma, non quieterò oltre: Manuale di sopravvivenza per gatti è un fallimento sotto ogni punto di vista. Il principio del volume è disastroso: pagine graficamente scialbe raccolgono vignette proprie di una fruizione sragionata per lasciare, poi, spazio a una raccolta mal organizzata di strisce. Si salva la sezione finale che, in funzione di appendice, quasi paratestuale, è l’unica parte che riesce a legare l’autore al volume.


Due cuori e una gatta. Manuale di sopravvivenza per gatti
Due cuori e una gatta. 10 anni di gatta
Due cuori e una gatta. Il ritorno della gatta
Due cuori e una gatta: 3
Sua felinità. Due cuori e una gatta

C4 MATITE:

Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.