Recensione: Nella camera del cuore si nasconde un elefante

galliele00

Editore Coconino Press
Autori Marco Galli
Prima pubblicazione Settembre 2015
Prima edizione italiana Settembre 2015
Formato 17 x 24 cm
Numero pagine 160in b/n e colori
Prezzo 18,00 euro

Almo Brasil, scrittore in cerca di ispirazione, ha scelto un bel posto dove perdersi. Il pianeta Balhore, con le sue strade che si arrampicano sinuose intorno all’antica Medina ma velenose, a volte, come il morso di un serpente. E le sue strane allucinazioni, in cui è così facile perdersi, come tra le braccia della bella Zelda. Un lato oscuro che Almo, travolto dalla passione, sembra aver sottovalutato.

NELLA CAMERA DEL CUORE SI NASCONDE UN ELEFANTE

galli-elefante-copertina-def-350x453Vi siete mai chiesti chi si cela dietro i profili fake di Facebook? Quali sono le motivazioni che spinge una persona a ricreare una vita che non esiste, solamente per il gusto di interagire in un mondo virtuale? E soprattutto, fino a dove siete disposti a spingervi pur di scoprire una finta identità? Con un incipit così attuale e poco esplorato che risponde a queste domande, inizia l’avventura scritta e disegnata da Marco Galli. Prefigurando la storia s’ipotizza quasi un noir, invece l’intera vicenda verte su altre atmosfere e, nonostante il bianco e nero delle tavole, l’autore permette al lettore di restare in un coloratissimo mondo tanto immaginario quanto reale.

Almo Brasil, il protagonista della storia è uno scrittore in piena crisi narrativa. Si siede alla macchina da scrivere e la pagina resta totalmente bianca; ascoltando la conversazione di una coppia di estranei in un bar, viene a conoscenza di Suxi Loca, il contatto fake di cui sopra. L’enigmatico profilo Facebook è seguito da un numero esorbitante di internauti per le foto provocanti della donna, e Almo casca nella rete. La semplice frase che fa muovere il protagonista è Perché cercare chi si vuole nascondere? Suxi Loca risponde ad Almo in privato con un immagine di Balhore, il luogo in cui lei risiede. Almo, per smuoversi dal suo torpore produttivo si concede una vacanza nella cittadina immaginaria dalle tinte arabe e inizia il suo viaggio interiore, ma non solo.

LIVIN LA VIDA LOCA

32-pag-sxNella camera del cuore si nasconde un elefante, è un opera particolare, strana, ma perfettamente in linea con lo stile di Marco Galli e con le sue opere, tra cui ricordiamo Oceania Boulevard. È una storia che riesce a far percepire la totalità di un mondo in poche pagine, merito soprattutto delle tavole a colori, quelle dedicate alla presentazione e all’esplorazione di Balhore, che non è semplicemente una città; è descritta come un essere pensante, che respira, che si muove e fa muovere le persone che la popolano. Il mare della città è rosso, come il sangue. Ed è uno degli elementi più importanti della vicenda narrata da Galli. L’acqua genera delle allucinazioni, e Almo vive caleidoscopiche visioni in cui rivede Suxi Luca.

ico-web-730x410L’intero volume è una riflessione sulla ricerca delle motivazioni che spingono all’azione, al tornare alla vita, a dimenticarsi del peso della quotidianità. Almo s’immerge a tal punto nella vita della cittadina di Balhore da sentirsi parte di essa, dimenticandosi di ciò che ha lasciato a casa, quella in cui risiede la sua vera vita: a Balhore vive un’intensa relazione con una donna, e ritrova il suo scrittore preferito, quello che da ragazzo l’aveva spinto alla scrittura. Ad essere onesti, Nella camera del cuore si nasconde un elefante, è una storia che può non essere capita; bisogna partire con il presupposto che spesso per capire se stessi non bisogna partire da un punto per arrivarne ad un altro, ma bisogna navigare in piena libertà, lasciare che lungo la strada si facciano deviazioni e si perda quel pizzico di razionalità che ci fa diventare tutti tremendamente grigi. Marco Galli nella sua narrazione sperimenta, gioca lasciando che il flusso della storia non segua necessariamente un filo a senso unico. I suoi disegni sono ipnotici e disturbanti nelle tavole in bianco e nero, riescono ad essere sorprendenti nelle tavole a colori e trasmettono l’atmosfera calda della notte di Balhore nelle pagine disegnate a mezzatinta.

Perché cercare chi su vuole nascondere?  È il senso di tutto. Solo trovandoci possiamo capire le motivazioni delle nostre azioni.


Nella camera del cuore si nasconde un elefante
Oceania boulevard
Quaderni giapponesi
Il viaggiatore distante. Atlantica
S.




LA NOSTRA PAGELLA: 6/10



Luigi Formola

27 Luglio 1986. Musicista, scrittore e comunicatore. All'età di otto anni mi divertivo a riscrivere i climax di molti film. A dodici anni scelgo Dylan Dog come costante della mia vita. A vent'anni, l'università, Scienze della Comunicazione, una tesi sulla correlazione degli stili di vita e le marche. A ventun'anni la mia prima ed unica band i Dreamway Tales. Nel 2013 studio sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Attualmente collaboro con la NPE, come traduttore e autore, e sono al lavoro sul mio primo romanzo con l'agenzia letteraria TZLA.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.