Recensione: Necromantical #1

Editore BookMaker Comics
Autori Massimo Rosi (sceneggiatura), Stefano Cardoselli (disegni) e Marco Pagnotta (colori)
Prima pubblicazione Aprile 2014
Prima edizione italiana Ottobre 2016
Formato 18 x 23 cm spillato
Numero pagine 56 a colori

Prezzo 8,90 euro

Non so chi sia più fortunato, un giorno governeranno su un cumulo di scarafaggi.
– da Necromantical #1

Quasi tre anni fa, sul suolo americano, usciva Necromantical #1 da autori italiani artisticamente emigrati all’estero. Cervelli in fuga, anche il fumetto non ha scelta, e noi stiamo qua a lamentarci dell’ennesima copertina variant.
Ma l’arte è anche meritocrazia e, in occasione del Lucca Comics & Games 2016, BookMaker ha portato il primo volume sul territorio natio degli autori. Chiamatele pure piccole soddisfazioni, per me sono schiaffi morali. Bravi.

 BOTTE E NICOTINA

Il detective Sparks non conosce mezze misure

Ogni vero detective conosce le regole: più si combatte e più si fuma, è inevitabile nell’immaginario collettivo del genere hard boiled. Clive Sparks non è da meno e si presenta dalle prime pagine come un perfetto “detective in una città infernale“. Il mondo è andato nella direzione che tutti ci aspettiamo con l’ascesa socio-politica delle industrie, con conseguente inquinamento dell’aria tale da rendere impossibile la respirazione senza organi artificiali (o artificiosi).
La figlia del magnate dell’aria pulita viene rapita dalla temibile gang dei Death Angels e pare che l’unico a cui importi sia proprio il detective Sparks.

La trama non è niente di nuovo e non manca di favorire alla memoria dolci ricordi dalla fantascienza classica di Dick e Gibson, dalle decine di detective dal pugno di ferro e dalle numerose opere distopiche. Il soggetto si dimostra, però, originale grazie ad una struttura gerarchica innovativa e a trovate grafiche che riescono a valorizzare ogni singolo personaggio.

NON CHIAMATELO HORROR

Sia i colori sia le disposizioni sono state riviste per l’edizione italiana

Necromantical è bello e violento, duro e spietato, sanguinolento e cattivo come piace a noi lettori annoiati da fumetti fin troppo benevoli. Non si faccia l’errore di catalogarlo come fumetto horror, rischiando così di sottovalutare il lavoro di Massimo RosiStefano Cardoselli che, insieme, hanno definito un universo dalle molteplici sfaccettature. I due artisti raccontano un’inquietante distopia tra le strade di una città sporca e corrotta, a tinte noir, con il tipico odore da hard boiled. Il tutto confezionato con un’impostazione grafica difficile da trovare nelle fumetterie italiane. Cardoselli è un novello Templesmith che si adagia perfettamente tra stanze anguste piene di cadaveri e parenti unte.

La lettura è scorrevole grazie ad una narrazione scorrevole priva di qualsivoglia momento di pausa, pur non essendo esageratamente frenetica e non sdegnando silenzi suggestivi. Lo stesso non si può dire dei testi che, probabilmente, funzionavano molto meglio in lingua originale. Piccolo appunto: avrei di gran lunga preferito un lettering manuale e una, davvero minima, attenzione alla traduzione che pecca con grossolani errori grammaticali, gioia per i grammar nazi.

Il primo numero di Necromantical è ben riuscito e saprà saziare il lettore italiano con un genere poco importato e una narrazione sapiente. I colori di Pagnotta sono vera qualità e conferiscono un’originalità non indifferente al fumetto.
Consigliato a chi vuole provare qualcosa di nuovo, senza censure e senza pudore. Il prezzo non è sicuramente invitante ma aiuta la piccola editoria italiana indipendente.


Into the Pit
Dsa. Tp#1
DSA. Ultimate collection 2
Silence of god cap 1. Il giorno uno
The fucking Frogman. Anno Zero



LA NOSTRA PAGELLA: 7.5/10



Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.