Recensione: Melvile

Editore Panini Comics
Autori Testi e disegni di Romain Renard
Prima pubblicazione Ottobre 2013
Prima edizione italiana Febbraio 2015
Formato 19,5 x 26 cm, brossurato
Numero pagine 136 pp a colori

Prezzo € 15

Per la prima volta nella vita era solo, e come il fango tratteneva le suole dei suoi stivali con un risucchio grasso, così la paura gli si aggrappava addosso sempre più, man mano che saliva.

MELVILE

ca328658f29c28a0496c4868d41057ea_XLNon c’è scampo. Lei è sempre lì. Ferma. Ti aspetta, e sa che solo tu puoi darle voce. Solo tu puoi far fluire un mare di parole. I suoi tasti sono comodi rimedi al vuoto della tua vita, puoi imprimere su carta centinaia di storie. Una macchina da scrivere come fuga dalla realtà e allo stesso tempo ancora di salvezza economica. Un caffè, una doccia, una passeggiata. Qualsiasi cosa pur di temporeggiare. Questi sono gli elementi comuni a tutti gli scrittori che cercano di portare avanti il proprio lavoro aggirando il problema del blocco della creatività.

Samuel Beauclair è nel bel mezzo di una crisi. Creativa. Emotiva. Affettiva. Il protagonista di Melvile, la storia di Samuel Beauclair di Romain Renard edito in Italia da Panini Comics per la linea 9L, è la rappresentazione di una categoria, gli scrittori, con tutti i propri limiti e le proprie difficoltà a superare delle barriere inesistenti. Melvile, la cittadina in cui Samuel si ritira è il suo porto sicuro, è un punto di ripartenza.

Dopo aver pubblicato un romanzo di discreto successo, Samuel, scrittore esattamente come suo padre, subisce un brusco arresto nella sua carriera da autore. Passerà, pensa. Come accade a molti scrittori, restano fermi decenni e poi ritrovano la forza di dare forma a una nuova opera. Samuel non ha molto tempo, è braccato dal suo amico e agente letterario Aaron Haber che richiede nuove pagine da sottoporre all’editore. Anche sua moglie Sarah subisce tutte le frustrazioni del marito, amplificandole. Sarah non è sola, porta in grembo il figlio di Samuel, e l’inattività del marito renderà Melvile una trappola. Ciò che doveva essere un punto di ripartenza si trasforma in un circolo chiuso e vizioso.

SIAMO TUTTI SAMUEL BEACLAIR

MELVILE1Samuel, pur di racimolare denaro, accetta di lavorare come imbianchino. Vede un annuncio in un drug store di Melvile e si presenta a casa di David che vive con sua sorella Rachel. Mentre Samuel ritrova il senso della vita, innamorandosi di Rachel, sua moglie Sarah muore lentamente, sconfitta dal comportamento del marito. L’amore, il tradimento, la capacità di commettere sempre gli stessi errori vanno ad intersecarsi con la complicata esistenza di uno scrittore in crisi.

Melvile è un perfetto quadro di una realtà che è vicina ad ognuno di noi. Più vicina di quanto possiamo immaginare. Samuel è un uomo che non è capace di affrontare la realtà. Decide di estraniarsi dal mondo pur di non andare avanti. Tradisce la moglie dopo averla persa per un altro tradimento.  Samuel è la perfetta rappresentazione di un uomo che resta ancorato al suo mondo infantile e decide di cristallizzarsi nel tempo. Le responsabilità, il mondo vero, gli impegni coniugali…sono lontani dalla sua identità.

Quanti Samuel Beaculair esistono nel mondo? Milioni. Eppure non possiamo giudicare senza sapere il background della storia. Samuel è schiacciato dal peso del successo di suo padre, un rapporto che nel corso della storia si esplica sempre di più dimostrando che padre e figlio non si sono mai conosciuti realmente. Samuel non scappa solo da se stesso o dai suoi errori. Scappa dai fantasmi del passato, remoto e recente.

MUSICA, IMMAGINI E PAROLE

MELVILE2Melvile è un viaggio dentro se stessi, dentro la propria coscienza. Per quanto siamo tutti diversi, abbiamo tutti dei punti in comune, e siamo tutti una parte di Samuel. Scrittori e imbianchini, mariti e amanti, sognatori e uomini grigi. Romain Renard propone una storia che probabilmente è in parte autobiografica poiché anche suo padre era un affermato romanziere e il padre del protagonista della storia ha le stesse sembianze del padre di Renard.

Angoscia e catarsi si mescolano mentre scorrono le pagine di Melvile, la storia procede come un mosaico da ricostruire pezzo dopo pezzo, la narrazione in terza persona permette al lettore di mettere a fuoco il personaggio di Samuel riuscendo ad estraniarsi dalla propria interiorità. La grande forza di Melvile, è il montaggio delle tavole, soprattutto delle tavole mute, splendide rappresentazioni di bosco in cui Samuel si immerge. Non un pensiero. Non una parola. Solo le sensazione che trasmettono la natura e gli spazi aperti spesso soffocanti.

Ad arricchire e a rendere la lettura un’esperienza unica, si aggiunge la colonna sonora originale. Melvile è un volume multimediale, è possibile scaricare la colonna sonora dall’apple store o ascoltarla anche direttamente su Spotify. Il ritmo scondito dalla musica e le immagini montate come un serratissimo storyboard forniscono la sensazione di essere all’interno di un film di carta e colori. Benvenuti a Melvile, dove non si scappa dalla propria vita, ma si rinasce e si affronta la realtà.


Melvile. La storia di Samuel Beaclair
Melvile (9L) (Ebook)
Freeway
Inverno 1152. La guardia dei topi
Il corvo e altri racconti di Edgar Allan Poe

C4 MATITE:

Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni mi divertivo a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni scelgo Dylan Dog come costante della mia vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. A ventun'anni la mia prima ed unica band i Dreamway Tales. Nel 2013 studio sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Attualmente collaboro con la NPE, come traduttore e autore, e sono al lavoro sul mio primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.