Recensione: Nick Banana – Gli anni segreti

Editore Edizioni Star Comics
Autori Nicolò “Nebo” Zuliani, Michele Monteleone, Daniele Di Nicuolo
Prima pubblicazione 2015
Prima edizione italiana 2015
Formato 16×21
Numero pagine 140

Prezzo € 6,00

Sei proprio un cialtrone come quelli che guardi dall’alto in basso!

Forse sì. Ma sono un cialtrone più furbo di te.
E questa, in Italia, è l’unica cosa che conta davvero.
Tre milioni sul mio conto corrente.
Entro domani.
O salta fuori che ti scopavi i cani.

Ma non mi sono mai scopato i cani! Sono pure allergico!

Non hai proprio imparato niente.
Credi che questo conti qualcosa?
Credi che i fatti abbiano davvero la minima importanza?
La verità è quella che la gente che decide su Facebook…
E la gente sono io.
– Da “Nick Banana- Gli anni segreti”

SATIRA?

Quando si recensisce un’opera, una delle faso più difficili per me è quella di deframmentare prima di ricomporre. Per quanto, a una prima lettura, “Nick Banana: Gli Anni Segreti” possa apparire come “un fumetto di satira politica”, a uno sguardo più attento è possibile cogliere tra le vignette diversi aspetti che permetterebbero alla storia di stare in piedi anche senza gli evidenti riferimenti alla politica italiana contemporanea.
Chi conosce Nebo, d’altra parte, sa bene che ogni sua opera ha più livelli di lettura: uno in grado di scatenare la risata, o più spesso un sorriso cinico. Un altro, mettendoci di fronte alla stupidità e all’ipocrisia dilaganti nella realtà che ci circonda, suscita un velo di tristezza più vicina all’insofferenza che al sentimento del contrario.


“Gli Anni Segreti” non fa eccezione. Sebbene l’intera storia si snodi attorno alla lotta politica tra Movimento 5 Stalle, capitanato da Beppe Grullo, e Partito Confuso, guidato dall’ex venditore di pentole Matteo Benzi spalleggiato dagli ingenui smorty, tutta la storia raccontata da Nicolò “Nebo” Zuliani e Michele Monteleone va decisamente oltre la satira fine a se stessa.
“Gli Anni Segreti” è, prima ancora che satira politica, una storia ambientata nel mondo di Nick Banana, creato da Nebo sul blog “Bagni Proeliator” e sbarcato su carta proprio con questo episodio, che vignetta su vignetta mette in piedi tutti gli elementi di una storia che ben si presterebbe a una serializzazione. In questo volume non ci sono solo Benzi e Grullo: ci sono gli elettori, i sostenitori, i discorsi da bar, la tv spazzatura, la macchina burocratica italiana. Su chi è, dunque, la satira? Sui politici o sugli elettori? Sui demagoghi destrorsi o sugli pseudointellettualoidi di sinistra?

BANANA. NICK BANANA.

Nick Banana è colui che sta dietro a complottismo, cospirazionismo e allarmismo, colui che tira le fila dei media e stabilisce quali messaggi devono arrivare alla massa in un determinato tempo e modo. Tutto è calcolato, nulla lasciato al caso: il mondo è di chi riesce a far vedere agli altri ciò che devono vedere.
Quando si stufa di essere al soldo dei potenti, Nick conosce bene le regole del gioco. Sa come muoversi per impedire che a governare un’Italia stanca – persino di ragionare – sia il qualunquismo propinato del movimento 5 stalle e dal suo leader demagogo. L’unico modo per farlo? Prendere le redini del Partito Confuso e trovare una figura in grado di guidarlo nel corso delle successive elezioni.
In questo episodio di Nick Banana, Nebo e Monteleone ci mostrano l’assurdità della percezione italiana della res publica e del gioco della politica, le fogne nelle quali  quest’ultima si sta muovendo e i fin troppo noti giochi di potere che portano ogni cunicolo a sbucare nello stesso tunnel. Se dopo questa lettura non riuscirete a vedere più chiaramente la strada per arrivare alla luce, vi farete almeno un’idea di come evitare quella che vi porterà nella merda.

L’ESTETICA RECLAMA LA SUA PARTENickBanana_cover_low

Daniele Di Nicuolo si dimostra una matita davvero adatta alla storia narrata. Il suo stile cartoon conferisce alla vicenda la necessaria dose di leggerezza, le sue linee solleticano il lettore con le impagabili espressioni dei personaggi: dalla grinta di Nick all’ingenuità degli Smorty, dall’avidità di Benzi al delirio di Grullo, quando chiuderete l’ultima pagina vi sembrerà davvero di averli visti scontrarsi sulla strada delle vostre elezioni.
L’edizione è il tipico bonellide con alette della collana “Graphic Novel” di Star Comics, impreziosita da una fantastica – non poteva essere altrimenti – copertina di Lorenzo “LRNZ” Ceccotti che da sola varrebbe l’acquisto del volume. Se amate il cinismo di Nebo e le sue battute sferzanti, o anche soltanto se apprezzate la satira politica, che pur non essendo il fulcro del fumetto ne è comunque un elemento importante e ben riconoscibile, Nick Banana sarà decisamente un buon acquisto.


Nick Banana. Gli anni segreti
Nick Banana gli anni segreti (E-Book)
La sorella dei mostri. Suore Ninja
Chef Rubio: food fighter
La notte del presepe vivente

C4 MATITE:

Nicholas Venè

Leggo, scrivo, gioco, guardo, commento. Osservo e prendo appunti, provando a fare cose.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.