Recensione: PK – Cronache di un ritorno

Editore Panini Comics
Autori Alessandro Sisti (sceneggiatura), Claudio Sciarrone (disegni) e Max Monteduro (colori)
Prima pubblicazione Novembre 2016
Prima edizione italiana Novembre 2016
Formato 14 x 18 cm
Numero pagine 45 a episodio, 180 totali a colori

Prezzo 2,50 euro ogni numero

Sei un evroniano qualunque! Esigo di parlare almeno con un generalissimo!
– da Cronache di un ritorno #1

PK, unico grande amore, è tornato. Finisco di lavorare, corro in macchina dall’edicolante di fiducia che mi guarda con gioia, come conoscesse perfettamente il ritmo del mio cuore pikappico che batte all’impazzata, e mi consegna la copia del topo tenuta da parte. Chiavi, luci e mi metto a leggere nella macchina sotto la pioggia.
Non resisto.

Dopo un mese eccomi a leggere l’ultimo episodio sullo smartphone. Riprendo i numeri 3181, 3183, 3184 di Topolino e sono pronto al 3185: la recensione non può indugiare oltre.

CRONACHE DI UN PAOLINO

© 2016 Topolino - Walt Disney / Panini Comics

© 2016 Topolino – Walt Disney / Panini Comics

Paperino è a casa e, come al solito, condivide gli stessi problemi di noi lettori: c’è freddo e in tv non danno niente. I nipotini guardano lo storico TG di Canale 00 e scoprono che la Ducklair Tower è in fase di ricostruzione. Paperino si congeda e, nei panni del diabolico vendicatore, si reca sul posto per una formale chiacchierata con il collega Hicks. Questo lo liquida in fretta e, soprattutto, furia. Nel tornare a casa delle vecchie conoscenze solcano i freddi cieli di Paperopoli: gli Evroniani sono tornati.
Era impossibile sotterrare del tutto gli alieni viola e negli anni diversi autori hanno riportato, in un modo o nell’altro, in vita l’impero. Alessandro Sisti mette in scena un gran ritorno, con una razza nuova e mutata. Quelli che il nostro PK incontra non sono i soliti Evroniani ma una nuova generazione, inevitabile mutazione della vecchia specie, che si trova nella sua prima era, buffa e irriverente. Il merito va dato a Claudio Sciarrone che conferisce ai personaggi espressioni e curve cartoonesche divertentissime e già iconiche.
Il lavoro dei due autori non si limita a questo poiché l’intero primo episodio si rivela un solo, perfettamente calibrato, climax ascendente che trova l’apice nel colpo di scena. La stella più splendente, il fuoco più caldo, la principessa del vuoto è tornata: Xadhoom è ancora viva.
La narrazione, poi, non manca di crescere ancora ed ancora, fino alla, magnificamente commovente, conclusione.

SINTOMI DI UN RITORNO

© 2016 Topolino - Walt Disney / Panini Comics

© 2016 Topolino – Walt Disney / Panini Comics

Cronache di un ritorno parla del passato e di come questo incida sul presente. Abbiamo infatti diversi passati che confluiscono in un unico evento, non mancano riferimenti alla gerarchia e alla storia di Evron da PKNA e le conseguenze del ciclo di Artibani (ad ora Potere e Potenza e Il Marchio Nero). Questo non fa altro che andare a costruire la continuity che tanto abbiamo sperato di ritrovare nella Nuova Era del più grande eroe nostrano.
Guardando attentamente la title page del primo episodio, notiamo come il titolo iniziale fosse Sciami, il cui significato viene svelato nel terzo episodio durante il piacevole spiegone a proposito del ritorno degli Evroniani. Insomma un titolo come altri, d’impatto, sicuramente, ma non abbastanza.
Ecco spiegata la scelta del titolo Cronache di un ritorno che, e chi ha letto lo sa, non si riferisce al ritorno di Xadhoom né degli Evroniani, ma del ritorno alla propria natura. L’impero rinascerà, i figli di Evron ritornano ad essere spore per rinascere in una nuova forma, perfetta; Hicks, dalla prima pagina all’ultima, assorbe gli algoritmi e le routine di Uno ritornando ad essere un solido alleato per PK. Non finisce qui: Angus ritorna ad essere un reporter di tutto disprezzo promettendo un servizio sul nuovo capo della società di Ducklair e Xadhoom torna ad essere una debitrice, sia nei confronti di Porphiooloon che di Xerba.
Un gran lavoro che non lascerà indifferenti i fan. Complimenti, davvero.

In conclusione: gli autori portano sulle pagine del settimanale una storia funzionale e perfettamente strutturata, caratterizzata da un ritmo eccellente, calibrato tra comicità e azione, che non mancherà di soddisfare ogni tipo di lettore. Nuove idee, personaggi, razze e molto altro non potranno che portare a nuove saghe.
PK si prepara.


PK IL MITO N.1 – Le nuove origini
PK. Speciale PK: 1
PK Giant – 3k Edition n. 1
PK Giant – 3k Edition n. 1 Variant
PK GLI ARGINI DEL TEMPO n 1

C4 MATITE:

Roberto Diglio

Sceneggiatore e, prima di tutto, accanito lettore di fumetti. Frequento la Scuola Internazionale di Comics, progetto e scrivo molteplici fumetti, studio storia e analisi della nona arte. Ogni tanto dormo e sogno di diventare un autore famoso tanto da farmi insultare da quei maledetti recensori. Nel frattempo recensisco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.