Recensione: Megahex

Editore Coconino
Autori Simon Hanselmann
Prima pubblicazione 2015
Prima edizione italiana 2016
Formato Brossura
Numero pagine 120

Prezzo 19,00 euro

I’m a witch. I do witchy things. I cast mega hexes. I cut bitches

megahex-1Una strega, un gatto ed un gufo, che passano le loro giornate tra strampalati amici, droghe a profusione. Sono questi i protagonisti di Megahex, raccolta di storie nata dalla mente dell’autore tasmano Simon Hanselmann. La serie nata dal web ha raggiunto dopo poco il successo, dapprima con la storia St. Owl’s Bay (insignita anche con un Ignatz Award for Outstanding Comic) ed in seguito con il giro della grossa distribuzione internazionale, che ha esportato la serie in 13 paesi del mondo. Per il momento potete leggere alcune storie brevi sul magazine VICE.

PAURA…

La serie è votata ad uno stile che richiama i classici stoner del cinema comico, dove l’uso della cannabis è all’ordine del giorno ed è uno dei punti focali su cui si muove la trama. Il mondo che circonda i personaggi è tratteggiato (volutamente) in maniera piuttosto grossolana, qualsiasi figura autoritaria (come genitori o forze dell’ordine) è totalmente assente o ritratta in maniera ridicola. Il concetto dello slapstick viene portato all’eccesso, sopratutto con gli interventi di Lupo Mannaro Jones “campione di autolesionismo”, e in particolare nelle sequenze della festa di compleanno. Proprio da qui nasce uno dei paradossi più interessanti di quest’opera.

megahex-2Hanselmann riesce, magistralmente, a creare dei personaggi profondamente caratterizzati; riusciamo a percepire, dietro una maschera di occhi arrossati e risate sguaiate, un disagio profondo che si riversa nel più totale nichilismo. Nella loro totale perdita di valori si riversano tutti i problemi del nostro tempo, che siano essi sentimentali, sessuali o molto più semplicemente economici. Persino il sesso, il lavoro o l’amore sono visti con un occhio freddo e distaccato.

…E DELIRIO…

Megg, Mogg & Owl (questo il titolo in originale) è anche il figlio di una lunga tradizione che fonda le sue radici nei classici della produzione underground per la Nona Arte. Lo stesso Robert Crumb, una delle massime autorità in questo campo, aveva fondato sul “funny animals” una delle sue opere di maggior successo, Fritz il Gatto. Proprio come i grandi padri del passato l’autore riesce a racchiudere nelle sue pagine un racconto della società moderna brillante e profondo.

Il disegno, semplice e dalle linee pulite, con layout della pagina che segue per la quasi totalità un “classico” 4×3  di vignette, rispecchia perfettamente la sceneggiatura a doppio taglio. Lo stile è un mix profondo di stili recenti (il pensiero va immediatamente alla scuola canadese della new wave fumettistica, su tutti Jesse Jacobs) e prodotti di animazione, su tutti il troppo dimenticato Il Pianeta Selvaggio di Renè Laloux o più conosciuti cartoni animati di MTV come Beavis and Butthead e Daria.

…DA SIMON HANSELMANN

L’opera è raccolta in un brossurato in grande formato che permette di vivere a pieno queste stralunate storie. È stato annunciato per il prossimo futuro un secondo volume dell’opera, che andrà a coprire le nuove uscite USA. In definitiva Megahex è consigliato agli avventori più appassionati dello stoner cinema (che raccoglie tra le sue fila classici come Il grande Lebownski o Paura e delirio a Las Vegas), ma anche semplicemente ai lettori di fumetto più navigati che vogliono tuffarsi senza pietà in un microcosmo capace di farvi riflettere,  di farvi ridere e in qualche caso di rivoltare il vostro stomaco.

megahex-3


Megahex
Leda. Che solo amore e luce ha per confine
La terra dei figli
Crocevia
Black hole



LA NOSTRA PAGELLA: 8.2/10



Pietro Badiali

Nato e cresciuto con Batman-The Animated Series ed i film di Tim Burton mi approccio ai fumetti anche grazie ai supereroi. Alla 150esima resurrezione decido di lanciarmi anche in altri campi. Ora sono un onnivoro: manga, graphic novel, BD, comics...l'importante è la qualità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.